Come raccogliere e conservare i capperi

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La pianta del cappero è un arbusto che vive sui muri e sulle rupi, nelle regioni meridionali dell'Europa, attorno al Mediterraneo, presso il mare (specialmente nell'isola di Pantelleria, in Sicilia e in Provenza). Ha fusti esili, penduli, un po' spinosi, con foglie spesse e un po' carnose; i fiori sono grandi, di colore bianco; i frutti, da distinguersi in capperi e cucunci, sono prelibatezze caratterizzate da un sapore inconfondibile; sono conservate sotto sale, sott'olio o sott'aceto e servono, in cucina, come condimento aromatizzante specialmente per le salse. Se siete interessati a sapere come raccogliere e conservare i capperi continuate la lettura dei passi successivi.

28

Occorrente

  • Capperi
  • Vasetti di vetro
  • Sale grosso
  • guanti
38

Per quanto riguarda la raccolta, essa avviene nei mesti estivi in concomitanza con la fioritura della pianta. Come già detto nel passo precedente, la pianta del cappero è molto spinosa, quindi per evitare ferite è opportuno proteggere le mani con dei guanti. C'è da premettere che il cappero non è il frutto ma bensì il bocciolo del fiore della pianta. Se non vengono colti continuando ad essere alimentati dalla pianta, i boccioli maturano e diventano cucunci, i frutti veri e propri.

48

La fioritura della pianta copre un periodo che va da maggio ad agosto; i boccioli raccolti nei primi due mesi sono piccoli e molto profumati. Questi capperi sono particolarmente buoni anche consumati crudi, invece, i boccioli che fioriscono nei due mesi successivi, sono caratterizzati da una dimensione maggiore e da un sapore più delicato. In questo caso, anche per via della grandezza, è consigliabile consumarli previa cottura. La raccolta dei capperi è lunga e laboriosa, considerando che bisogna tirar via i capperi manualmente; inoltre, occorrono più di mille capperi per riempire un vasetto da 250 grammi.

Continua la lettura
58

Bisogna trattare i capperi subito dopo la raccolta, per evitare che perdano il profumo: dopo averli sciacquati con acqua fredda, ogni bocciolo deve essere privato del gambo. Se avete raccolto molti capperi, conviene separarli per dimensioni, in modo da avere dei vasetti con capperi omogenei. Man mano che il vasetto si riempie, aggiungete una manciata di sale grosso su ogni strato di capperi e continuate alternando uno strato di capperi ed uno di sale grosso.

68

La procedura di conservazione non è ancora finita: il sale farà perdere ai capperi del liquido e questo liquido è acqua che contiene l'essenza amara del cappero, e si deposita sul fondo del vasetto. Per circa una settimana, bisognerà scolare quest'acqua: se raccogliete i capperi giornalmente, potete aggiungere altri capperi ed altro sale nello stesso vasetto, poiché disidratandosi i capperi perdono di volume lasciando spazio libero all'interno. Alla fine di queste operazioni basta coprire la sommità del vasetto con uno strato di sale, chiudere e lasciare per almeno un mese al buio prima di essere consumato.

78

Guarda il video

88

Consigli

Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Ristrutturazione

Come pulire i pennelli dai colori ad olio

L'arte è un piacere per gli occhi e per lo spirito, sia per chi pratica la tecnica, sia per chi ne beneficia e l'abbraccia con uno sguardo all'interno dei musei o nelle esposizioni. Ma ogni tecnica porta con sé le sue difficoltà, che non si esauriscono...
Economia Domestica

Come impiattare un risotto

In cucina, il connubio tra gusto ed estetica è un fattore determinante per la presentazione di un piatto di portata: presentare in maniera raffinata ed elegante una pietanza, infatti, stimola desiderio ed appetito, oltre a scatenare il piacevole stupore...
Economia Domestica

5 preparazioni veloci da fare con il frullatore a immersione

Al giorno d'oggi il lavoro tra i fornelli viene reso più facile e accessibile ai più grazie a degli strumenti sempre più all'avanguardia. Tra questi sicuramente troviamo il frullatore a immersione, che ci permette di sveltire e velocizzare la preparazione...
Economia Domestica

Come conservare il prezzemolo sotto sale

Il prezzemolo è uno dei tanti aromi che vengono utilizzati di frequente in cucina. Serve per completare il gusto di certe pietanze, come per esempio, carne e pesce, ma anche per alcune verdure come i pomodori ripieni e così via. Il prezzemolo può essere...
Economia Domestica

Come conservare i cetriolini sott'aceto

I cetriolini sott'aceto vengono spesso serviti con l' antipasto di salumi all'italiana o con semplici aperitivi. Sono ideali per farcire panini, tramezzini e vengono utilizzati per la creazione di svariate ricette. Sono adatti per realizzare guarnizioni...
Economia Domestica

Come conservare l'erba cipollina fresca

L'erba cipollina è una spezia gustosa e facile da abbinare. Si coltiva con grande semplicità in vasetti o nell'orto. Cresce senza grandi problemi e senza bisogno di particolari cure. L'erba cipollina inoltre si abbina facilmente a molte pietanze. Il...
Economia Domestica

Come conservare le acciughe salate sott'olio

Chi di noi non conosce le acciughe sott'olio? Si tratta di un alimento che può essere utilizzato in tantissimi modi, come per esempio per condire la pizza, preparare bruschette o per realizzare gustosi primi piatti. Prepararle in casa è semplicissimo...
Economia Domestica

Come conservare le cipolle sott'olio

Se nel periodo primaverile acquistiamo un buon quantitativo di cipolle, ed in particolare quelle più piccole comunemente conosciute con l'appellativo di "cipolline novelle", possiamo approfittarne per conservarle a lungo per i mesi invernali. Il tipo...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.