Come raccogliere e conservare i semi dopo l'estate

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Durante la bella stagione, a partire dalla primavera, sono tante le piante e i fiori che sbocciano. Il periodo tra Marzo e Aprile è il migliore per apprezzare la bellezza della nuova vita che nasce. Chi possiede un cortile o un giardino avrà con tutta probabilità diversi vasi e piante. Molte di loro crescono rigogliose durante la bella stagione. Con l'avvicinarsi dell'autunno cominciano a seccare e morire. È un vero peccato non poter godere di tanta bellezza anche durante l'anno successivo. A meno che non ci si impegni a raccogliere e conservare i semi dopo l'estate. Chi è esperto di giardinaggio sa bene come fare. Ma per i novizi daremo alcuni consigli in questa guida.

27

Occorrente

  • Barattoli di vetro.
  • Sacchetti di carta.
37

Raccogliere e conservare i semi è molto importante per buoni raccolti successivi. È una pratica antica che l'uomo porta avanti da secoli. Possiamo trattare i semi in questo modo per piante di vario tipo, fiori e ortaggi. Le condizioni migliori per conservare un seme sono quelle a scarsa umidità. È la situazione opposta a quella che ne favorisce la germinazione. Ciò non comporterà l'essiccazione del seme. Quest'ultimo, infatti, entrerà come in "letargo", e si risveglierà al mutare delle condizioni. Possiamo innanzitutto raccogliere i semi all'interno di un barattolo in vetro. Riponiamo il barattolo in un luogo fresco e asciutto, lontano da zone umide.

47

Ogni pianta, fiore o ortaggio può avere semi molto differenti. È importante conoscerli, in modo da capire quale sia il periodo migliore per la raccolta. Anticiparla o ritardarla troppo, infatti, potrebbe non rendere al meglio. In ogni caso, per trattare e conservare correttamente i semi possiamo agire in due modi. Possiamo attuare innanzitutto la lavorazione a secco. Aspettiamo che le teste dei semi, ancora sulla pianta, si asciughino del tutto. Raccogliamoli uno ad uno ed eliminiamo elementi non appartenenti al seme. Riponiamoli all'interno di un sacchetto di carta e conserviamo tutto al buio, in luogo asciutto.

Continua la lettura
57

Nella lavorazione a umido, invece, il seme fermenta insieme a polpa e liquidi. È una pratica in uso per grandi frutti, come i meloni. L'insieme di polpa e semi si versa in un bicchiere, dove il tutto fermenterà per circa 5 giorni. In quest'arco di tempo i semi in salute si depositeranno sul fondo. Dovremo raccogliere questi semi e sistemarli su carta o su un panno di stoffa. Quando saranno perfettamente asciutti, richiudiamoli all'interno di un barattolo. Anche in questo caso riponiamo i semi in luogo asciutto e fresco, lontani dalla luce.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare frutta e verdura in estate

In estate, si sa, a causa delle alte temperature che ci fanno sudare molto e, di conseguenza, perdere sali minerali, è importante consumare frutta e verdura a volontà. Il problema sorge quando dobbiamo mantenerla a lungo e in buono stato: non è così...
Economia Domestica

Come conservare i cosmetici in estate

Nonostante possa sembrare banale, conservare i trucchi in estate nel modo giusto è fondamentale, soprattutto se si desidera mantenere nel tempo l'efficacia e la capacità coprente di determinati prodotti cosmetici (ad esempio di fondotinta, rossetti...
Economia Domestica

Come conservare al meglio frutta e verdura in estate

I vantaggi che porta l'arrivo dell'estate possono essere davvero tanti, ma va anche detto allo stesso tempo che ci possono essere dei lati negativi. Infatti per la frutta e la verdura, in questo periodo dell'anno ne risentono un po' di più, tale stagione...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i capperi

La pianta del cappero è un arbusto che vive sui muri e sulle rupi, nelle regioni meridionali dell'Europa, attorno al Mediterraneo, presso il mare (specialmente nell'isola di Pantelleria, in Sicilia e in Provenza). Ha fusti esili, penduli, un po' spinosi,...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i funghi porcini

Arriva il mese di ottobre che annuncia l'apertura della caccia e l'arrivo dei funghi. La raccolta dei funghi richiede esperienza e conoscenza delle specie e del territorio per evitare avvelenamenti. Tra le varie e numerose tipologie di funghi una delle...
Economia Domestica

Come conservare la mozzarella di bufala in estate

La mozzarella di bufala è prodotto che ha origini campane anche se ve ne sono ottime produzioni nel basso Lazio, nel nord della Puglia ed in alcune città del Molise. Questa specialità dell'Italia meridionale presenta una storia nella preparazione che...
Economia Domestica

I migliori metodi per raccogliere rifiuti urbani

Per noi cittadini raccogliere i rifiuti urbani, oltre che essere un doveroso atto di civiltà e di rispetto ambientale, è soprattutto un obbligo. Per ottimizzare il risultato, possiamo inoltre seguire diversi metodi, e smistarli quindi in modo adeguato....
Economia Domestica

Come raccogliere i buoni sconto

Complice la crisi finanziaria, sempre più famiglie e single devono fare i conti con le spese quotidiane impellenti. Emerge sempre più forte la necessità di dover risparmiare quanto più possibile. Per riuscire a raggiungere tale traguardo in modo ancora...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.