Come pulire le padelle in titanio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Materiale affidabile ed innovativo, il titanio è in grado di cuocere perfettamente ogni tipo di pietanza. Rapidità, uniformità di cottura e leggerezza delle pietanze cucinate dentro le padelle in titanio, rappresentano senza dubbio le più significative caratteristiche che questo tipo di padelle sono in grado di offrire. Essendo utensili del tutto particolari, le padelle in titanio vanno anche pulite in un modo molto specifico. In questa guida vogliamo dunque illustrarvi come pulire le padelle in titanio.

26

Occorrente

  • Padelle in titanio, 1 cucchiaio di aceto, 2 cucchiai di bicarbonato, sale grosso, olio, canovaccio da cucina
36

Preparate una soluzione di acqua e aceto

Avete in casa una grande quantità di padelle in titanio e non sapete come trattarle dopo aver cucinato dentro a queste pietanze a base di carne o di pesce? Niente paura, vediamo come è necessario procedere per una pulizia che vi lascerà davvero molto soddisfatte. Dunque passiamo subito all'azione e vediamo come intervenire per rimuovere sporco, residui di cibo e incrostazioni dalla superficie delle padelle in titanio. Per prima cosa dovrete collocare per un tempo di circa 5 minuti la pentola dentro dell'acqua molto calda. Prima dell'immersione della pentola, ricordate di versare nell'acqua calda anche un cucchiaio abbondante di aceto o, se preferite, due cucchiai di bicarbonato.

46

Risciacquate abbondantemente

Lasciate dunque la padella in immersione per il tempo stabilito e poi risciacquate abbondantemente. Dopo aver pulito le padelle in titanio in questo modo, ricordate di riporle una sopra all'altra, ma non dimenticando per nessun motivo di frapporre, fra una padella e l'altra, un sottile strato di carta per impedire che queste si possano graffiare. In alternativa, potreste usare anche un piatto di plastica come divisorio. L'importante è non far toccare la superficie delle due padelle da sovrapporre, perché rigarle equivarrebbe a rovinarle in modo irreparabile. Le padelle in titanio rigate, infatti, non sarebbero più in grado di produrre una cottura ottimale dei cibi.

Continua la lettura
56

Ricoprite la superficie con sale grosso

Un altro metodo per pulire al meglio le padelle in titanio è quello di utilizzare del sale grosso. Spargetene un po' all'interno della padella e lasciate agire per una circa 15-20 minuti. Il sale avrà la capacità di assorbire gli odori e di far staccare i residui del cibo ancora contenuti nella padella. Trascorso questo tempo, lavate la padella con acqua tiepida e asciugate con un panno da cucina o con un canovaccio. Affinché questo tipo di padelle non vengano sottoposte ad ossidazione, ricordate infine di passare qualche goccia di olio da cucina lungo tutta la loro superficie, in modo da non permettere alla ruggine di penetrare e di deteriorare in poco tempo la struttura della padella.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Dopo aver pulito le pentole in titanio, riponetele frapponendo tra una pentola e l'altra un sottile strato di carta o un piattino di plastica

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le padelle e le pentole annerite

Gentili lettori, all'interno della guida che seguirà andremo a parlare di pentole e di padelle. Nello specifico, in questo caso, ci addentreremo nel tema inerente alle modalità di pulizia delle stesse.Come si fa a pulire le padelle e le pentole che...
Pulizia della Casa

Trucchi per pulire le padelle

Le padelle sono degli strumenti che fanno parte ormai della vita quotidiana, e sono utilizzati in cucina. Questi utensili hanno subito numerose modifiche durante gli anni, a tal punto da poter cambiare metodo di riscaldamento, cioè passando dal fuoco...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle di teflon

Il teflon, conosciuto anche come politetrafluoroetilene o PTFE, è diventato il nome comune per pentole e padelle antiaderenti. È considerato l'unica sostanza grazie alla quale il cibo non si attacca e richiede pochissimo lubrificante. Qualche cura supplementare...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in ghisa

La ghisa è una lega ferro-carbonio; materiale perfetto sia per la cottura alla piastra, sia per zuppe e stufati perché trattiene il calore e lo diffonde lentamente, distribuendolo in modo omogeneo. C'è da dire che la ghisa smaltata trattiene abbastanza...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in pietra lavica

Le padelle, i caratteristici e famosi utensili sui quali cuocere cibi, possono essere composte di diversi materiali. Uno dei più particolari è senza dubbio quello composto di pietra lavica. Le padelle fatte di questi materiali si contraddistinguono...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle di ferro

Le padelle di ferro sono particolarmente adatte per rosolare e grigliare qualsiasi tipo di carne o pesce, per scottare le verdure e per friggere gli alimenti. Esse non rilasciano sostanze nocive all’organismo, non inquinano l’ambiente e non si usurano...
Pulizia della Casa

Come disincrostare pentole e padelle

Alla fine di ogni pasto che consumiamo, ci ritroviamo le stoviglie da lavare. In particolare le pentole e le padelle sono soggette a incrostazioni che talvolta sono difficili da rimuovere con un solo lavaggio. In questi casi, il comune detersivo per piatti...
Pulizia della Casa

Come pulire le superfici in ghisa

Come ben sappiamo, la ghisa resiste molto bene alle alte temperature, infatti ha la proprietà di accumulare calore e poi sprigionarlo gradatamente in tutta la superficie delle padelle o griglie che si andranno ad usare. Inoltre, grazie alla sua capacità...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.