Come realizzare un serbatoio per il recupero dell'acqua piovana

Di: E. P.
Tramite: O2O 14/11/2019
Difficoltà: media
16
Introduzione

Durante l'autunno e l'inverno il paese si trova ad affrontare la consueta crisi climatica. Ottobre e novembre sono i mesi in cui si scatenano piogge e forti venti. Grandi quantità di acqua piovana possono essere tanto distruttive quanto utili. I bacini si riempiono e cala il rischio di siccità estiva. Nel nostro piccolo, anche noi possiamo raccogliere l'acqua piovana. Quest'acqua non è potabile, ma si può usare per bagnare le piante o per lavare l'auto. In commercio esistono dei serbatoi pronti per l'uso, da collegare ad uno scarico. Ma volendo, possiamo realizzare un serbatoio per il recupero con le nostre mani. Scopriamo come fare nei prossimi passaggi.

26
Occorrente
  • Barile (materiale a scelta)
  • Seghetto
  • Trapano elettrico
  • Punte per trapano da foratura
  • Un rubinetto (da ¾”)
  • Dadi di fissaggio (da ¾”)
  • Guarnizioni
  • Mattoni in cemento
  • Nastro di teflon
  • Filtro per detriti (o zanzariere)
  • Silicone
36

Scegliere il tipo di serbatoio

Per prima cosa scegliamo il serbatoio, cioè il contenitore che raccoglierà l'acqua piovana. È consigliabile usare un barile di materiali plastici. Sono robusti e resistenti. In caso di caduta, non si romperanno o ammaccheranno come il metallo o il legno. Un serbatoio da 250 litri sarà più che abbastanza per il giardino o la nostra auto. Scegliamo un'area in cui posizionarlo. L'ideale è accanto a uno dei pluviali della grondaia. È da qui che raccoglieremo l'acqua piovana nel serbatoio. Inoltre accertiamoci che non troppo distante vi sia uno scarico fognario. Con un seghetto o un taglierino pratichiamo un foro al centro del coperchio del serbatoio. Un diametro di 15 cm sarà sufficiente per raccogliere senza problemi l'acqua dal pluviale.

46

Assemblare tutte le parti

Applichiamo al foro un filtro per i detriti. È importante che sia a maglie abbastanza strette da impedire il passaggio di piccoli insetti. Possiamo acquistarlo in un centro bricolage o costruirlo da soli usando delle robuste zanzariere. Il serbatoio, inoltre, dovrà avere un rubinetto. Dovremo collocarlo nel punto più vicino al fondo del barile. Pratichiamo un foro in quella zona, pari al diametro del rubinetto stesso. Usiamo come isolante del nastro di teflon, avvolgendo la filettatura del rubinetto. Inseriamo quest'ultimo nel foro, quindi fissiamolo all'interno del serbatoio con un dado della giusta misura. Rafforziamo il sigillo con del silicone.

Continua la lettura
56

Mettere in posizione il serbatoio

Posizioniamo quindi dei mattoni di cemento sul luogo in cui sposteremo il serbatoio. Questi reggeranno il barile, sollevandolo dal terreno. In questo modo potremo posizionare un secchiello sotto al rubinetto per il recupero dell'acqua all'occorrenza. Accertiamoci che la base d'appoggio sia stabile, poi rimuoviamo il tratto finale del pluviale. Ora posizioniamo il serbatoio al di sotto, in modo che il pluviale si trovi sopra il foro superiore. Durante le piogge, l'acqua piovana potrà così riempire il serbatoio. In caso di eccesso, apriamo il rubinetto per svuotare appena il barile.

66
Consigli
Non dimenticare mai:
  • Puliamo regolarmente il filtro per l'acqua. I detriti possono compromettere la raccolta dei liquidi. Non dimentichiamo, inoltre, di chiudere sempre correttamente il serbatoio.
  • Non lasciamo mai ristagni d'acqua da nessuna parte. Questi sono l'habitat ideale di molti insetti, in particolare le zanzare.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:
Potrebbe interessarti anche
Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

5 motivi per recuperare l'acqua piovana

Ogni anno la siccità che continua ad imperversare a causa di un pianeta che è indubbiamente malato, si presenta il problema della carenza d'acqua. Nelle ultime stagioni ci sono stati dei picchi davvero preoccupanti, e ciò ha indotto molti ambientalisti...
Economia Domestica

Come realizzare una borsa dell'acqua calda in economia

Con l'arrivo della stagione invernale ai più freddolosi non basta mettere un bel piumone sul letto la notte e chi, per risparmiare in bolletta, spegne il riscaldamento nelle ore notturne, abbisogna di scaldare un pochino le fredde lenzuola prima di entrarvi...
Economia Domestica

Come ricavare acqua potabile dall'acqua di mare

Quante volte vi sarà capitato di organizzare un campeggio nei minimi dettagli, dimenticando all'ultimo istante una delle cose fondamentali come ad esempio l'acqua. Accorgersene in ritardo e magari in un luogo dove non ci sono negozi per comprarla potrebbe...
Economia Domestica

Come aumentare la pressione dell'acqua senza autoclave

Il problema della pressione dell'acqua, è molto comune negli impianti domestici. Aumentare la pressione dell'acqua spesso è un compito scoraggiante in quanto ci sono molte cause che riducono la pressione dell'acqua, ma esistono anche molti rimedi sorprendentemente...
Economia Domestica

5 modi per aumentare la pressione dell'acqua

In alcune zone d'Italia specialmente nelle regioni aride e povere di corsi d'acqua come la Sicilia, è facile che, specialmente nella stagione estiva, l'acqua cominci a scarseggiare e non ci sia una pressione tale che le permetta di defluire fino agli...
Economia Domestica

Come trovare le perdite d'acqua in casa

Anche le più piccole perdite d'acqua possono significare centinaia di di euro in più all'anno sulla bolletta dell'acqua. Queste, purtroppo, non sono sempre evidenti e di solito vengono notate solo dopo tanto tempo. Inoltre, tali perdite possono rovinare...
Economia Domestica

5 regole per risparmiare acqua in casa

In una casa risparmiare sui consumi energetici significa farlo non solo per luce e gas ma anche per l'acqua. Questo prezioso liquido infatti ha dei costi e al giorno d'oggi scarseggia sempre di più, quindi qualche accortezza serve a salvaguardare non...
Economia Domestica

Come decalcificare l'acqua

L'acqua è la bevanda più buona che esista al mondo, nulla la eguaglia, anche se apparentemente senza sapore ne colore, l'acqua è ciò che ci disseta più di ogni altra cosa. Ma spesso l'acqua scorre in posti piuttosto sporchi o pieni di calcare, che...