Come pulire un portone a due ante

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

In commercio i portoni, sono realizzati con materiali diversi e sono disponibili in vari formati e designer: in legno massello naturale, con pannelli in legno, in vinile, in alluminio, in acciaio, a soffietto, in vetro decorato, a due ante e così via. Qualunque sia il tipo di portone, necessita comunque di un'accurata pulizia. Ecco dunque come pulire un portone e nello specifico un portone a due ante.

27

Occorrente

  • aceto bianco
  • spugna abrasiva
  • detergente universale
  • bicarbonato di sodio
  • acqua calda
  • panno in cotone
  • sale
37

Se disponete di un detergente commerciale a portata di mano, assicuratevi di seguire le indicazioni del produttore e di leggere le avvertenze. Nel caso in cui, volete risparmiare denaro, è possibile utilizzare semplici prodotti fai da te per la pulizia della casa, che oltre ad essere naturali, non contengono fumi nocivi, non sono tossici e si possono smaltire in modo sicuro.

47

Nel caso in cui, il portone a due ante si presenta eccessivamente sporco, preparate una soluzione abrasiva: miscelate insieme un cucchiaino di bicarbonato di sodio con una piccola quantità di sapone liquido, unite quattro tazze di acqua calda e combinate insieme questi ingredienti, in un flacone spray. Mescolate accuratamente. Passate la soluzione con una spugna, su entrambe le ante del portone. Attendete circa venti minuti, in modo che agisca perfettamente e risciacquatela con acqua calda.

Continua la lettura
57

Un altro metodo per pulire un portone a due ante, consiste nel miscelare insieme una soluzione composta da un cucchiaino di detersivo liquido, con sei cucchiai di aceto bianco, unite quattro tazze di acqua calda e mescolate tutti gli ingredienti in un flacone spray. Spruzzate la soluzione sulla superficie del portone e utilizzate un panno di daino per estenderla. Questo tipo di soluzione non necessita di risciacquo.

67

Se il portone presenta le ante in metallo, si consiglia di realizzare un detersivo composto da
1/2 tazza di aceto bianco miscelata con due cucchiai di sale.
Tamponate con una spugna il preparato e lasciatelo riposare per circa quindici minuti. Questo tipo di soluzione, rimuoverà ogni traccia di sporco e qualsiasi tipo di appannamento.

77

Ricordate infine, di utilizzare un detergente universale per pulire le maniglie del portone. Pulitele bene per rimuovere lo sporco e poi asciugatele.
Se il portone presenta rifiniture in ottone, utilizzate un detergente fatto in casa o commerciale specifico per questo tipo di metallo.
Se il portone presenta degli inserti all'interno delle ante in vetro, utilizzate un detergente specifico per i vetri. Sia all'interno che all'esterno.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire un portone intagliato

Un portone intagliato durante la pulitura, devono essere trattati in modo tale da conservare sempre la finitura originale. Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare una finitura a cera in quanto è molto facile da applicare. Prima di iniziare,...
Pulizia della Casa

Come pulire un portone legno antichizzato

Le vecchie abitazioni dei paesi, ma anche molte moderne che si possono trovare in qualsiasi città italiana, sono caratterizzate da dettagli particolari e spesso pregiati. Stiamo parlando non solo delle decorazioni in muratura che possono essere presenti...
Pulizia della Casa

Come pulire le maniglie delle ante della cucina

Sulle maniglie delle ante della cucina nel corso degli anni spesso si accumula un sacco di sporcizia. Ogni volta che dovete aprire uno sportello, o un cassetto, tendete a lasciare dello sporco, e degli oli grassi di ogni tipo, sulle maniglie e pomelli...
Pulizia della Casa

Come pulire un armadio in stile veneziano

In commercio gli armadi in stile veneziano, sono realizzati con materiali diversi e sono disponibili in vari formati e designer: in legno massello naturale, con pannelli in legno, con inserti in vinile e in legno decorato, a due ante e così via. Qualunque...
Pulizia della Casa

Come pulire i pensili della cucina

La cucina, da sempre, è un ambiente sacro. È il luogo dove tutta la famiglia si riunisce dopo una dura giornata di lavoro e la scuola. Ospita anche egregiamente informali cene con gli amici ed i parenti più stretti. Sui piani di lavoro ed i fornelli...
Pulizia della Casa

Come pulire l'armadio

L'armadio è un mobile a ripiani, spesso munito di cassetti, chiuso da uno o più sportelli, usato per riporvi soprattutto abiti ma anche altri oggetti. Negli armadi tende generalmente ad accumularsi la polvere; si rende pertanto necessario procedere,...
Pulizia della Casa

Come pulire i mobili imbottiti

I mobili imbottiti rispetto a quelli normali vanno puliti frequentemente per scongiurare il proliferare degli acari della polvere, che notoriamente gradiscono nidificare nei tessuti. Per ottimizzare il risultato, bisogna quindi adottare delle tecniche...
Pulizia della Casa

Come pulire un armadio in legno

Pulire un armadio, non è sempre un lavoro facile, pulito e poco faticoso ma, al contrario, richiede olio di gomito, sudore e tanta pazienza. Ad esempio, pensate a coloro che si sono ritrovati in cantina un vecchio armadio in legno antico, ed hanno avuto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.