Come pulire un portone legno antichizzato

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Le vecchie abitazioni dei paesi, ma anche molte moderne che si possono trovare in qualsiasi città italiana, sono caratterizzate da dettagli particolari e spesso pregiati. Stiamo parlando non solo delle decorazioni in muratura che possono essere presenti sulla facciata della casa, ma anche degli infissi: porte e finestre, infatti, sono spesso realizzate in legno, che può essere grezzo, oppure trattato e intarsiato. Il legno è un materiale caldo e accogliente, ma necessita di una regolare manutenzione affinché la struttura si mantenga integra nel tempo, soprattutto quando si tratta di un portone in legno antichizzato: in questo caso, infatti, la sua esposizione esterna lo rende soggetto alle intemperie, all'usura e allo smog, tutti elementi in grado di danneggiare sia la superficie che la struttura più profonda. A tale proposito, nei passi seguenti ci occuperemo di manutenzione del legno e in particolare vedremo come pulire e trattare la sua superficie nel modo corretto.

27

Occorrente

  • Acqua
  • Sapone di Marsiglia
  • Spungna
  • Panno asciutto
  • Cera d'api
  • Pennellino
37

Innanzitutto bisognerà pulire per bene la superficie esterna del portone, in maniera tale da rimuovere tutta la polvere presente. Per svolgere questa operazione si dovrà utilizzare un panno asciutto e qualora il portone fosse intarsiato, sarà necessario adoperare un pennellino per rimuovere la sporcizia presente sui rilievi e sulle scanalature.

47

Una volta spolverata per bene la superficie, bisognerà provvedere a una pulizia più profonda, che consenta di rimuovere eventuali incrostazioni e macchie. In questo caso si dovrà utilizzare una miscela a base li acqua e sapone di Marsiglia: basterà immergervi una spugna, strizzarla per bene e passarla in modo accurato su tutta la superficie del portone, strofinando delicatamente i punti critici. Quando questo passaggio sarà concluso, bisognerà risciacquare il portone con una spugna imbevuta d'acqua e asciugarlo con un panno in microfibra asciutto.

Continua la lettura
57

Se durante le operazioni di pulizia si dovesse notare la presenza di lesioni nel legno, bisognerà provvedere al suo restauro, per fare in modo che l'usura e le intemperie non danneggino ulteriormente la superficie. Per effettuare questa operazione in modo corretto e duraturo è meglio affidarsi a un esperto, che possa agire in relazione alla tipologia di legno e alle lesioni presenti, applicando anche dei trattamenti protettivi. Solamente dopo aver effettuato questi passaggi si potrà procedere alla lucidatura e al trattamento del legno utilizzando dei prodotti specifici: l'ideale, in questo caso, è utilizzare della cera d'api, così da creare una sorta di patina protettiva.

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Se il legno è molto rovinato rivolgetevi a un esperto per effettuare un restauro della superficie.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire un portone intarsiato

In commercio i portoni sono realizzati con materiali diversi e sono disponibili in vari formati e designer: in legno massello naturale, con pannelli in legno, in vinile, in alluminio, in acciaio, a soffietto, in vetro decorato, intarsiati e così via....
Pulizia della Casa

Come pulire un portone intagliato

Un portone intagliato durante la pulitura, devono essere trattati in modo tale da conservare sempre la finitura originale. Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare una finitura a cera in quanto è molto facile da applicare. Prima di iniziare,...
Pulizia della Casa

Come pulire il legno con metodi naturali

Le soluzioni naturali utilizzate per pulire il legno sono molto spesso di natura acida, con una di base di olio aggiunta per aiutare a proteggere il legno. Molti prodotti per la pulizia sono eccessivamente aggressivi sul legno, ma fortunatamente non è...
Pulizia della Casa

Come pulire un soffitto a travi di legno

Le travi a vista sono spesso situate nelle case delle persone per donare al soffitto un'aria piuttosto rustica. Risulta però essere davvero importante effettuare una corretta pulizia delle travi in legno, così come qualsiasi altra parte della casa....
Pulizia della Casa

Cinque modi per pulire il legno

Il legno è un materiale che per sua natura attira la polvere con sorprendente facilità. È purtroppo sufficiente, infatti, lasciare passare un giorno senza spolverare i mobili per vedere una patina formarsi in superficie. Inoltre il legno teme molto...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate in legno

All'interno di una cucina non possono mai mancare i vari utensili che fanno parte degli accessori per apparecchiare correttamente una tavola e mangiare comodamente. Le posate sono tra gli utensili indispensabili all'interno di una cucina e possono essere...
Pulizia della Casa

Come pulire il soffitto con le travi di legno a vista

Il legno è il materiale presente in natura più utilizzato nell'ambito edile, infatti in molti paesi esso risulta anche preferibile all'acciaio e al calcestruzzo. Inoltre, l'estetica del legno è davvero apprezzabile e la stessa cosa si può dire per...
Pulizia della Casa

Come pulire le sedie di legno colorate

Il legno è un materiale ricavato dai fusti delle piante, in particolare dagli alberi. Si ricava sia dalle conifere sia dalle latifoglie. Le piante che non producono legno sono dette erbacee. Per essere utilizzato, il legno va tagliato e stagionato od...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.