Come realizzare una messa a terra per il sistema elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La messa a terra è un insieme di operazioni che bisogna fare per portare le parti metalliche degli elettrodomestici alla stessa tensione del suolo, cioè pari a 0 Volt. Così facendo si evitano eventuali pericoli (come la folgorazione) che si possono verificare quando una guaina di un conduttore si rovina. Mediante questa operazione la tensione viene scaricata al suolo e non provoca alcun danno alle persone. In questo tutorial vengono dati alcuni utili consigli e delle corrette informazioni su come realizzare una messa a terra per il sistema elettrico.

25

È fondamentale sottolineare che per legge, tutti gli impianti (privati situati in un condominio oppure strutture temporanee) devono avere la messa a terra. Il lavoro deve essere eseguito con estrema cura, prendendosi tutto il tempo che occorre per completarlo a regola d'arte. Per cominciare bisogna cercare nella traccia dell'impianto il punto più adatto per realizzare uno scavo. Quest'ultimo deve essere di dimensioni tali che permette di interrare un pozzetto su uno dei lati. Bisogna praticare un buco per far passare un tubo flessibile che deve essere collegato alla cassetta dell'impianto.

35

Nel posizionare il pozzetto occorre tener conto del fatto che successivamente potrebbe essere utile riaprirlo. Per poter effettuare questa operazione è consigliabile farlo sporgere di almeno 25 cm dal suolo. All'interno del pozzetto bisogna piantare il dispersore (un semplice palo di metallo), invece nel tubo flessibile va inserita una treccia di rame. Ad una delle 2 estremità del rame deve essere collegato al dispersore, all'altra al filo di terra. Quest'ultimo deve essere collegato precedentemente alla presa a muro.

Continua la lettura
45

Adesso si può dire che l'impianto è ultimato; manca però la fase fondamentale: quella del collaudo. È un'operazione abbastanza delicata per cui è consigliabile chiedere l'intervento di un elettricista esperto, evitando il fai da te. La presenza dell'elettricista è indispensabile sia per le sue conoscenze tecniche sia perché deve firmare sui documenti dell'impianto. Infatti, senza la sua firma l'impianto non rispetta le norme di legge. Un collaudo positivo è valido per 5 anni; dopo questo periodo bisogna verificare se l'impianto è ancora efficiente. Un ruolo decisivo nel collaudo è dato dalla presenza o meno del salvavita, cioè dell'interruttore che in caso di guasto dell'impianto interrompe la trasmissione di corrente all'interno dello stesso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come collegare a terra una presa di corrente

Come vedremo nel corso di questa guida, nonostante possa sembrare un'operazione difficile, collegare a terra una presa di corrente è un'operazione piuttosto semplice e veloce, che può essere effettuata autonomamente, con un po' di impegno e un minimo...
Ristrutturazione

Come progettare un impianto elettrico in bagno

Quando dobbiamo allestire una stanza da bagno, prima delle finiture è necessario progettare un impianto elettrico, in modo da poterlo poi lasciare sotto traccia e ricoprirlo con piastrelle. Un impianto funzionale, deve essere corredato da vari tipi...
Ristrutturazione

Come ristrutturare l'impianto elettrico di casa

Se ci capita di comprare una vecchia casa che bisogna rimodernare e ristrutturare completamente, nella maggior parte dei casi l'impianto elettrico sarà interamente da sostituire; questo non solo per una questione di sicurezza, ma anche per mettersi in...
Ristrutturazione

Come isolare un cavo elettrico esterno

Un cavo elettrico è un elemento che contiene una parte metallica conduttrice e serve per collegare due o più apparecchiature elettriche, mentre esternamente si riveste di materiale isolante come la gomma o la plastica. Solitamente si tratta della gomma...
Ristrutturazione

Come installare il camino elettrico

Il camino non è solo un elemento di riscaldamento dell'abitazione ma esso rappresenta un valido elemento di design che, se fatto a dovere, dona un valore aggiunto alla casa non indifferente. Esistono tante tipologie e modelli da poter installare, ma...
Ristrutturazione

Come sostituire lo scaldabagno elettrico

Se dallo scaldabagno elettrico fuoriesce qualche goccia d'acqua probabilmente la caldaia che si trova al suo interno si è corrosa. A questo punto è necessaria la sostituzione dell'intero oggetto prima che la perdita d'acqua aumenta e crea dei danni...
Ristrutturazione

Come posare le piastrelle in PVC con sistema ad incastro

Molti di voi sicuramente avranno amato durante l'arco della loro vita l'arte del fai da te. Molte cose è meglio sicuramente farsele fare da chi è veramente esperto, da chi capisce quello di cui stiamo parlando. Nulla vieta però che possiate provarci,...
Ristrutturazione

Come scegliere il sistema di riscaldamento

Il sistema di riscaldamento è un elemento fondamentale della nostra abitazione poiché ne determina il livello di efficienza e di comfort. Scegliere un impianto adatto è importante per garantire la giusta temperatura durante tutto l'anno, ma anche per...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.