Come pulire una padella in pietra

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La pentola è un recipiente adatto a cuocere cibi; generalmente è di forma circolare, ovale oppure quadrata con angoli arrotondati ed ha alle estremità uno o più manici. Può essere costruita in metallo, ferro, acciaio inox, ghisa, alluminio, rame, coccio, pyrex e pietra ollare. Viene realizzata a volte in bimetallo, cioè un foglio sottile di inox accoppiato ad uno di rame. Le pentole in acciaio inox sono quelle più utilizzate in cucina. Leggendo il tutorial si possono avere dei consigli su come pulire correttamente una padella in pietra.

26

Occorrente

  • Spugnetta abrasiva e acqua calda
  • Spatola in legno
36

Immergere in acqua calda

Gli utensili da cucina in pietra vengono realizzati con un processo che prevede la cottura di questo materiale ad alte temperature. In questo modo si creano pentole e padelle che hanno superfici interne non porose. La pietra assorbe il calore facilmente per cui il cibo cuoce in maniera uniforme. Inoltre, quando si cuociono i cibi in una padella in pietra essi restano caldi per più tempo. Per effettuare un'accurata pulizia si deve immergere la padella in acqua calda e lasciarla in ammollo dai trenta ai sessanta minuti. In seguito si deve gettare l'acqua ed utilizzare una spatola di plastica ed un cucchiaio in legno per rimuovere il cibo cotto che è rimasto sul fondo della padella. Si può anche strofinare il recipiente con una spugnetta abrasiva per rimuovere eventuali residui di cibo.

46

Sgrassare

Si deve continuare a sgrassare la superficie della pentola fino a quando torna pulita. Si deve sciacquare la padella con acqua tiepida ed asciugarla con un canovaccio asciutto e pulito. Bisogna riporla in un luogo dove non viene scalfita da altri piatti o utensili. Quando si utilizza per la prima volta bisogna applicare uno strato sottile d'olio d'oliva da cucina sulle superfici interne del recipiente e strofinare con le dita. È opportuno con questo tipo di utensile prolungare il tempo di cottura di circa cinque minuti in quanto agli alimenti occorre più tempo per cominciare a scaldarsi.

Continua la lettura
56

Non usare la lavastoviglie

Alcune padelle in pietra hanno una superficie interna in smalto satinato. Questo processo di smaltatura rende le pentole più facili da pulire. Le padelle in pietra smaltata si possono lavare anche in lavastoviglie. Non bisogna utilizzare nessun tipo di sapone sulla pietra semplice e non è consigliabile lavarla in lavastoviglie. Dopo averla lavata, si deve far asciugare completamente prima di utilizzarla di nuovo. Inoltre, non bisogna utilizzare utensili metallici su questo tipo di casseruola per non correre il rischio di graffiare la superficie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire una padella in ghisa

In cucina si possono utilizzare pentole e padelle antiaderenti di ultima generazione. Queste padelle, possono essere di: ceramica, acciaio o di altro materiale. Esistono anche delle padelle in ghisa, cioè, quelle molto pesanti. Le padelle in ghisa, però,...
Pulizia della Casa

Come pulire la pietra serena

La pietra serena è una pietra naturale di origine arenaria, proveniente dalla Toscana. Anticamente è stato il materiale più utilizzato nell'architettura rinascimentale fiorentina, ma tutt'oggi questa pietra è ampiamente usata sia per uso interno che...
Pulizia della Casa

Come pulire una scala in pietra lavica

Le piastrelle del pavimento in pietra possono perdere la loro brillantezza nel tempo e lo stucco può scolorire. Fortunatamente, la maggior parte dei tipi di pietra è facile da pulire e si pulisce con una semplice manutenzione. Per pulire tipi di pietra,...
Pulizia della Casa

Come pulire una padella antiaderente

Dopo una serie infinita di tegami bruciati e anneriti, abbiamo scoperto il meraviglioso mondo delle padelle antiaderenti. Queste ultime infatti, sono dotate di un fondo appositamente concepito per scongiurare l'odioso problema del cibo attaccato e annerito...
Pulizia della Casa

Come pulire la pietra refrattaria

Le pietre refrattarie oggi sono diventate ormai oggetti di uso quotidiano in molte cucine; infatti, spesso vengono definite anche "pietre per pizza" poiché si possono usare per cuocere qualsiasi pietanza e soprattutto ideali per verdure, carni e per...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in pietra lavica

Le padelle, i caratteristici e famosi utensili sui quali cuocere cibi, possono essere composte di diversi materiali. Uno dei più particolari è senza dubbio quello composto di pietra lavica. Le padelle fatte di questi materiali si contraddistinguono...
Pulizia della Casa

Come pulire le piastrelle in pietra lavica smaltata

La pietra lavica è un prodotto al quanto poroso, proveniente propriamente dell'effusione della lava fuoriuscita dai crateri di un vulcano. Si tratta di un prodotto dalle caratteristiche meccaniche abbastanza forti, ma tendente a rovinarsi in termini...
Pulizia della Casa

Come pulire la pietra turchese

Le pietre preziose sono tra i principali componenti degli accessori che fanno parte del look generale di una persona. Bracciali, collane o anelli: tutti questi oggetti possono essere realizzati con pietre minerali di diverso valore. Tra le pietre minerali...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.