DonnaModerna

Come restaurare lo stucco veneziano

Tramite: O2O 03/11/2020
Difficoltà: media
16

Introduzione

lo stucco veneziano è un prodotto a calce con una lunga storia, che secondo alcuni risale a quasi 4000 anni fa nelle sue forme primordiali ed è il fiore all'occhiello della tradizione artistica e pittorica della città lagunare. Un parete rifinita con dello stucco antico, può essere costantemente restaurata, purché si adottino delle tecniche adeguate. Per fare questi lavori, però, bisogna avere un po' di conoscenze teoriche e pratiche. Non c'è bisogno di preoccuparsi, perché lo stucco veneziano è una tecnica semplice da usare e un risultato poco omogeneo, spesso è molto piacevole. Vediamo quindi come restaurare lo stucco veneziano.

26

Occorrente

  • Stucco murale
  • Spatola
  • Spugna
  • Rullo liscio
  • Carta abrasiva
  • Vernici
  • Flatting
36

Come si presenta lo stucco veneziano

Una parete a stucco veneziano, a meno di non tinteggiarla in maniera inappropriata, si presenta come una superficie con un colore irregolare, di solito in toni pastello sporcati di bianco come se fosse un muro vecchio e chiazzato. Come ogni intonaco ci possono essere delle bolle e crepe, ma può essere ripristinata anche se si presenta deteriorata in più punti. Il suo aspetto è gradevolmente irregolare nel colore, anche se la lavorazione in superficie può essere finissima, con una grana setosa e piacevole. Nelle fasi di restauro si deve mantenere questa sua caratteristica. La sua naturale mancanza di omogeneità, di fatto, facilita il lavoro di ripristino. L'importante quando si tinteggia è non lasciare zone di vernice troppo compatta, puntando tutto sulla nebulosità dell'effetto.

46

Come si inizia il restauro

Se la parete si presenta con delle crepe, la prima operazione da fare è di utilizzare una spatola a lama molto molto sottile e riempirle con del nuovo stucco, sempre con la solita formulazione. A questo punto con un panno pulito è necessario eliminare sbaffature ed eccedenze prima che lo stucco si secchi del tutto. Quando la superficie si è stabilizzata si passa alla fase di carteggio, nei punti dove c'era la crepa. Questa serve a rendere la superficie uniforme e ad eliminare le tracce di giunzione nello stucco. Per compattarla definitivamente e non far notare un restauro, il trucco consiste tuttavia nell'utilizzare una spugna non abrasiva, possibilmente di forma irregolare, perché nella lavorazione originale si usavano quelle di mare. In questo modo saremo pronti per poter applicare il nuovo colore della stessa tonalità, con movimenti circolari. Con questa tecnica si evitano le brutte striature lasciate dai pennelli. Anche un rullo con di buona qualità è un ottimo attrezzo per il ripristino del colore originale, specie se ha le setole molto alte. Quelli a spugna sottile non si prestano molto bene per il trattamento di una parete tinteggiata in precedenza con dello stucco veneziano.

Continua la lettura
56

Come si affrontano i danni gravi

Se le bolle sono davvero grandi e c'è da ripristinare una superficie di stucco veneziano più larga di un dito, il lavoro è un po' più complicato. Con la spatola o uno scalpellino si deve eliminare tutta la parte distaccata, grattando in profondità per togliere tutto lo stucco irrecuperabile. Meglio eccedere che rischiare che il danno si ripresenti. La superficie sotto va pulita accuratamente e umidificata con la spugna prima di applicare lo stucco a colpi di spatola, inumidendo e lisciando solo alla fine, in modo tale che l'area risulti piana e pulita, senza troppi raccordi in vista. Dopo si deve carteggiare per bene per rendere la superficie porosa e si passa all'applicazione della vernice con la spugna, dando una base di flatting e stratificando il colore fino a quando la zona non appare omogenea.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Quando si tinteggia lo stucco conviene allontanarsi ogni tanto per vedere se il lavoro è omogeneo
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come realizzare uno stucco veneziano

A causa della crisi spesso ci si deve privare di tantissime cose ma grazie ai materiali fai-da-te sempre meno costosi e ad Internet che contiene milioni di guide su ogni cosa, in molti si cimentano a costruire da sé oggetti che è impossibile creare,...
Ristrutturazione

Come decorare le pareti con stucco colorato

Per vivacizzare le stanze e donare loro un nuovo aspetto che regali comfort e serenità, si può pensare di decorare le pareti con dello stucco colorato. In questo progetto decorativo la calda sfumatura color terracotta dell'intonaco fresco è permeata...
Ristrutturazione

Come si utilizza lo stucco francese

Nella guida che segue vi sarà spiegato come si utilizza lo stucco francese, una tipologia davvero originale. Questa pasta è molto semplice da applicare perché non c'è bisogno di miscelare alcun ingrediente ed è di facile stesura. Potete acquistarla...
Ristrutturazione

Come realizzare lo stucco fluido per pavimenti in legno

Per evitare il problema delle infiltrazioni di acqua nelle fessure del pavimento e la conseguente formazione della muffa nera, in edilizia si usa lo stucco, che è un impasto fatto con gesso calce o cemento. Alcuni tipi di stucco possono, però, causare...
Ristrutturazione

Come rimuovere lo stucco epossidico dalle piastrelle

Se avete appena rifinito le piastrelle con dello stucco epossidico ed intendete eliminare quello in eccesso che si è indurito, potere farlo senza danneggiare la superficie e nel contempo in modo semplice e veloce. In riferimento a ciò, nei passi successivi...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile di legno

Il restauro di un mobile di legno può sembrare a prima vista un'impresa difficile. In realtà questa operazione è abbastanza semplice, e può essere eseguita anche da persone che sono meno esperte con il metodo del fai da te. Leggendo questa guida ed...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile colpito dai tarli

Un mobile, soprattutto se antico, è soggetto a essere colpito dai tarli; e per poterlo restaurare occorrono delle tecniche di lavorazione molto particolari. Alcune tipologie di legno, come il faggio, la betulla, il ciliegio e l'abete, sono più soggette...
Ristrutturazione

Come chiudere con lo stucco i buchi sul muro

In tutte le case è inevitabile, prima o poi, dover intervenire per spostare dei quadri, eliminare delle mensole o, semplicemente, per chiudere delle crepe che si sono create nei muri a causa dell'umidità o di infiltrazioni. In questi casi è sufficiente...