Come Pulire Le Spazzole Per I Capelli

Tramite: O2O
Difficoltà: facile
16

Introduzione

Ti sarà capitato spesso di avere le spazzole piene di capelli, che avrai pensato di pulire semplicemente tirando i capelli impigliati via, ma lasciando comunque la spazzola sporca e non del tutto priva di capelli. Questa però non è la soluzione migliore. Le spazzole vengono a contatto con i capelli e anche con il cuoio capelluto e quindi necessitano di una buona pulizia. Infatti, è probabile che sulle spazzole si accumulino anche forfora o altre forme di sporcizia che si possono avere tra un capello e l'altro. Ovviamente non tutti hanno a disposizione in casa una macchina sterilizzatrice professionale come quella dei parrucchieri, perciò sarà necessario ricorrere ad un metodo più semplice ed economico ma pur sempre efficace.
Vediamo dunque, con questa guida, come pulire le spazzole per capelli.

26

Occorrente

  • Acqua calda
  • Bagnoschiuma
  • Bicarbonato di sodio
36

Innanzitutto, per pulire le spazzole per capelli la prima cosa da fare è riempire una bacinella (o un lavandino) con acqua calda, ed immergere le spazzole con i capelli aggiungendo un cucchiaio di bagnoschiuma. È preferibile usare un bagnoschiuma delicato che non abbia odori troppo forti o, in alternativa, un detergente intimo. È inoltre sconsigliabile usare lo shampoo (in quanto più corposo e solido del bagnoschiuma) o qualsiasi altro prodotto perché rischierebbe di rovinare il pettine e di lasciare qualche residuo che potrebbe successivamente andare a contatto con i capelli.

46

Per pulire le spazzole per capelli basterà poi aggiungere un cucchiaino di bicarbonato di sodio e mischiare il tutto lasciando in ammollo per circa un'ora. A questo punto svuota la bacinella o il lavandino e risciacqua sotto l'acqua calda del rubinetto tutte le spazzole lasciate fin'ora a mollo. Poi sarà necessario togliere i capelli dalla spazzola, tirandoli a mano o facendoti aiutare da un'altra spazzola, strofinando l'una sopra l'altra.

Continua la lettura
56

Tolti i capelli risciacqua nuovamente con dell'acqua calda e asciugala (è consigliabile un fono o meglio ancora il sole, soprattutto per quelle in legno). La spazzola ora è pulita e profumata, pronta ad essere riutilizzata. Con lo stesso procedimento potrai pulire anche i pettini o anche le spazzole come ad esempio quelle delle scarpe o quelle per gli animali. Se si intende avere una spazzola molto profumata e più a lungo, si può nuovamente immergerli in acqua calda (ovviamente non sarà necessario farli asciugare prima), aggiungendo delle gocce di olio essenziale a piacimento e lasciandole in ammollo per qualche ora per poi asciugarle.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire spazzole e spugne

Per effettuare le pulizie di casa utilizziamo degli strumenti specifici che ci permettono di ottenere dei risultati più che soddisfacenti. Ma come ci si deve comportare quando dobbiamo pulire per l'appunto questi strumenti? Lo scopo di questa guida verte...
Pulizia della Casa

Come pulire le spazzole dell'aspirapolvere

Tutti gli elettrodomestici che quotidianamente utilizziamo in casa e che ci facilitano l'esecuzione di moltissime operazioni, hanno bisogno di essere sempre puliti correttamente in modo da poter continuare a funzionare sempre alla perfezione. Su internet...
Pulizia della Casa

Come pulire le spazzole della lucidatrice

La lucidatrice rappresenta senza dubbio uno degli elettrodomestici più utili e funzionali di cui si possa disporre per una corretta igiene della casa e, in particolar modo, di pavimenti e superfici lisce. Semplice da utilizzare, la lucidatrice è in...
Pulizia della Casa

Come pulire le bambole di gomma

Le bambole hanno fatto sognare intere generazioni di bambini e non solo. Esse possono essere realizzate in gomma, plastica, stoffa, legno, cera e porcellana ed hanno, generalmente, sembianze e forme umane, animali o di personaggi di immaginazione. Le...
Pulizia della Casa

Come rimuovere la tinta per capelli dalle pareti

Molto spesso capita che quando si effettua la tinta dei capelli alcune gocce del prodotto schizzano sulle piastrelle e sulle pareti della stanza da bagno, e nel primo caso la superficie smaltata si può pulire con acqua calda ed una spugna. Viceversa...
Pulizia della Casa

Come togliere la lacca per capelli dal ferro da stiro

Al giorno d'oggi usare la piastra o il ferro stiro per capelli non è una novità, anzi questo piccolo elettrodomestico ci aiuta sempre nel fare acconciature alla moda. Il più delle volte ci ritroviamo a lisciare i capelli per essere perfette e poter...
Pulizia della Casa

Come smacchiare il lavabo dalla tintura per capelli

Cambiare il colore dei capelli con prodotti già pronti all'uso è ormai un gesto comune a molte donne. In genere si tratta di preparati acquistabili in profumeria o anche al supermercato e sono abbastanza facili da utilizzare e, in più seguendo correttamente...
Pulizia della Casa

Come Pulire Scopa, Stracci E Simili

Pulire la propria abitazione è un'azione che molte donne compiono quasi quotidianamente. Per eseguire questi periodici interventi è necessario utilizzare alcuni strumenti come strofinacci, scopa, detersivi di vario tipo, che si possono facilmente reperire...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.