Come realizzare un profumatore d'ambiente con le pigne

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

In questa guida vi spiegherò come realizzare un profumatore d'ambiente con le pigne. Le pigne profumate potrebbero sembrare non essenziali. Ma se siete davvero assetati di aroma di cannella e di vacanza a casa, nient'altro è altrettanto accogliente. Certo, li vendono al mercato e nei negozi di artigianato, ma farli da soli vi permette di mettere insieme il profumo giusto per la vostra casa. Inoltre, avrete il piacere di fare una passeggiata nella natura per raccogliere pigne mentre la stagione autunnale si avvicina alla fine.

25

Occorrente

  • Oli essenziali
  • Pigne
35

Lavate le pigne

Dopo la vostra adorabile passeggiata tra i boschi per trovare le vostre piccole pigne, fate così: Portatele a casa e fategli un bagno per sbarazzarvi di eventuali detriti o creature che potrebbero nascondersi all'interno. Il modo più semplice per farlo è riempire il lavandino o una ciotola e versare le pigne. Le pigne galleggeranno, quindi dovrete posizionare un piatto o qualcos'altro con il peso sulle pigne in modo che possano affondare di nuovo sotto acqua. Lasciateli immergere per un'ora circa prima di passare alla fase successiva.

45

Inserite gli oli

Appoggiate le pigne su una teglia rivestita di alluminio e mettetele in un forno a 200°C per circa 30 minuti. Questo aiuterà le pigne ad aprirsi e ucciderà ogni roba grossolana che ha fatto il bagno. Una volta che le pigne si sono raffreddate completamente, trasferitele in una busta con chiusura a zip. Ora viene la parte divertente ovvero rompere i vostri oli essenziali. Quindi cospargete circa 30 gocce totali della vostra combinazione preferita di oli all'interno della borsa. Vi consiglio di usare circa 20 gocce di olio di cannella e circa 10 di olio di chiodi di garofano per un odore molto festivo. Sigillate la borsa e dategli una buona scossa.

Continua la lettura
55

Conservate la borsa

Mettete la borsa da qualche parte lontano da dove non viene disturbata per una settimana in modo che le pigne possano assorbire tutta la bontà. Più a lungo fate stare le pigne, più forte sarà l'odore, quindi se potete aspettare due settimane, meglio ancora! Cospargete la miscela di spezie con la pigna con oli essenziali di patchouli, arancio, sandalo, cannella o balsamo. Anche se desiderate aggiungere un aroma più pungente. Mescolate bene le spezie e gli oli sempre nella bustina. In alternativa, mettere le pigne in un sacchetto di plastica con diverse gocce di olio di cannella o chiodi di garofano. Oppure con olio essenziale di Natale. Sigillate le pigne nella busta per 2-7 giorni, dopodiché il profumatore d'ambiente con le pigne sarà pronto.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

6 bouquet di fiori per decorare ogni ambiente della casa

I fiori sono disponibili in natura di svariate tonalità e colori, e oltre ad ammirarli nel giardino o nei vasi di un balcone o terrazzo, è possibile anche sfruttarli per creare dei fantastici bouquet decorativi per la casa. Nello specifico si tratta...
Economia Domestica

Come profumare l'ambiente in modo naturale

Per rendere piacevole ed accogliente la propria casa non bastano soltanto l'ordine e la pulizia costante ma anche i profumi e gli odori giocano un ruolo importante per rendere l'ambiente perfetto. In commercio, è possibile acquistare un'infinità di...
Economia Domestica

Le migliori soluzioni naturali per profumare l'ambiente

Dopo aver provato per anni a profumare la mia casa con spray nocivi e fastidiosi, ho scoperto che ci sono altri modi per profumare la nostra casa in modo assolutamente naturale, rispettando ambiente e salute. Avete bisogno soltanto di semplicissimi ingredienti...
Economia Domestica

Come realizzare una ghirlanda di Natale con i fogli di giornale

Se per addobbare la vostra casa nel periodo di Natale intendete realizzare una ghirlanda, potete farlo in modo semplice riciclando dei fogli di giornale ed usando altri materiali di facile reperibilità. Si tratta di un lavoro che se eseguito correttamente,...
Economia Domestica

Come realizzare un bagno effetto legno

Il bagno è, senza alcun dubbio, uno degli ambienti più importanti della casa: è qui che ognuno si dedica alla cura della propria igiene, ed è dunque indispensabile che sia un ambiente salubre e dotato di tutti i comfort. Molti, però, fanno l'errore...
Economia Domestica

Come riutilizzare le grucce in legno

Come vedremo nel corso di questo breve tutorial, con un po' di fantasia e pazienza, è possibile utilizzare delle comuni grucce dei vestiti per realizzare ottimi lavori di riciclo creativo, senza investire cifre economiche esagerate, ma semplicemente...
Economia Domestica

Come realizzare un bracciale con le paillettes

Se siete amanti del fai da te e siete interessati a scoprire come sia possibile realizzare dei gioielli in casa (ovvero dei bracciali ricchi di paillettes, perline e strass), seguite con attenzione i consigli di questa guida, vi fornirò utili suggerimenti...
Economia Domestica

Come realizzare un presepe con il riciclo creativo

Nonostante possa sembrare difficile, realizzare un presepe con la tecnica del fai da te è in realtà un lavoro semplice e veloce, che non richiede spesso nessun particolare investimento economico (soprattutto se si utilizza la tecnica del riciclo creativo)....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.