Come pulire le pentole con rivestimento in pietra

Tramite: O2O 07/11/2017
Difficoltà: media
16

Introduzione

Le pentole con rivestimento in pietra sono oggi molto diffuse poiché oltre ad essere antiaderenti, consentono anche di ottimizzare la qualità di cottura dei cibi. Si tratta tuttavia di attrezzi un tantino delicati, per cui dopo l'uso è necessario adottare alcune precauzioni affinché non si rovinino. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli pratici su come pulire le suddette pentole.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto
  • Ovatta
  • Spugna di mare
  • Olio di paraffina
  • Cera d'api naturale
36

Provvedere ad un lavaggio con acqua e sapone

Dopo aver cucinato nella pentola con rivestimento in pietra dei cibi come ad esempio della carne, è importante prima raffreddarla a temperatura ambiente, e poi provvedere ad un lavaggio semplice soltanto con acqua e sapone. In tal modo si elimina la patina superficiale di grasso, e se rimangono delle piccole incrostazioni si procede poi come descritto nei passi successivi.

46

Utilizzare aceto e bicarbonato di sodio

Possedere una pentola realizzata in pietra, significa escludere a priori l'uso di materiali abrasivi come ad esempio delle spugne o le pagliuzze metalliche. Entrambe infatti, oltre a danneggiarla dal punto di vista strutturale, tendono anche ad assottigliare la superficie interna rendendola poi non più antiaderente. In presenza di incrostazioni rilasciate dalla cottura di cibi, è da considerarsi una buona abitudine utilizzare un mix a base di aceto e di bicarbonato di sodio. Entrambi i prodotti infatti, sono in grado di svolgere una buona azione emolliente e leggermente abrasiva. L'aceto nello specifico sminuzza le particelle di grasso che hanno generato le incrostazioni, mentre il bicarbonato opportunamente strofinato con una spugna non abrasiva (preferibile quella di mare) ottimizza il risultato. Dopo l'intervento con i suddetti prodotti è sufficiente un semplice risciacquo.

Continua la lettura
56

Lucidare la pentola con olio di paraffina

Una pentola di pietra prima di essere conservata, va protetta con un olio in grado di tenerla lucida e a prova di ossidazione. In questo caso, il consiglio è di utilizzare un batuffolo di ovatta imbevuta in olio di paraffina. Quest'ultimo è infatti un prodotto non nocivo, inodore ed incolore e ideale per creare una sorta di pellicola protettiva a prova di aggressione da parte di agenti atmosferici. Una volta terminata la procedura, è sufficiente asciugare l'olio in eccesso prima di riporre la pentola nel mobile o sulla piattaia. In alternativa alla paraffina liquida è possibile anche usare della cera d'api purché sia naturale, e non contenga degli additivi come ad esempio solventi presenti in quella in uso per la lucidatura di marmi e parquet.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in ceramica

Le pentole e le padelle in ceramica sono ormai sempre più diffuse in cucina, dovuto al fatto che il loro rivestimento interno non fa attaccare i cibi e, soprattutto la ceramica è un buon conduttore di calore e, fa sì che il calore si propaghi in maniera...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole antiaderenti

In cucina si utilizzano molteplici accessori per cucinare. Gli accessori più utilizzati oltre che piatti, bicchieri e posate, sono le pentole. Questo perché è l'accessorio che serve per cucinare le pietanze. Quando dobbiamo pulire le pentole antiaderenti,...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in acciaio

Pulire le pentole in acciaio è una della maggiori difficoltà che si riscontra in cucina, sia per l'eccesso di incrostazioni che spesso rimangono sul fondo, sia per le macchie che restano su tutta la superficie, essendo l'acciaio un materiale ottimo...
Pulizia della Casa

Come pulire una padella in pietra

La pentola è un recipiente adatto a cuocere cibi; generalmente è di forma circolare, ovale oppure quadrata con angoli arrotondati ed ha alle estremità uno o più manici. Può essere costruita in metallo, ferro, acciaio inox, ghisa, alluminio, rame,...
Pulizia della Casa

Come pulire al meglio le pentole di rame

Anche se la presenza di pentole in rame all'interno delle abitazioni è sempre più rara, alcuni continuano ad usarle per la loro buona conducibilità termica; il calore infatti si diffonde in maniera uniforme per tutta la pentola. Molti inoltre pensano...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in acciaio inox

Le pentole in acciaio inox (dal francese inossidabile), grazie alla loro composizione a base di ferro e carbonio, si caratterizzano per la solidità, per l'intensa resistenza all'usura e all'ossidazione, che le rende adeguate alla cottura di svariate...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in alluminio

In questo articolo di oggi vedremo come pulire le pentole in alluminio. Gli esperti considerano tali pentole, in cucina, tra i migliori materiali per la preparazione delle pietanze. Per mantenerle però sempre nella massima efficienza, sarà necessario...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle e le pentole annerite

A volte per negligenza, a volte per dimenticanza, capita che pentole e padelle si anneriscano in maniera apparentemente irreversibile. A meno che non siano carbonizzate, smacchiarle e ridar loro la brillantezza originaria è fortunatamente possibile....
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.