Come restaurare il parquet

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Un pavimento in parquet ben curato dura per generazioni e può fare la differenza per quanto riguarda l'aspetto estetico dell'intera casa. Dunque, se il parquet sembra avere un aspetto opaco, oppure se recentemente sono stati spostati i mobili e la superficie ha subito dei graffi, è importante migliorare la sua condizione onde evitare che possa peggiorare col tempo. Tutto ciò che serve è un po' di sforzo fisico e alcuni prodotti speciali, appositamente progettati per la pulizia e il ripristino di questo elegante tipo di pavimentazione. Nella seguente guida impareremo come restaurare il parquet.

27

Occorrente

  • Levigatrice, stucco, impregnante all'acqua, fondo poliuretanico, finitura poliuretanica, rullo, aspirapolvere.
37

Come prima cosa, bisogna riparare i danni più visibili: se ci sono pezzi di legno staccati o sfogliati, dobbiamo prima eliminare eventuali residui di polvere e trucioli di legno e poi incollare questi pezzi con della colla vinilica impermeabile o con della resina per legno. Per assicurarci che i pezzi aderiscano bene, pressiamoli con degli oggetti pesanti e piani e attendiamo 24 ore in modo da far asciugare bene la colla.

47

Trascorso il tempo necessario, scartavetriamo la superficie fino a quando non apparirà liscia e pulita. È consigliabile eseguire questa operazione con una levigatrice, in quanto manualmente potrebbe risultare un'operazione estenuante e con dei risultati probabilmente imprecisi. Dopo aver levigato bene, si passa alla stuccatura dei graffi e di tutte le eventuali imperfezioni con dello stucco per legno bicomponente, il quale è molto più resistente dei normali stucchi ad acqua.

Continua la lettura
57

Dopo aver stuccato, aspettiamo che tutto si asciughi bene e poi diamo una seconda passata sempre con la levigatrice, rendendo ancora una volta la superficie liscia; se è necessario, ripetere più volte l'operazione. Ora procediamo con l'impregnazione del legno con dell'impregnante all'acqua del colore che desideriamo, dopodiché lasciamo asciugare per almeno 24 ore.

67

Per la finitura, avremo bisogno di un fondo poliuretanico e una finitura anch'essa poliuretanica, entrambi bicomponenti. Prepariamo il fondo con i rapporti indicati sulla confezione, mescolando con cura al vernice e il catalizzatore; stendiamo poi il fondo su tutta la superficie con un rullo in poliestere e lasciamo asciugare per altre 24 ore, poi levighiamo con della carta vetrata a grana sottile. Infine, prepariamo la finitura e posiamola come abbiamo fatto per il fondo: se il risultato è insoddisfacente, a distanza di 24 ore possiamo applicare un'altra mano di finitura.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • per le operazioni di stuccattura e verniciatura e consigliabile usare una mascherina con dei buoni filtri.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come installare il parquet finto

Quando si acquista una nuova abitazione, è indispensabile dedicare un po' di tempo alla scelta della pavimentazione che andrete a montare su tutta la superficie piana dell'appartamento. Sicuramente scegliere un parquet è la soluzione migliore per rendere...
Ristrutturazione

Consigli utili per la posa del parquet

Il parquet è un tipo di pavimentazione in legno molto utilizzata in Italia. Il tradizionale pavimento in parquet è in legno massiccio monostrato, in un solo tipo di legno, e può essere spesso dai 10 ai 22 mm. Questo tipo di pavimento ha bisogno di...
Ristrutturazione

Il parquet industriale: caratteristiche

Il parquet è un tipo di pavimentazione fatta con il legno. Questo tipo di pavimento è sicuramente una scelta ottima per dare alla vostra abitazione un aspetto elegante, ricercato e molto accogliente. Il legno infatti ha il pregio di dare un aspetto...
Ristrutturazione

Come trattare il parquet in rovere

In questa guida, vogliamo proporvi il modo per imparare insieme, come e cosa fare per trattare il parquet in rovere, cercando di pulirlo e tenerlo in ottimo stato, per tutta la vita. Avere un pavimento in parquet è forse il desiderio di molti di noi,...
Ristrutturazione

Come scegliere una vernice per il parquet

Nonostante gli anni passano e nuovi materiali salgono alla ribalta, il parquet resta una delle superfici più amate da tutti. Infatti la pavimentazione più accogliente, più isolante e più bella è il parquet. Il parquet è molto delicato e necessita...
Ristrutturazione

Come dare nuova vita al vecchio parquet

Il parquet è un tipo di pavimentazione composto da listelli di legno, in genere di diverse lunghezze e larghezze, che vengono affiancati gli uni agli altri, per creare una composizione a mosaico. Spesso il parquet è anche di diversi colori, per un effetto...
Ristrutturazione

Come posare il parquet prefinito

Per molti il parquet è un elemento imprescindibile, soprattutto in alcune stanze come la camera da letto. Poggiare il piede nudo sul legno anziché sul freddo marmo o sulle piastrelle in monocottura è un'esperienza certamente più gradevole. È possibile...
Ristrutturazione

Il parquet scricchiola: come fare

Il parquet, è una tipologia d pavimento diffusa da molti anni e sempre in evoluzione dal punto di vista strutturale e innovativo. Oggi infatti in commercio vengono proposti diverse tipologie di parquet con listoni grandi e piccoli, grezzi o predefiniti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.