Come pulire un mobile in legno di cipresso

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le operazioni di pulizie della propria casa possono nascondere tante insidie. In realtà esse sono più complicate di quanto ci si aspetti. Un aspetto da non sottovalutare è la pulizia dei propri mobili. Bisogna infatti tener conto di diversi fattori, tra i quali anche il materiale che li compone. In questa guida avremo l'opportunità di vedere come pulire un mobile in legno di cipresso in maniera molto semplice e soprattutto in modo molto efficace. Il legno di cipresso infatti necessita di cure particolari durante le procedura di pulizia, onde evitare che possa danneggiarsi. Quindi predisponente tutto il materiale indicato nella sezione apposita di questa guida.

26

Occorrente

  • Olio paglierino
  • Pennello morbido
  • Carta abrasiva a grana sottile
  • Vernice poliuretanica
  • Antimuffa
  • Teloni di plastica
  • Cera per legno
36

La struttura lignea del cipresso è molto resistente e soprattutto non si deforma, né tanto meno subisce delle crepe. Per questo motivo viene utilizzato nell’edilizia, per realizzare opere esposte permanentemente alle intemperie, ma anche per realizzare dei ponteggi stabili necessari agli operai per la costruzione di sopraelevate.

46

Se il colore naturale del cipresso, non soddisfa le nostre esigenze di design, possiamo optare per diverse tonalità come ad esempio il dorato, particolarmente adatto per un arredo in stile antico. Tuttavia indipendentemente dal colore scelto, è necessario utilizzare delle sostanze a base di poliuretano e alcuni prodotti antimuffa. La prima operazione da fare è dunque di proteggere tutti i mobili posizionati in corrispondenza di quello in cipresso da ripulire, utilizzando dei teloni in plastica, e lo scopo è di evitare che le suddette sostanze chimiche possano macchiarli. Ecco dunque che con un pennello abbastanza morbido cospargiamo l'intera superficie di olio paglierino, in modo da far ammorbidire lo strato superiore e renderlo facilmente lavorabile. Questo ammorbidente naturale, va lasciato in posa almeno una mezz'ora. Trascorso tale tempo, prendiamo della carta abrasiva a grana sottile ed iniziamo a levigare l’intera superficie del mobile.

Continua la lettura
56

A lavoro ultimato si procede con l'applicazione di pittura antimuffa, se ne attende l'essiccazione, dopodiché si continua con la vernice poliuretanica che possiamo applicare sia a pennello che con un compressore. Nel caso, si possono anche dare due mani, evitando però di creare spessori esagerati, quindi la vernice deve essere ben fluida. Una volta completata la verniciatura del mobile in cipresso, con della cera lo lucidiamo ulteriormente. Non mi resta a questo punto che invitarvi caldamente a seguire pedissequamente i passaggi di questa guida per ottenere un risultato ottimale.  

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come Pulire I Giunti Smontati Di Un Vecchio Mobile Di Legno

In ogni casa si trovano mobili di vari tipi, dal più moderno al più antico, dal più piccolo al più grande, e come per ogni cosa, non sfuggono alla pulizia costante. C'è da dire che con il tempo oltre alla pulizia, i mobili sia per l'uso che ricevono...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in cedro

I mobili di legno di cedro sono degli arredi molto pregiati e raffinati. Rendono l' ambiente della casa, classico, armonioso ed elegante. La manutenzione principale da svolgere è la pulizia, che è molto importante per mantenere sempre "vivo", sano e...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in tsuga

All'interno della guida che seguirà ci occuperemo di mobili in tsuga. Nello specifico caso, ci occuperemo di come pulire un mobile in tsuga. Lo faremo lungo tutti i passi della guida, passo dopo passo, in modo tale da darvi la possibilità di comprendere...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile di ebano

L'ebano è una tipologia di legno molto pregiata, che richiede particolari cure, soprattutto per mantenere vivo e lucido il suo caratteristico colore scuro. A tal riguardo, nei seguenti passaggi, vi fornirò tutte le informazioni necessarie su come...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in abete

Se in casa avete un mobile in abete che è piuttosto malconcio, sporco, non curato e scolorito, potete riportarlo al suo antico splendore intervenendo con diverse tecniche in base alla finitura originale oppure modificandola in modo da poter equipararlo,...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in fibra di carbonio

Un mobile in fibra di carbonio presenta un aspetto molto distinto, in quanto la natura di questo tipo di materiale, riflette la luce in modo unico, dando un look di contrasto con le altre parti verniciate del mobile. Se le parti in fibra di carbonio...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in betulla

Se in casa abbiamo dei mobili pregiati come ad esempio di betulla, è importante prestare attenzione quando bisogna pulirli. Questa tipologia di legno infatti è abbastanza delicato, e si presenta di un colore bianco giallastro con delle tipiche venature...
Pulizia della Casa

Come pulire un mobile in noce

I mobili noce, durante la pulizia, devono essere trattati in modo tale da conservare sempre la finitura originale. Il modo migliore per farlo è quello di utilizzare una finitura a cera in quanto è molto facile da applicare. Prima di iniziare, assicuratevi...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.