Come pulire le trombette dei morti

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le trombette dei morti sono una specie di funghi che vivono nei boschi di latifoglie italiani. Il loro nome deriva dalla caratteristica forma che ricorda molto una trombetta e perché sono reperibili in natura a partire dal mese di novembre. Vengono utilizzate in cucina come contorno per accompagnare le carni oppure come base per risotti. Se volete conservarli nel congelatore, dovete prima saltarli in padella con un po' di burro. Se può essere divertente andare per funghi, meno piacevole è pulirli. Purtroppo per quanto concerne le trombette dei morti, la pulizia non va sottovalutata, poiché il fungo raccoglie al suo interno molti elementi estranei. Vediamo come pulire le trombette dei morti, senza rischiare di ingerire qualche ospite indesiderato che spesso si nasconde nel fungo.

26

Occorrente

  • trombette dei morti
  • acqua corrente
  • coltello
36

In autunno è facile trovare nei boschi di latifoglie le trombette dei morti. Se vi capita di trovarne abbastanza, potete conservarle e utilizzarle in cucina durante l'inverno. Fate attenzione nel caso in cui vi capitasse di raccoglierle bagnate d'acqua, per esempio dopo un temporale. In questo caso evitate di strizzarle e chiuderle in contenitori ermetici dove la mancanza di aria, potrebbe facilitare il processo di fermentazione. L'alternativa a una facile e sicura conservazione è l'essiccazione.

46

I funghi prima di cucinarli occorre pulirli. Come pulire le trombette dei morti? Dovete prestare molta attenzione all'operazione. Capovolgere il fungo con la speranza che qualche corpo estraneo possa uscire dall'imbuto non è sufficiente a garantire una perfetta pulizia. Infatti la sua conformazione concava è la residenza preferita di alcuni insetti. Per evitare di ingerirne qualcuno, è conveniente tagliare il fungo nel verso della lunghezza. In questo modo potete visionare l'interno dell'imbuto e con l'acqua corrente eliminare ogni impurità. Tagliate la base e passate un fungo alla volta sotto l'acqua. Ci vuole un po' di tempo e pazienza ma ne vale la pena.

Continua la lettura
56

Una volta che avete capito come pulire le trombette dei morti, potete cucinarle. Sono un contorno appetitoso adatto ad accompagnare una grigliata di carne o il pollame. Dovete saltarle in padella con una noce di burro e profumarle con erba cipollina e prezzemolo tagliati finemente, oppure si prestano nella preparazione di zuppe. Se invece il fungo è essiccato, potete grattugiarlo sui risotti e sulla carne. Altrimenti macinarlo e cospargere un po' di polvere sulle tagliatelle profumate al basilico o sulle salse per conferirgli un sapore autunnale.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non temete di raccogliere funghi avvelenati poiché non esistono altri funghi simili alle trombette dei morti
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come pulire i sandali in sughero

I sandali in sughero, sono indubbiamente molto comodi nel periodo estivo, in quanto questo tipo di materiale è molto leggero e pratico ma, il plantare purtroppo è soggetto a sporcarsi maggiormente rispetto alla parte in pelle o in cuoio. Per pulire...
Economia Domestica

Come pulire velocemente il Bimby

Il Bimby è un robot da cucina capace di svolgere la funzione di ben 12 elettrodomestici, velocizzando e semplificando di molto il lavoro passato in cucina. L'unico suo fastidio è quello di doverlo pulire ad ogni utilizzo, per non intaccare la sua integrità....
Economia Domestica

Come pulire la moka

Avere una moka sempre pulita e perfetta è il desiderio di tutti gli amanti del caffè. Il caffè italiano, che si prepara con la classica moka, è famoso in tutto il mondo per il suo gusto inconfondibile. Freddo o caldo, con o senza crema, il caffè...
Economia Domestica

Come pulire e disinfettare un frigorifero

Per la cura della propria casa è sempre molto importante eseguire periodicamente delle semplici ma essenziali operazioni di manutenzione degli elettrodomestici, per fare in modo che durino nel tempo e garantiscano delle prestazioni ottimali. Un'insufficiente...
Economia Domestica

Come pulire i vetri con i fogli di giornale

Avete i vetri delle finestre della vostra casa sporchi e non avete idea come pulirli in modo veloce ma efficace senza perdere molto tempo? La soluzione adatta per voi potrebbe essere quella di usare dei fogli di giornale. La pulizia dei vetri con i fogli...
Economia Domestica

5 modi per pulire l'argento

L'argento è un metallo versatile e bello, grazie alla sua lucentezza aggiunge un tocco di eleganza a piatti, posate, e gioielli. Pulire l'argento è facile, economico e veloce poiché non è necessario alcun attrezzo speciale. È infatti possibile pulirlo...
Economia Domestica

Come pulire la verdura a foglia

Le verdure a foglia (cavoli, bietole, spinaci ecc.) a volte risultano essere molto sporche. Quindi molto importante pulirle correttamente. Il modo migliore per farlo è quello di immergerle in acqua fredda. Nei passi della guida a seguire troverete diversi...
Economia Domestica

Come pulire il nabuk

In questo articolo, abbiamo deciso di esaminare per bene, un argomento molto interessante, che piacerà a tante casalinghe e non solo. Stiamo parlando del come pulire, comodamente in casa, il nabuk. Avremo sicuramente anche noi, un paio di scarpe, stivali,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.