Come restaurare le porte di casa

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Tra i vari lavori che periodicamente devono essere svolti all'interno di una casa, uno dei più temuti e, probabilmente, quello più rimandato, è la manutenzione delle porte di casa. Queste ultime, dopo anni di intenso utilizzo, finiscono per essere piene di segni, di graffi e di ammaccature; inoltre, possono anche presentare parti in cui la vernice è saltata. In questa guida verrà indicato come restaurare le porte di casa, fornendo consigli utili per eseguire un lavoro veloce e dagli ottimi risultati.

24

Per restaurare le porte interne di legno per prima cosa munirsi di una mascherina e di un paio di guanti, togliere la porta dai cardini, svitare e asportare le maniglie e la serratura, quindi appoggiare la porta su due cavalletti per poter lavorare in tutta tranquillità e sicurezza. Procedere usando della carta vetrata a grana grossa, cercando di cancellare i graffi e le ammaccature, poi con un panno bagnato con dell'acquaragia dare una passata su tutta la superficie. Usare una spatola per stendere lo stucco (esiste dello stucco specifico per il legno, ma può essere usato un normale stucco da parete), riempendo eventuali buchi rimasti. Ripassare con altra carta vetrata, a grana fine, per togliere tracce di stucco superflue.

34

Chi non ha grande dimestichezza con i pennelli può far ricadere la scelta della vernice su di uno smalto all'acqua che, oltre a odorare meno, non farà apparire il segno delle pennellate. Passare con un pennello di media dimensione, poi ripassare sugli angoli con uno più piccolo. Per le porte di legno pregiato solo leggermente rovinate (o solamente scolorite) è da considerare l'opzione di non verniciarle. In questo caso applicare semplicemente dell'anilina. Qualora la porta da restaurare sia dotata di pannelli di vetro, prima di procedere con l'opera di restauro attaccare del nastro di carta per proteggere il vetro dalla vernice.

Continua la lettura
44

A questo punto è possibile procedere direttamente alla verniciatura, oppure, se si desidera ottenere un risultato insuperabile, dare prima una mano di fondo apposito per il legno (bianco), reperibile in coloreria. Per quanto riguarda la successiva verniciatura, sceglierla principalmente in base ai gusti considerando però che, se la porta è effettivamente molto rovinata, è consigliato utilizzare vernici satinate e dai colori scuri; in tal modo sarà più facile coprire le imperfezioni rimaste. Qualora il risultato non dovesse essere ottimale, stendere una seconda e, al massimo, una terza mano di vernice.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come restaurare una porta in legno spendendo poco

Se avete cambiato da poco casa e non vi piacciono proprio quei graffi sulle porte, o magari la vecchia casa di campagna ha bisogno di una buona rinfrescata, o più semplicemente desiderate imparare qualche piccolo trucco per ristrutturare infissi in legno...
Ristrutturazione

Come restaurare una porta esterna o un portale di legno

Quando una porta esterna o un portale di legno comincia ad essere danneggiato a causa delle intemperie e magari presenta anche dei buchi, non occorre necessariamente provvedere immediatamente alla sua sostituzione: con un po' di tempo e di energia, è...
Ristrutturazione

Come restaurare un mobile colpito dai tarli

Un mobile, soprattutto se antico, è soggetto a essere colpito dai tarli; e per poterlo restaurare occorrono delle tecniche di lavorazione molto particolari. Alcune tipologie di legno, come il faggio, la betulla, il ciliegio e l'abete, sono più soggette...
Ristrutturazione

Come restaurare una sedia del 700

Il restauro è un'attività che riesce a valorizzare dei beni antichi rendendoli nuovamente utilizzabili e non esclusivamente limitandoli a meri oggetti da collezione. Nella guida che svilupperemo, ci concentreremo nella restaurazione delle sedie e, nello...
Ristrutturazione

Come restaurare uno sgabello

Nonostante possa sembrare alquanto difficile, restaurare un vecchio sgabello è un'operazione abbastanza fattibile. È necessario avere un po' di pazienza e, in modo particolare, degli strumenti giusti, per regalare allo sgabello l'originale bellezza...
Ristrutturazione

Come recuperare porte molto rovinate

Se abbiamo delle porte in legno molto compromesse non bisogna scoraggiarsi. Spesso esse possono essere recuperate e si può realizzare qualcosa di molto interessante ed originale. A volte il primo pensiero è quello di rinunciare a questa idea e comprare...
Ristrutturazione

Come restaurare un portone antico

Chiunque abbia mai posseduto o amato un antico portone sa che la sua bellezza e unicità non è paragonabile a quelli moderni. Proprio per la sua unicità nel suo genere, le opzioni a disposizione per poterlo restaurare sono molto poche in quanto molti...
Ristrutturazione

Come rinnovare le vecchie porte

Le porte sono un elemento imprescindibile di ogni edificio, sia nella loro forma classica, che in versione scorrevole o orientale. Le porte sono inoltre un elemento di design spesso trascurato, ma che può contribuire in modo significativo a determinare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.