Come pulire una giacca di lana

Tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Gli indumenti caldi e pesanti sono i veri protagonisti della fredda stagione. Come per ogni abito, può capitare di macchiare o di sporcare anche i capi di lana che senza dubbio sono più delicati dei normali indumenti che siamo soliti lavare. Tuttavia, se non si adottano i dovuti accorgimenti per eseguire un giusto lavaggio per quanto riguarda i capi di lana, nella malaugurata ipotesi ci ritroveremo dei capi infeltriti e rimpiccioliti di parecchie taglie. Nei vari passi di questa guida troverete degli utili suggerimenti su come pulire una giacca di lana.

27

Occorrente

  • Bacinella.
  • Acqua fredda e ammoniaca.
  • Spazzola.
  • Sapone neutro.
  • Gruccia e asciugamano.
37

Il primo passo consiste nel leggere attentamente l'etichetta del vostro capo. Ogni giacca di lana ha una composizione propria che può consentire o meno un lavaggio a secco o con acqua. Nel primo caso bisogna fare bene attenzione alla giornata che si sceglierà per lavare il capo, poiché è fondamentale avere a disposizione una bella giornata di sole per svolgere l'intero procedimento. Successivamente, si può preparare una soluzione costituita da 4 litri di acqua fredda e 1/2 litro di ammoniaca. Si può appendere la giacca su una gruccia e si può cominciare a spazzolarla molto delicatamente. Dopo aver terminato l'operazione in ogni parte, si deve stendere il tutto in una zona calda ma nascosta dal sole per consentirne l'asciugatura rapida. Sono necessari circa due giorni per poterlo riusare perfettamente asciutto.

47

Se la vostra giacca può essere pulita con l'acqua, si può decidere sia di effettuare un lavaggio a mano che in lavatrice. In quest'ultimo caso, è bene fare attenzione al tipo di impostazione che si seleziona poiché ne esistono di specifici "a mano" oppure per i capi in lana. Optando per la prima opzione, si può riempire una bacinella di grande ampiezza con dell'acqua fredda e mezzo bicchiere di sapone liquido, lasciando il tutto in ammollo per circa 10 minuti. Trascorso questo tempo, si può decidere di strofinare la zona più problematica oppure lo si può risciacquare tranquillamente, mettendolo ad asciugare come nel caso considerato nel primo passo.

Continua la lettura
57

Nel caso in cui la giacca di lana sia eccessivamente bagnata, è consigliabile tamponarla con un asciugamano per eliminare tutto l'eccesso di acqua. Quando si comincerà a notare che non sgocciola più eccessivamente, allora in quel caso si può stendere in un luogo asciutto. Se lo si è steso per bene non ci sarà bisogno di stirarlo e potrà essere benissimo riappeso nell'armadio. A proprio piacimento si possono inserire al suo interno dei sacchetti di lavanda per mantenere ben fresco l'ambiente e per ritrovare il capo pronto per il successivo anno.

67

Guarda il video

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire una giacca di pelle

Se avete un giacca di pelle oppure un giubbotto o altri capi della stessa natura, è importante sapere quali prodotti si possono utilizzare per farli ritornare come nuovi. In commercio ce ne sono molti a base chimica quindi nocivi per la salute, per...
Pulizia della Casa

Come pulire e conservare le coperte di lana

Le coperte possono essere di diversi tessuti e fibre; le più utilizzate sono quelle in pile ed in lana. Quest'ultima può essere di varia natura, la più nota è quella merinos. Il problema delle casalinghe riguarda il loro lavaggio, la loro manutenzione...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'odore di muffa da una giacca di pelle

Le giacche di vera pelle sono dei capi eleganti e confortevoli, ma particolarmente delicati. La pelle, che proviene direttamente dalla concia di alcuni animali, proprio come la nostra, ha bisogno di mantenersi sempre pulita, di far respirare i pori e...
Pulizia della Casa

Come lavare un tappeto in lana

La lana è una fibra naturale calda e morbida e si utilizza soprattutto per la creazione di indumenti, ma i suoi usi si estendono anche alla realizzazione di coperte, oppure per imbottire i piumoni ed i cuscini. Di lana si possono fare anche tappeti,...
Pulizia della Casa

Come lavare la lana dei cuscini

La lana, fin dall'antichità, è sempre stato uno dei prodotti maggiormente utilizzati sia nell'abbigliamento che per la realizzazione delle imbottiture di materassi e cuscini. Oggi sono poco utilizzati, perché si preferiscono cuscini in altro materiale,...
Pulizia della Casa

Come lavare i plaid in lana o in pile

Il plaid è una coperta utilizzata per riscaldarsi durante i periodi più freddi dell'anno e solitamente viene realizzato con la lana, però negli ultimi anni questa è stata sostituita dal pile, più morbido ed economico. Il pile è un tessuto sintetico...
Pulizia della Casa

Lana: rimedi contro macchie e odore di sudore

I capi di lana sono tra i più delicati da lavare. Pur essendo indossati durante l'inverno, si possono comunque impregnare del cattivo odore di sudore, difficile da eliminare. Nel caso di maglioni di lana con macchie e aloni diventa più probabile rovinare...
Pulizia della Casa

Come lavare i materassi di lana

Ci sarà sicuramente capitato di voler pulire i materassi presenti nella nostra abitazione perché, con il passare del tempo, questi tendono ad accumulare polvere e sporcizia.Se non abbiamo mai effettuato questa operazione, per riuscirci, potremo provare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.