Come recuperare l'acqua piovana

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se siamo in favore dell'ambiente sappiamo quanto sia importante, oggigiorno, rispettare certe risorse.
Un atteggiamento a supporto dell'ambiente, che sta prendendo sempre più piede nel nostro Paese, è quello legato alla riduzione dell'utilizzo dell'acqua, non solo per una questione etica ma anche per una questione di risparmio.

Per poter economizzare su una risorsa naturale così preziosa vi sono vari sistemi e uno di questi è quello di recuperare l'acqua piovana, così da poterne usufruire per poter soddisfare vari bisogni presenti delle nostre case. Vediamo come, conoscendo diversi aspetti sorprendenti di questa tecnica e cercando poi di conoscere meglio le tecniche più usate e diffuse per tale recupero e per sfruttare al meglio questo importante bene.

25

Occorrente

  • Una cisterna da 500 litri in polietilene
  • Una pompa elettrica per la distribuzione
  • Un raccordo per grondaie con filtro
  • Tubo in gomma con raccordi
35

Spesso diamo quasi per scontato l'importanza di questo bene primario nella nostra vita quotidiana. Eppure dovremmo saper economizzare su certi elementi che non sono sempre così illimitati.
Per questo ormai si cerca di dare una maggiore importanza alle energie rinnovabili, così da garantirci un grande supporto quotidiano. Se poi ci troviamo ad avere una casa in campagna, sarà ancor più importante saper usufruire di questa risorsa, per quanto la natura ce ne possa offrire, evitando così degli sprechi anche abbastanza onerosi.

Il primo passo da fare, se intendiamo veramente economizzare, sarà quello di procurarci una cisterna in materiale adatto alla conservazione di acqua e alimenti. In commercio ne esistono di vario genere, capaci di contenere dai 200 ai 500 litri di liquido.

45

Il secondo passo fondamentale sarà la scelta del luogo dove poterla riciclare. Un ideale punto di raccolta può essere la parte terminale di una grondaia, da dove spesso questa tende a sgorgare finendo dispersa nell'ambiente. Per questo bisognerà procurarsi anche un filtro con l'inserimento standard nel tubo terminale della grondaia stessa e montarla seguendo le indicazioni del produttore.

Continua la lettura
55

Ora abbiamo quasi terminato il nostro piccolo impianto personale e non ci rimane che procurarci una pompa elettrica che possa funzionare per la distribuzione e veicolazione dell'acqua, simile a quelle utilizzate per i camper o in agricoltura. Quando la cisterna sarà piena, basterà collocare la pompa al posto del tappo di chiusura e collegare un tubo di raccordo in gomma per poter utilizzare l'acqua recuperata ai fini di pulizia della casa o per dedicarci al giardinaggio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come evitare lo spreco di acqua

Come tutti sappiamo, al giorno d'oggi è molto importante evitare i consumi inutili, in particolare quelli che riguardano l'acqua. L'acqua è un bene primario molto prezioso, ma soprattutto, è un bene dalle riserve limitate. È dunque doveroso farne...
Economia Domestica

Come ricavare acqua potabile dall'acqua di mare

Quante volte sarà capitato di organizzare un campeggio nei minimi dettagli scordando, all'ultimo istante, una delle cose fondamentali? Una di queste può essere proprio l'acqua potabile, utile per dissetarci. Accorgersi in itinere può risultare problematico...
Economia Domestica

Come ridurre gli sprechi di acqua in casa

Oggi, siamo abituati ad avere l'acqua sempre a nostra disposizione, sia in casa, sia in ufficio, sia nelle scuole: quello che molti non riescono a comprendere è che l'acqua è in assoluto il bene più prezioso che possediamo, ed è indispensabile per...
Economia Domestica

5 modi per riutilizzare l'acqua del condizionatore

Molti non sanno che l'acqua del condizionatore può essere riutilizzata e non buttata via. Infatti, la maggior parte delle persone una volta messo in funzione il condizionare e una volta che l'acqua si è accumulata, quest'ultima viene buttata via ma...
Economia Domestica

Come gasare l’acqua in casa

L'acqua è sicuramente importantissima per l'organismo ma non a tutti piacer bere un'acqua naturale, perché molti preferiscono avere in casa sempre una bottiglia d'acqua gassata. L'acqua gassata, sicuramente aiuta a digerire ma è anche vero che un uso...
Economia Domestica

Come distillare l'acqua a casa

L'acqua distillata è una particolarissima acqua che risulta quasi totalmente priva di impurità come ad esempio sali, microorganismi, gas disciolti al suo interno, ecc. Questa acqua è possibile ottenerla mediante un particolare processo chiamato distillazione...
Economia Domestica

Come aumentare la pressione dell'acqua senza autoclave

Il problema della pressione dell'acqua, è molto comune negli impianti domestici. Aumentare la pressione dell'acqua spesso è un compito scoraggiante in quanto ci sono molte cause che riducono la pressione dell'acqua, ma esistono anche molti rimedi sorprendentemente...
Economia Domestica

5 usi dell’acqua del condizionatore

Con l'avvicinarsi della stagione calda, molti di voi utilizzeranno il condizionatore e allora qualcuno potrebbe chiedersi se esiste qualche modo per utilizzare l'acqua di scarico. L'acqua che residua dal condizionatore è un'acqua demineralizzata che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.