Come ravvivare un armadio in arte povera

Tramite: O2O 18/07/2016
Difficoltà: facile
18

Introduzione

Alcune persone preferiscono un arredamento moderno, minimale, altre, invece, amano avere in casa mobili di stile antico e, in particolare, quelli che si definiscono "in arte povera". Può accadere di possederne già, magari ereditati dalla nonna, riposti in cantina e inutilizzati. Se avete voglia di dare quel tocco in più al vostro arredamento, vado a descrivere un semplice sistema (che uso anch'io) su come ravvivare un armadio in arte povera: bisogna avere a disposizione alcuni prodotti, un poco di pazienza e seguire questi suggerimenti con attenzione per ottenere risultati sorprendenti.

28

Occorrente

  • olio lucidante per mobili colorato (in tinta con l'armadio)
  • cera per mobili
  • stencil adesivi (floreali o con motivo a greca)
  • spray per mobili
  • panno flanella
38

I mobili in stile antico non sono suscettibili alle tendenze della moda e hanno un fascino speciale; purtroppo con il tempo perdono luminosità, si presentano un poco sciupati, o addirittura rigati e in certi casi forse ci stancano anche un pochino. Niente paura! Il procedimento per ravvivarli è il seguente: il primo passaggio consiste nel togliere la polvere accuratamente con uno spray per il legno ed un panno di flanella.

48

Ci si deve procurare della cera per mobili, reperibile nei negozi di ferramenta: si tratta di un bastoncino di cera solido in varie tonalità di colore che va utilizzato per otturare i piccoli fori o le irregolarità della superficie. Per stenderlo sulla zona in modo efficace, è indispensabile riscaldare l'estremità con la fiammella dell'accendino: successivamente si dovrà asportare la cera eccedente con un panno. Questa operazione risulterà abbastanza semplice quando la cera è ancora calda.

Continua la lettura
58

A questo punto bisogna prendere dell'olio di semi di lino (anche questo lo si trova nei negozi di parati o in ferramenta), lo si passa sull'intera superficie del mobile con particolare cura sulle zone cosparse di cera: si lascia agire per qualche ora e quindi si strofina molto bene per togliere l'olio in eccesso.

68

In effetti il procedimento descritto non è utile solo per recuperare la lucentezza sulle superfici rovinate ma è applicabile anche per un'ordinaria manutenzione dell'armadio o di altri pezzi dell'arredo. Se vi siete semplicemente stancati del mobile, potete applicare degli stencil adesivi, (si trovano nelle colorerie o in grandi negozi per la casa) magari con motivi floreali tipo rose con gambo o edera che danno l'effetto di risalire sul mobile, si può applicare una decorazione più grande al centro (vaso di fiori, girasole), oppure si può incollare una greca con motivi delicati, colorati in stile antico, fiori ecc, lungo le ante.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come ravvivare il colore dei tappeti

Scegliere un tappeto, anche umile, per arredare una stanza, le dona un senso di ospitalità ed eleganza. L'uso di certi tappeti pregevoli, poi rende gli ambienti sicuramente più importanti e completa un arredamento in maniere molto affascinanti. Per...
Arredamento

5 idee per rimodernare un armadio a muro

Un armadio a muro è un elemento di notevole utilità. Permette di riporre ordinatamente gli oggetti più disparati, dagli indumenti agli utensili di ogni genere. Se desiderate ristrutturare un vecchio armadio a muro, continuate a leggere. Nei passi che...
Arredamento

Come illuminare la cabina armadio

Per progettare e realizzare adeguatamente una cabina armadio, è necessario considerare alcuni aspetti di fondamentale importanza. Per prima cosa, dovrete esaminare minuziosamente lo spazio a vostra disposizione e, da questo, deriverà la scelta di elementi...
Arredamento

Come progettare un armadio

Tanti desiderano avere in casa un ampio armadio dove tenere in modo ordinato vestiti ed accessori. Il guardaroba è sicuramente un elemento indispensabile in ogni casa e va scelto in base alle proprie esigenze e allo spazio disponibile. Se tuttavia non...
Arredamento

Come decorare un vecchio armadio con la tecnica del decapè

Il recupero di un vecchio armadio, riportandolo al colore originale del suo legno, è un lavoro realizzabile anche in casa, che prende il nome di decapè. Con la tecnica del decapè riusciremo a rinnovare e a decorare un mobile con molta semplicità....
Arredamento

Come modificare un armadio per renderlo più capiente

Se il vostro armadio è stracolmo e non sapete come sistemare gli abiti, e soprattutto intendete tenerli sempre ordinati separando quelli da donna e da uomo, potete modificare la struttura per renderlo più capiente. Il lavoro non è difficile e nemmeno...
Arredamento

5 validi motivi per avere una cabina armadio

Se avete deciso di rinnovare la vostra casa, o quanto meno la vostra camera da letto, oppure siete una giovane coppia di sposi in procinto di andare a vivere insieme, tenete presente l'idea di integrare nella vostra stanza una cabina armadio. Si tratta,...
Arredamento

Come arredare una cabina armadio per bambini

In questo articolo tratteremo un argomento che piacerà sicuramente alle mamme che amano l'ordine e la precisione nel sistemare i vestitini dei loro piccoli principini.Come arredare una cabina armadio per bambini.Sicuramente la cabina armadio sarà un...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.