Come restaurare un cancello di ferro

Tramite: O2O 08/11/2018
Difficoltà: media
16

Introduzione

Esposti come sono alle intemperie e all'usura, a volte i nostri bei cancelli in ferro hanno davvero bisogno di un restauro. Che sia vernice, ruggine o qualche piccolo ritocco strutturale, si tratta nella maggior parte dei casi di un'operazione alla portata di tutti. Se però ci dovessero essere state delle rotture particolarmente gravi, e se il cancello non fosse propriamente in ferro, ma in ghisa, sarà meglio far fare le riparazioni ad un fabbro professionista, prima di passare al restauro estetico vero e proprio. Vediamo quindi come restaurare un cancello di ferro.

26

Occorrente

  • Smerigliatrice angolare
  • Moletta con scartatrice
  • Phon per vernici
  • Solvente per vernici
  • Mascherine antipolvere
  • Mascherine ai carboni attivi
  • Occhiali
  • Guanti
  • Chiavi inglesi
  • Aggrappante per vernice
  • Smalto per metalli
  • Stucco da carrozziere
  • Minuterie
  • Placche in ferro
  • Pennelli
36

Smontare il cancello

Il primo passo, non sempre necessario, è quello di smontare il cancello, ossia toglierlo dai suoi cardini per poter lavorare con comodo. L'operazione non è quasi mai difficile, ma è sempre bene farla con l'aiuto di qualcuno, perché un cancello, per quanto piccolo, è sempre un oggetto molto pesante, da non sottovalutare. Di solito il cancello è tenuto incardinato con un bullone singolo, che deve essere rimosso con una chiave inglese. Mettete una zeppa sotto il cancello, in modo tale che poi non faccia forza sul cardine inferiore piegandolo. Se il cancello ha un perno in basso che entra in una guida, sarà poi sufficiente sollevare la struttura per rimuoverla, altrimenti si dovrà allentare il bullone di sicurezza. In questa fase serve qualcuno che tenga fermo in posizione il cancello, oppure un pesante cavalletto di appoggio, ben fissato a terra.

46

Rimuovere la vernice

I cancelli, così come tutti i manufatti in ferro sono verniciati a strati. Di solito il metallo nudo viene trattato con una vernice particolare che serve per far aderire la finitura, per lo più di colore arancione o verdastro, a seconda. Gli strati di vernice si rimuovono con 3 tecniche diverse: moletta con disco abrasivo, con cui si cartavetra la superficie, phon per verniciatori, che si usa per far staccare la tinta scaldandola, oppure un prodotto chimico per rimuovere le vernici, che va usato solo in ambienti protetti, molto areati, e con la mascherina con i filtri a carbone attivo per sostanze chimiche. Ogni operazione, ovviamente va fatta con guanti per manipolazione meccanica, mascherina occhiali,e se necessario paraorecchie, per non rischiare danni permanenti.

Continua la lettura
56

Restaurare i danni

Le parti arrugginite vanno portate a ferro vivo con una smerigliatrice angolare, ed eventualmente saldate o rinforzate applicando placche con bulloni, anche se non molto belle a vedersi. Piccoli danni estetici si recuperano con lo stucco da carrozziere. Usate punte HSS per fare i fori, e ricordatevi che se il cancello è in ghisa dovete per forza consultare un fabbro, perché rischiate di romperlo. Quando lo stucco è secco e le riparazioni meccaniche sono finite dovete verniciare di nuovo tutto il cancello con la vernice aggrappante e lasciarla riposare secondo i dati riportati sul barattolo. Questa operazione è meglio farla dopo aver rimesso in posizione il cancello, perché l'aggrappante può avere tempi di tiraggio anche notevoli. In ogni caso, ricordate di non chiudere il cancello fino al margine di sicurezza, magari usate una catena con lucchetto, se proprio avete l'esigenza, evitando di far toccare fra loro le ante. In alcuni casi possono volerci parecchie settimane prima di poter applicare la finitura. Quando alla fine giunge il momento della finitura, scegliete smalti a base sintetica per esterni perché reggono meglio le intemperie e si rimuovono più facilmente.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Calcolate bene la stagione in cui iniziare il restauro
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Errori da evitare nel togliere la ruggine da un cancello

Se il cancello di ingresso della nostra casa o del giardino si presenta molto arrugginito, possiamo intervenire per eliminare l'inconveniente, e poi eventualmente decidere se lasciarlo con la sua vernice originale oppure tinteggiarlo. A prescindere dalla...
Ristrutturazione

Come scegliere il cancello per l'ingresso

Tutti sognano una bella casa o addirittura una villa. Non sempre questo può essere possibile ma si può almeno abbellire l'abitazione con un elegante e anche pratico cancello d'ingresso. Può essere di vari tipi, forme e materiali a seconda del nostro...
Ristrutturazione

Come riparare la fotocellula del cancello automatico

I cancelli automatici negli ultimi anni hanno fatto passi da gigante e attualmente i sistemi in commercio sono molto, diversi e sempre più sofisticati. Purtroppo come tutti i sistemi automatici possono guastarsi ed avere problemi. In questo caso è necessario...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile colpito dai tarli

Un mobile, soprattutto se antico, è soggetto a essere colpito dai tarli; e per poterlo restaurare occorrono delle tecniche di lavorazione molto particolari. Alcune tipologie di legno, come il faggio, la betulla, il ciliegio e l'abete, sono più soggette...
Ristrutturazione

Come dipingere una superficie in ferro

Con il passar del tempo, a causa della pioggia e del vento, le parti in ferro delle proprie abitazioni esposte alle intemperie, subiscono processi di ossidazione e invecchiamento. Se, a causa del degrado, dal punto di vista estetico, il ferro vecchio...
Ristrutturazione

Come decorare con effetto finto ferro arrugginito

Con l'aumento del desiderio di fare del fai da te, le guide che trattano di questi argomenti sono sempre più utili ed apprezzate. Ecco dunque di seguito qualche dritta relativa ad una tecnica pittorica un po' particolare, ma di sicuro impatto visivo:...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile di legno

Il restauro di un mobile di legno può sembrare a prima vista un'impresa difficile. In realtà questa operazione è abbastanza semplice, e può essere eseguita anche da persone che sono meno esperte con il metodo del fai da te. Leggendo questa guida ed...
Ristrutturazione

Come restaurare uno sgabello

Nonostante possa sembrare alquanto difficile, restaurare un vecchio sgabello è un'operazione abbastanza fattibile. È necessario avere un po' di pazienza e, in modo particolare, degli strumenti giusti, per regalare allo sgabello l'originale bellezza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.