Come pulire le posate in carbonio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il carbonio è un materiale molto popolare utilizzato per fabbricare tantissimi strumenti da lavoro, per merito della sua resistenza e per la capacità di mantenere un forte livello di versatilità. Proprio per questo motivo, il carbonio viene utilizzato anche per realizzare le posate, soprattutto i coltelli di alta qualità; tali posate possono rappresentare un investimento importante e, con la dovuta cura, possono durare molto a lungo in qualsiasi cucina domestica o professionale. Tuttavia, al fine di mantenere inalterate le sue proprietà, gli oggetti in carbonio hanno bisogno di una corretta manutenzione. Nella seguente guida vedremo in particolare come pulire le posate in carbonio.

26

Occorrente

  • Detergente per piatti
  • Panno in microfibra
  • Olio minerale
36

Pulizia giornaliera

Il processo di pulizia delle posate in carbonio è piuttosto semplice, ma allo stesso tempo risulta fondamentale per mantenere intatte le loro qualità. Innanzitutto non bisogna lasciare mai le posate sporche per un lungo periodo, in quanto si favorirebbe la crescita di batteri nocivi che possono compromettere l'aspetto estetico. Risciacquare le posate con acqua calda, dopodiché applicare una piccola quantità di detersivo per piatti e strofinare delicatamente con una spugna morbida. A questo punto, risciacquare bene le posate per rimuovere tutti i residui di detergente ed asciugarle per bene.

46

Pulizia periodica

Dopo aver eseguito il lavaggio precedentemente descritto, una volta al mese applicare alcune gocce di olio minerale sulle posate e strofinare con un panno in microfibra. Questo processo non solo conferisce un aspetto più lucido, ma aiuta anche a creare un rivestimento protettivo che impedisce la formazione della ruggine e previene lo scolorimento. Questa operazione deve essere effettuata anche se le posate non vengono utilizzate abitualmente, onde evitare la formazione della ruggine.

Continua la lettura
56

Prevenzione della ruggine

Per prevenire la formazione della ruggine sulle posate in carbonio, uno dei passi più importanti consiste nel mantenerle il più possibile pulite ed asciutte. Quindi, soprattutto per quanto riguarda i coltelli, è bene pulirli ed asciugarli spesso mentre si preparano i cibi; anche se questo potrebbe risultare un po' noioso, ma farà durare molto di più la lama. Questa operazione si rivela particolarmente importante quando si lavora con cibi acidi, come limoni, pomodori e formaggi. Tuttavia, con il passare del tempo, le posate in carbonio svilupperanno una patina color grigio-blu, la quale ha il compito di proteggere il metallo dalla ruggine.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Evitare detergenti troppo aggressivi

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le posate in legno

All'interno di una cucina non possono mai mancare i vari utensili che fanno parte degli accessori per apparecchiare correttamente una tavola e mangiare comodamente. Le posate sono tra gli utensili indispensabili all'interno di una cucina e possono essere...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate in acciaio

Le posate moderne sono realizzate in acciaio inossidabile, un materiale che resiste nel tempo senza reagire alle condizioni esterne di umidità, oppure di corrosione. Alle volte, può capitare di avere in casa delle vecchie posate d'acciaio normale, non...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate in ottone

L'ottone è un materiale molto pregiato e resistente; questa lega particolare si riconosce dalla superficie lucente e dorata ed è perfetta per il servizio più importante. Leggendo questo tutorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette...
Pulizia della Casa

Come pulire le posate ossidate

Se si tiene a fare bella figura durante un pranzo o una cena importante, anche l'estetica della tavola deve essere tenuta in grande considerazione. Anche per ciò che riguarda il grado di pulizia e di brillantezza delle posate. Le classiche in argento...
Pulizia della Casa

Come pulire e sterilizzare piatti e posate

Durante la vita di tutti i giorni utilizziamo più volte le stoviglie. Piatti, posate e bicchieri sono oggetti immancabili in casa. Sono necessari per mangiare in tranquillità e sicurezza, mantenendo alta l'igiene. Trattandosi di utensili per il cibo...
Pulizia della Casa

Come Pulire Le Posate Di Alpacca

L'alpacca è una particolare lega metallica solitamente denominata "argento tedesco" o "argentone". Questa lega presenta delle ottime caratteristiche di resistenza alla corrosione e, considerando la presenza di nichel, le conferisce un aspetto abbastanza...
Pulizia della Casa

Come lavare le posate di plastica

Se avete delle posate di plastica che intendete lavare, e quindi riutilizzare dopo l'uso quotidiano specie se si tratta di quelle con cui mangia il vostro bebè, potete usare dei prodotti specifici per ottimizzare il risultato. In pratica basta procurarvi...
Pulizia della Casa

Come lavare le posate in rame

Il rame è un metallo che tende facilmente all'ossidazione. È per questo motivo che può presentare sulla sua superficie quella fastidiosa patinata che lo rende vecchio e poco gradevole alla vista. Per ovviare a tale inconveniente, bisogna ricorrere...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.