Come pulire un tappeto a secco

Tramite: O2O 10/11/2017
Difficoltà: facile
17

Introduzione

Nel momento in cui si arreda una casa, è necessario scegliere accuratamente i mobili, le suppellettili, i vasi e i quadri, in modo da ricreare un'atmosfera di un certo tipo. Alcuni, però, utilizzano un complemento di arredo che non sempre viene scelto, ovvero il tappeto. Questo particolare elemento può essere di tipo tradizionale e pregiato, come ad esempio i bellissimi tappeti persiani, mentre alle volte, si sceglie un tappeto caratterizzato da un design ultramoderno. Il problema si presenta al momento della pulizia, perché non tutti i tappeti possono essere sottoposti ad un lavaggio normale. Detersivi e ammorbidenti, infatti, possono rovinarlo irrimediabilmente e bisogna provvedere ad una pulizia cosiddetta "a secco". Se volete sapere come pulire un tappeto a secco nella maniera corretta, continuate la lettura dei passi successivi.

27

Occorrente

  • Acqua
  • Bicarbonato di sodio
  • Aspirapolvere
  • Detergenti per la pulizia a secco
  • Schiuma a secco
  • Spazzola
37

Usare il bicarbonato

Anzitutto, se possedete un tappeto nuovo, è vivamente consigliato pulirlo a secco, poiché un lavaggio classico con l'utilizzo di acqua e detergenti vari, potrebbe rovinarlo e far sbiadire il suo colore. Se, invece, il vostro tappeto ha già un paio d'anni oppure mostra già dei segni di usura, potrete scegliere di lavarlo con acqua senza alcun problema. La prima modalità di pulitura efficace, è costituita dall'uso del bicarbonato di sodio. Quest'ultimo, è un ottimo alleato naturale di pulizia casalinga, e può essere validamente utilizzato anche per la pulizia a secco di qualsiasi genere di tappeto.

47

Scegliere prodotti detergenti

Vi consiglio pertanto di spargere il bicarbonato sul tappeto in modo uniforme, lasciare agire il prodotto per almeno 20 ore e poi ultimare la pulizia servendovi di un aspirapolvere da passare su tutta la superficie. In questo modo il bicarbonato, fungerà da detersivo e sarà in grado di ravvivare e profumare il tessuto. In alternativa al bicarbonato, potrete ricorrere ai prodotti e ai detergenti appositamente creati per la pulizia a secco. Sarà necessario procedere con un passaggio dell'aspirapolvere prima dell'uso del prodotto, per poi spruzzare quest'ultimo fino a ricoprire interamente il tappeto. Infine, lasciate asciugare naturalmente.

Continua la lettura
57

Optare per la schiuma a secco

Oltre a ciò, l'uso di schiuma a secco e di una spazzola da passare su determinate porzioni del tappeto, può rivelarsi un'ottima strategia per eliminare aloni e/o macchie di sporcizia molto visibili. Tuttavia, prima di procedere all'acquisto di detergenti o altro, vi consiglio una lettura attenta delle sue indicazioni. Infine, è importante sapere che non tutti i detergenti chimici sono adatti per qualsiasi tipo di tappeto, e che il tessuto di un tappeto è soggetto a deformazioni della fibra. Pertanto, è preferibile evitare di appenderlo o in generale lavarlo senza seguire la giusta procedura.

67

Guarda il video

77

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire un tappeto con l'ammoniaca

Nelle nostre case i tappeti sono tra i componenti che necessitano di una cura particolare e impegnativa. Una cura che deve essere svolta seguendo determinate piccole regole utili per salvaguardare la salute della famiglia e il valore dei tappeti. A causa...
Pulizia della Casa

Come pulire un tappeto in acrilico

Il tappeto acrilico è stato sviluppato da DuPont a metà del 20° secolo come alternativa alla lana. Nel corso degli anni '60 questo tappeto ha raggiunto la sua popolarità grazie ai suoi prezzi bassi e all'asciugatura rapida. Tuttavia, la sua popolarità...
Pulizia della Casa

Come pulire un tappeto di iuta

La iuta è una fibra tessile di origine interamente vegetale, molto utilizzata per la produzione di tappeti, di borse e dei famosi sacchi ad uso agricolo o alimentare. Ha una fibra ruvida e resistente che le consente di sopportare pesi rilevanti senza...
Pulizia della Casa

Come pulire il materasso a secco

L'igiene della casa passa anche e soprattutto dalle camere da letto: non basta eliminare la polvere dal pavimento, dai mobili e arieggiare quotidianamente la stanza per renderla perfettamente pulita. Dobbiamo sapere, infatti, che il peggior ricettacolo...
Pulizia della Casa

Come lavare i tappeti a secco

State notando che il tappeto del salotto non possiede tonalità accese e brillanti, ma abbastanza scialbe e spente, e sprigiona un odore non piacevole? E oltre a questo non c'è il tempo o la pazienza per portarlo in lavanderia. Se si presenta questa...
Pulizia della Casa

Come lavare un tappeto a pelo lungo

Se scegliamo di arredare la nostra casa con dei tappeti, dobbiamo porci il problema della loro pulizia periodica. Se da un lato utilizziamo l'aspirapolvere per quelli classici, ci sono invece alcuni tappeti che necessitano di un lavaggio accurato per...
Pulizia della Casa

Come lavare un tappeto in lana

La lana è una fibra naturale calda e morbida e si utilizza soprattutto per la creazione di indumenti, ma i suoi usi si estendono anche alla realizzazione di coperte, oppure per imbottire i piumoni ed i cuscini. Di lana si possono fare anche tappeti,...
Pulizia della Casa

Come lavare un tappeto a pelo corto

Per arredare una casa molto spesso è necessario inserire dei tappeti per dare calore all'ambiente. I tappeti possono essere più o meno pregiati e possono anche essere di vari colori, di vari materiali e di diverse qualità. Molto spesso però può accadere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.