Come restaurare un camino antico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

I camini in un casa forniscono luce, calore e punti focali nelle camere in cui si trovano. Tuttavia, nel corso del tempo le finiture e le decorazioni originali, specie se si tratta di strutture antiche tendono a sfaldarsi, per cui è necessario intervenire con appropriate tecniche di riparazione. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli su come restaurare un antico camino.

25

Occorrente

  • Scalpello e martello
  • Mattoni e pietre
  • Malta e cemento
  • Collante
  • Stucco epossidico a due componenti
  • Spatola e tela abrasiva
  • Cera per marmo
  • Trapano elettrico
  • Cuffieta di peluche
35

Smontare il camino

In fase di restauro di un camino antico bisogna aver cura di proteggerli, e si dovrà spesso operare in loco. Se ciò non fosse possibile per determinati motivi, allora si deve procedere al loro smontaggio e alla lavorazione, magari in cantina, dove con gli attrezzi a disposizione saranno restaurati per poi essere successivamente rimontati. Discorso a parte se ci si trova di fronte ad un comignolo gravemente danneggiato il cui restauro è impossibile. In tal caso, conviene sostituirlo e magari rivestirlo con la finitura originale asportandola di proposito dalla parte danneggiata.

45

Utilizzare mattoni e pietre

Quando invece il camino antico lo dobbiamo ricostruire o restaurare si devono utilizzare materiali uguali o compatibili con quelli originali dell'epoca. Se siamo attenti a questa operazione riusciamo a mantenerne inalterato l’aspetto. Per quanto riguarda i materiali da impiegare sia per la struttura interna che per la canna fumaria ed il comignolo devono essere utilizzati i mattoni oppure le pietre; il tutto deve essere assemblato con malta a base di calce. Durante il restauro occorre inoltre tener presente questo fattore ed utilizzare materiali che sono, quanto più possibile, uguali agli originali, cioè i materiali suddetti per il camino e tegole oppure embrici per la parte terminale. Se poi il camino antico si presenta con un rivestimento in marmo, quindi con lastre uniche appoggiate sulla struttura portante in orizzontale e in verticale, allora il restauro deve procedere come descritto nel passo successivo.

Continua la lettura
55

Usare stucchi epossidici

Per restaurare la superficie marmorea di un antico camino, si possono usare degli stucchi epossidici che una volta induriti consentono di intervenire per la finitura sia con lime che con tele abrasive. Nello specifico si tratta di riempire buchi e crepe con un mix a base di stucco in pasta e catalizzatore, inserendolo e spalmandolo con una spatola, per poi eliminare subito il residuo che fuoriesce, usando una spugna leggermente bagnata in acqua. Trascorsi una ventina di minuti, si provvede poi al carteggio ed infine alla lucidatura a mano con cera, oppure con una cuffietta di peluche opportunamente collegata ad un trapano elettrico.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come restaurare un tavolino da giardino

Se nel nostro giardino abbiamo un tavolino che risulta visibilmente danneggiato a causa dell'esposizione costante alle intemperie, e che non intendiamo però sostituire per un fattore legato al design impostato, allora possiamo intervenire con delle...
Esterni

Come restaurare i mobili da giardino

I mobili da giardino sono soggetti a pioggia, sole, caldo, umidità e forti cambi di temperatura ed è per questo motivo che possono fare in fretta a rovinarsi. Oltre a prestare attenzione alle intemperie (portandoli magari in garage nei periodi di disuso...
Esterni

Come costruire un caminetto per esterni

Con un po' di pazienza e con una somma economica poco elevata, è possibile realizzare autonomamente un camino per esterni, creando così nel proprio spazio un oggetto davvero bello e funzionale, capace di conferire al giardino un aspetto ancora più...
Esterni

Canne fumarie: caratteristiche, dimensioni e normative

La canna fumaria è un condotto in metallo, in ceramica o in mattoni, che va dal focolare alla cima di un camino per espellere i gas di scarico e i detriti fuori dal camino. La canna fumaria è efficace perché sfrutta l'effetto che si verifica quando...
Esterni

Come chiudere una canna fumaria

La canna fumaria di un camino ha il compito di smaltire verso l'esterno i fumi prodotti dalla combustione del fuoco mettendo così in comunicazione due zone d'aria a temperatura diversa, quella esterna e quella interna. La forte depressione che si crea,...
Esterni

Come evitare gli uccelli nidificanti

Passeri, storni e colombe, sono volatili assai graziosi, ma sono anche coloro che più si insediano su comignoli, gronde e tubature esterne, risultando infine un'incognita per la manutenzione delle abitazioni stesse; invece corvi e pettirossi prediligono...
Esterni

Come creare un tavolino da giardino con i sassolini comuni

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori a capire come poter creare un tavolino, da giardino, con l'utilizzo di sassolini comuni. Grazie al metodo del fai da te, saremo in grado di creare tutto ciò che desideriamo e grazie ad esso,...
Esterni

Come sostituire un mattone rotto

Dovete sostituire un mattone rotto e state pensando di risparmiare effettuando l'operazione con le vostre mani? Se temete che tale intervento possa risultare piuttosto complicato da eseguire, probabilmente state sbagliando: se disponete di una certa manualità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.