Come rasare un muro a gesso

Tramite: O2O 11/11/2016
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se in casa abbiamo appena restaurato un muro, è necessario rifare l'intonaco, e per questa operazione occorre del gesso specifico chiamato rasante, che si applica con un frattazzo e poi subito dopo si effettua una buona levigatura che ci consente di ottenere una superficie liscia e setosa pronta per l'eventuale tinteggiatura. A tale proposito ecco una guida su come rasare un muro a gesso.

26

Occorrente

  • Frattazzo
  • Cazzuola
  • Gesso rasante
  • Carta abrasiva a grana media
  • Panno di tela bianco
36

Prima di cominciare la descrizione su come applicare il rasante a base di gesso, facciamo una rapida carrellata degli strumenti necessari per l'operazione; infatti, occorrono soltanto una cazzuola per mescolare il prodotto con acqua, e un frattazzo, che sui laterali si compone di due diverse sagome che successivamente vedremo nel dettaglio a cosa servono. Naturalmente anche un buon quantitativo di gesso rasante è indispensabile specie se la superficie da ricoprire è molto ampia.

46

A questo punto possiamo iniziare il lavoro, per cui prendiamo un recipiente di plastica e dopo aver versato il gesso rasante in polvere, lo allunghiamo gradualmente con dell'acqua fino ad ottenere un impasto abbastanza consistente. Adesso usiamo la cazzuola con cui applichiamo il gesso sul muro, e subito dopo con l'altra mano afferriamo il frattazzo e di piatto lo schiacciamo per compattarlo. Fatto ciò con il lato dentato del frattazzo creiamo una sorta di incrocio che serve nello specifico a far aderire il gesso nei vari interstizi. Completata questa fase, il frattazzo va utilizzato con il laterale che si presenta completamente liscio, e passato poi sulla superficie in orizzontale, per eliminare il gesso residuo ed eventuali colature. Una volta essiccato il gesso si può levigare con della carta abrasiva a grana media, oppure semplicemente con un panno di tela bianco e pulito leggermente imbevuto in acqua.

Continua la lettura
56

Una volta che la superficie del muro appare completamente ricoperta, è sufficiente applicare dell'altro rasante sempre con il frattazzo, e con rapidi movimenti circolari cospargerlo in modo uniforme ottenendo quindi lo spessore necessario per la posa di eventuali rivestimenti in legno, oppure per ricevere la tinteggiatura della tonalità che maggiormente si adatta al design impostato in casa. Se tuttavia decidiamo di applicare delle piastrelle, in questo caso l'ultimo strato di gesso rasante, lo sagomiamo con la parte dentata del frattazzo, creando in tal modo, delle linee verticali e perfettamente parallele tra loro, che fungono da canaletti, ideali per far aderire perfettamente il collante specifico per le suddette piastrelle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come rimuovere il gesso dalle pareti di calcestruzzo

Quando si deve procedere alla ristrutturazione totale di un'abitazione, è necessario intervenire con tecniche specifiche molto costose, per far tornare un ambiente nuovo, funzionale e ordinato. La prima cosa a cui si pensa dopo una revisione della pavimentazione,...
Ristrutturazione

Come riparare una crepa su un muro interno

Le crepe sui muri si formano per due principali motivi: movimenti e assestamenti primari dell'edificio stesso (anche se di costruzione datata) e assestamenti secondari derivanti dal movimento del terreno, su cui l'immobile è posto. Naturalmente, per...
Ristrutturazione

Come realizzare una colonna in gesso

Le colonne in gesso rappresentano degli elementi di arredo davvero originali e funzionali, che donano prestigio e solennità a qualsiasi tipo di ambiente. L'aspetto che convince molte persone ad utilizzare questi tipi di elementi d'arredo, è rappresentato...
Ristrutturazione

Come ristrutturare gli spigoli dei muri e le crepe tra muro e legno

In questo articolo vogliamo aiutare tutti i nostri lettori, che sono dei veri e propri appassionati del metodo del fai da te, a capire come poter ristrutturare gli spigoli dei muri ed anche le crepe, che si possono creare tra muro e legno. Grazie al metodo...
Ristrutturazione

Come carteggiare e stuccare una parete di gesso

Se dobbiamo rifinire una parete di gesso appena innalzata, sono necessarie almeno due importanti operazioni prima di procedere con la tinteggiatura. Nello specifico si tratta di stuccare e carteggiare la superficie, in modo da renderla liscia e setosa....
Ristrutturazione

Come Riparare Un Motivo Decorativo In Gesso

Ci sarà sicuramente capitato di dover realizzare alcuni lavori all'interno della nostra abitazione per darle un aspetto nuovo e mantenerla sempre al passo con i tempi. Per l'esecuzione di queste attività generalmente preferiamo rivolgerci ad operai...
Ristrutturazione

Come costruire un muro portante

Per dare vita ad un edificio, è necessario iniziare dalle fondamenta. Un muro portante è essenzialmente lo 'scheletro' della costruzione. Esso prende infatti la funzione di sorreggerne l'intero peso evitandone il crollo. Su di esso non possono essere...
Ristrutturazione

Come ristrutturare un muro con un cappotto esterno

Se la casa ha problemi di umidità si può risolvere l'inconveniente con il sistema di isolamento termico a cappotto. È una tecnologia avanzata di protezione termica degli edifici, sia nuovi che vecchi. Per fare questa operazione ed avere la garanzia...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.