Come raccogliere e pulire i fichi d'india

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

I fichi d'india sono piante di origine americana. Essi sono presenti nell'area mediterranea e crescono in zone esposte al sole con terreni rocciosi. È un frutto ricco di fibre, sapore, vitamine e sali minerali; inoltre sembra che sia addirittura curativo, poiché evita l'aumento di peso e tiene sotto controllo la glicemia ed il colesterolo. La raccolta del fico d'india non è agevole per le numerose spine che sono presenti sulla buccia, ma il suo gusto e le sue proprietà inducono alla raccolta ed alla consumazione. A tal proposito, in questa guida, vi spiegherò come raccogliere e pulire correttamente i fichi d'india.

27

Occorrente

  • Tagliere di legno o plastica dura
  • Bacinella
  • Acqua fredda
  • Coltello e contenitore
  • Guanti protettivi
  • Svettatore
37

Utilizzare dei guanti protettivi ed uno svettatore

Anticamente, per raccogliere i fichi d'india, si utilizzava un macete o un comune falcetto. Si tagliava il fico e si lasciava cadere in un barattolo di metallo o in un contenitore messo sotto il frutto. Un metodo valido sarà quello di prendere un coltello ed un contenitore, evitando di toccare i frutti. Oltre a ciò, sarà opportuno indossare dei guanti protettivi, anche se quest'ultimi proteggeranno solo dalle piccole spine, ma non dagli aculei della pianta. Per i punti più lontani, si potrà utilizzare uno svettatore; bisognerà, però, mettersi sotto un contenitore di raccolta o legare un barattolo di metallo allo stesso. In questo caso, sarà preferibile utilizzare l'utensile strutturato a doppio tubo vuoto in metallo; esso è dotato di un manico lungo di legno che permette di arrivare ai fichi d'india più distanti.

47

Sbucciare i fichi d'india

Dopo aver raccolto i fichi d'india, bisognerà sbucciarli facendo attenzione a non riempirsi di spine. In commercio, esistono delle apposite pinze da cucina che danno la possibilità di tagliare e sbucciare interamente il fico d'india. Per effettuare questa operazione, sarà necessario tenerlo fermo ed avere un po' di pazienza, ma ci si renderà conto immediatamente che si tratta di un'impresa per nulla complicata.

Continua la lettura
57

Rimuovere la polpa

Per rendere semplice l'operazione, sarà opportuno inserire i fichi d'india in una bacinella piena di acqua fredda e lasciarli in ammollo per circa un'ora. Dopo aver fatto ciò, si dovranno mescolare con un mestolo da cucina forato e cambiare l'acqua due o tre volte: così facendo, le spine cadranno da sole. Successivamente, sarà necessario procurarsi un tagliere di legno o in plastica dura, un coltello ben tagliante ed una forchetta con le punte acuminate. Sarà opportuno infilzare il frutto con la forchetta e tagliare con il coltello le due estremità del fico. In seguito, si dovrà effettuare un'incisione profonda qualche millimetro per l'intera lunghezza del fico d'india. La buccia andrà tenuta con il coltello e sollevata aiutandosi con la punta. A questo punto, si dovrà prendere il fico senza buccia e rimuovere accuratamente la polpa.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i semi dopo l'estate

Durante la bella stagione, a partire dalla primavera, sono tante le piante e i fiori che sbocciano. Il periodo tra Marzo e Aprile è il migliore per apprezzare la bellezza della nuova vita che nasce. Chi possiede un cortile o un giardino avrà con tutta...
Economia Domestica

I migliori metodi per raccogliere rifiuti urbani

Per noi cittadini raccogliere i rifiuti urbani, oltre che essere un doveroso atto di civiltà e di rispetto ambientale, è soprattutto un obbligo. Per ottimizzare il risultato, possiamo inoltre seguire diversi metodi, e smistarli quindi in modo adeguato....
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i funghi porcini

Arriva il mese di ottobre che annuncia l'apertura della caccia e l'arrivo dei funghi. La raccolta dei funghi richiede esperienza e conoscenza delle specie e del territorio per evitare avvelenamenti. Tra le varie e numerose tipologie di funghi una delle...
Economia Domestica

Come raccogliere l'acqua piovana con i pluviali

Se abbiamo un terrazzo o un ampio balcone, ed intendiamo raccogliere al meglio l'acqua piovana e quella che utilizziamo per le innaffiature delle piante, è importante creare la pendenza giusta, affinché il liquido per tracimazione si immetta nel pluviale...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i capperi

La pianta del cappero è un arbusto che vive sui muri e sulle rupi, nelle regioni meridionali dell'Europa, attorno al Mediterraneo, presso il mare (specialmente nell'isola di Pantelleria, in Sicilia e in Provenza). Ha fusti esili, penduli, un po' spinosi,...
Economia Domestica

Come pulire le cime di rapa

Le cime di rapa sono degli ortaggi coltivati in particolare nel sud Italia e la loro parte commestibile sono le foglie, i boccioli e i fiori. Se desideri cucinare le orecchiette alle cime di rapa o qualsiasi altro piatto che contiene questo gustoso ortaggio,...
Economia Domestica

Come pulire le trombette dei morti

Le trombette dei morti sono una specie di funghi che vivono nei boschi di latifoglie italiani. Il loro nome deriva dalla caratteristica forma che ricorda molto una trombetta e perché sono reperibili in natura a partire dal mese di novembre. Vengono utilizzate...
Economia Domestica

Come pulire l'argento con la cenere

Eccoci qui, a proporre a tutte le donne e non solo, che amano pulire casa e tutti gli elementi che la costituiscono, come pulire l'argento con l'aiuto di un elemento del tutto diverso dai classici prodotti utilizzati: ovvero, la cenere. Chi di noi non...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.