Come raccogliere e conservare i capperi

tramite: O2O
Difficoltà: media
18

Introduzione

La pianta del cappero è un arbusto che vive sui muri e sulle rupi, nelle regioni meridionali dell'Europa, attorno al Mediterraneo, presso il mare (specialmente nell'isola di Pantelleria, in Sicilia e in Provenza). Ha fusti esili, penduli, un po' spinosi, con foglie spesse e un po' carnose; i fiori sono grandi, di colore bianco; i frutti, da distinguersi in capperi e cucunci, sono prelibatezze caratterizzate da un sapore inconfondibile; sono conservate sotto sale, sott'olio o sott'aceto e servono, in cucina, come condimento aromatizzante specialmente per le salse. Se siete interessati a sapere come raccogliere e conservare i capperi continuate la lettura dei passi successivi.

28

Occorrente

  • Capperi
  • Vasetti di vetro
  • Sale grosso
  • guanti
38

Per quanto riguarda la raccolta, essa avviene nei mesti estivi in concomitanza con la fioritura della pianta. Come già detto nel passo precedente, la pianta del cappero è molto spinosa, quindi per evitare ferite è opportuno proteggere le mani con dei guanti. C'è da premettere che il cappero non è il frutto ma bensì il bocciolo del fiore della pianta. Se non vengono colti continuando ad essere alimentati dalla pianta, i boccioli maturano e diventano cucunci, i frutti veri e propri.

48

La fioritura della pianta copre un periodo che va da maggio ad agosto; i boccioli raccolti nei primi due mesi sono piccoli e molto profumati. Questi capperi sono particolarmente buoni anche consumati crudi, invece, i boccioli che fioriscono nei due mesi successivi, sono caratterizzati da una dimensione maggiore e da un sapore più delicato. In questo caso, anche per via della grandezza, è consigliabile consumarli previa cottura. La raccolta dei capperi è lunga e laboriosa, considerando che bisogna tirar via i capperi manualmente; inoltre, occorrono più di mille capperi per riempire un vasetto da 250 grammi.

Continua la lettura
58

Bisogna trattare i capperi subito dopo la raccolta, per evitare che perdano il profumo: dopo averli sciacquati con acqua fredda, ogni bocciolo deve essere privato del gambo. Se avete raccolto molti capperi, conviene separarli per dimensioni, in modo da avere dei vasetti con capperi omogenei. Man mano che il vasetto si riempie, aggiungete una manciata di sale grosso su ogni strato di capperi e continuate alternando uno strato di capperi ed uno di sale grosso.

68

La procedura di conservazione non è ancora finita: il sale farà perdere ai capperi del liquido e questo liquido è acqua che contiene l'essenza amara del cappero, e si deposita sul fondo del vasetto. Per circa una settimana, bisognerà scolare quest'acqua: se raccogliete i capperi giornalmente, potete aggiungere altri capperi ed altro sale nello stesso vasetto, poiché disidratandosi i capperi perdono di volume lasciando spazio libero all'interno. Alla fine di queste operazioni basta coprire la sommità del vasetto con uno strato di sale, chiudere e lasciare per almeno un mese al buio prima di essere consumato.

78

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i capperi appena raccolti

L'alimentazione rappresenta un aspetto molto importante per garantire il benessere dell'organismo umano. Di conseguenza bisogna seguire un regime alimentare corretto anche quando non ci si trova in sovrappeso. Per assicurare una vita salutare, diventa...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i semi dopo l'estate

Durante la bella stagione, a partire dalla primavera, sono tante le piante e i fiori che sbocciano. Il periodo tra Marzo e Aprile è il migliore per apprezzare la bellezza della nuova vita che nasce. Chi possiede un cortile o un giardino avrà con tutta...
Economia Domestica

Come conservare i capperi sotto aceto

Se vuoi cimentarti nella conservazione dei capperi in modo tale da poterli gustare tutto l'anno prosegui con la lettura poiché questa guida potrebbe fare al caso tuo. I capperi vengono raccolti durante il periodo estivo e possono essere utilizzati in...
Economia Domestica

Come raccogliere e conservare i funghi porcini

Arriva il mese di ottobre che annuncia l'apertura della caccia e l'arrivo dei funghi. La raccolta dei funghi richiede esperienza e conoscenza delle specie e del territorio per evitare avvelenamenti. Tra le varie e numerose tipologie di funghi una delle...
Economia Domestica

Come raccogliere i buoni sconto

Complice la crisi finanziaria, sempre più famiglie e single devono fare i conti con le spese quotidiane impellenti. Emerge sempre più forte la necessità di dover risparmiare quanto più possibile. Per riuscire a raggiungere tale traguardo in modo ancora...
Economia Domestica

I migliori metodi per raccogliere rifiuti urbani

Per noi cittadini raccogliere i rifiuti urbani, oltre che essere un doveroso atto di civiltà e di rispetto ambientale, è soprattutto un obbligo. Per ottimizzare il risultato, possiamo inoltre seguire diversi metodi, e smistarli quindi in modo adeguato....
Economia Domestica

Come conservare le foglie di timo

Le erbe aromatiche sono degli ingredienti sempre presenti nelle cucine italiane. Queste riescono ad insaporire ulteriormente i piatti, conferendo loro un sapore particolare ed un profumo inconfondibile. Molte persone avranno sicuramente qualche piantina...
Economia Domestica

Come raccogliere e pulire i fichi d'india

I fichi d'india sono piante di origine americana. Essi sono presenti nell'area mediterranea e crescono in zone esposte al sole con terreni rocciosi. È un frutto ricco di fibre, sapore, vitamine e sali minerali; inoltre sembra che sia addirittura curativo,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.