Come Pulire Le Ossa Per Collezioni Di Anatomia Animale

Tramite: O2O 16/05/2018
Difficoltà: media
18

Introduzione

La tassidermia è la tecnica della conservazione della livrea e delle ossa degli animali, spesso nota col nome volgare di impagliatura. Con questa pratica è possibile conservare la forma e la consistenza del manto degli animali, oppure ripulirne le ossa, eliminando tutte le parti che si decomporrebbero, portandole ad uno stato di conservabilità, adatto per esempio per la ricostruzione dello scheletro per esposizioni museali, per uso didattico o anche semplicemente come decorazione. Con questa guida vedremo come pulire le ossa per collezioni di anatomia animale, usando appositi strumenti e prodotti chimici, per chi è bene essere preparati.

28

Occorrente

  • Pentola grande per bollire
  • Soda caustica
  • Acqua ossigenata 100 volumi
  • Spugna
  • Temperino
  • Coltelli da macellaio
  • Bisturi
  • Vernice trasparente
38

Preparare le ossa

Le ossa, nella migliore delle ipotesi vanno semplicemente ripulite dai residui di tendini e carne, ma più spesso si deve partire direttamente dall'animale morto completo. Per prima ossa si deve scuoiare la bestia defunta, prestando il grado di attenzione necessario in caso si volesse conservarne la pelle, e togliere tutta la carne usando coltelli da macelleria affilati, o meglio ancora dei bisturi. Una volta rimossi i muscoli e gli organi, sulle ossa resta una guaina piuttosto coriacea detta periostio. Se l'animale è una carogna, trovata in natura, invece, la soluzione ottimale è quella di seppellirla sotto un cumulo di sassi piuttosto pesanti, proteggendola con assi di legno per evitare che gli animali spazzini di grandi dimensioni rompano le ossa e lasciare che vermi e formiche facciano il lavoro al posto nostro.

48

Eliminare i residui

Una volta che le ossa siano state spolpate per bene si deve passare all'eliminazione delle membrane e delle parti deperibili. Per questa operazione serve un pentolone capiente, della soda caustica e un po' di tempo, perché le ossa devono essere bollite. L'operazione può durare alcune ore, a seconda delle condizioni, e si deve rimuovere la schiuma nauseante che si forma in superficie, che è costituita dai lipidi sciolti dalla soda. Una volta che l'osso non butti più fuori materia, si può procedere al risciacquo, dopo aver fatto freddare il pentolone e alla spazzolatura con una spugnetta in acciaio. In questa fase si devono usare i guanti per prodotti chimici e agire con un po' di cautela per non rigare la superficie dell'osso.

Continua la lettura
58

Eliminare i tendini

L'operazione di bollitura nella soda dovrebbe aver ammorbidito abbastanza i tendini e i loro punti di inserzione, ma serviranno pinze a becco retto per strapparle via. Se l'osso è piccolo, è meglio scalzarle con un temperino, prestando parecchia attenzione a non spezzare l'osso, e ci si può aiutare con una spazzola in metallo, sempre preferendo un lavoro lungo e preciso ad uno breve ma che lascia residui e danneggia il campione. L'osso così ripulito non sarà però probabilmente presentabile, ma pieno di macchie e incrostazioni.

68

Usare l'acqua ossigenata

La superficie dell'osso sarà piena di macchie e altri residui, quindi deve essere ripulita con una spugnetta dura per i piatti usando acqua ossigenata ad alti volumi, come quella usata per schiarire i capelli. Si deve prestare attenzione a non lasciar agire per troppo tempo l'acqua, ma al tempo stesso evitare che restino macchie antiestetiche, Un osso candido fa sempre la sua bella figura in una collezione anatomica. Se stiamo lavorando su di un teschio accertiamoci che non siano rimasti residui all'interno, perché anche se contaminati dalle sostanze chimiche prima o poi attireranno dei parassiti. Le corna invece devono essere rimosse e trattate a parte con un procedimento simile, ma con una cura maggiore perché sono più sensibili all'attacco delle sostanze chimiche.

78

Rifinire le ossa

Le ossa vanno a questo punto rifinite e lucidate. Si può usare uno spazzolino da denti o a setole moto dure ed una soluzione di bicarbonato di calcio per lucidare la superficie. Una volta che l'osso sia diventato abbastanza lucido sarà sufficiente trattarlo con una vernice trasparente spray per dargli la lucentezza ideale e poterli montare sul supporto da mettere nella teca della nostra collezione.

88

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Utilizza dei guanti per prodotti chimici
  • Proteggi gli occhi dagli schizzi della soda caustica
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il pavimento dai bisogni del tuo animale domestico

Quando gli animali vivono nelle case è consigliabile rispettare alcune regole di igiene e pulizia. Se un cucciolo non è ancora abituato a fare i propri bisogni fuori casa oppure in un determinato luogo è naturale che li fa sul pavimento. In questi...
Pulizia della Casa

Come rimuovere l'odore di urina animale dal cemento

Quando si vuole acquistare un animale domestico bisogna tenere presente alcuni fattori, ad esempio lo spazio che si ha disposizione, il costo del mantenimento e se è adatto al luogo in cui si vive. Inoltre, non bisogna dimenticarsi le esigenze dell'animale:...
Pulizia della Casa

Come pulire le bambole di gomma

Le bambole hanno fatto sognare intere generazioni di bambini e non solo. Esse possono essere realizzate in gomma, plastica, stoffa, legno, cera e porcellana ed hanno, generalmente, sembianze e forme umane, animali o di personaggi di immaginazione. Le...
Pulizia della Casa

Come pulire i tappeti in pelle

I tappeti in pelle sono dei complementi d’arredo vintage e come tutti gli oggetti di una certa età, oggi tanto apprezzati, stanno ritornando prepotentemente di moda. Tutti sanno bene che i tappeti possono essere costituiti da diversi materiali, ragion...
Pulizia della Casa

Come pulire divani in pelle o cuoio

I divani in pelle o cuoio sono dei complementi d'arredo molto delicati rispetto ai sofà sfoderabili, in cui la pulizia ordinaria è facilitata e resa più semplice dalla possibilità di rimuovere la copertura esterna. Richiedono quindi una maggiore attenzione...
Pulizia della Casa

Come pulire un divano in ecopelle

La vendita dei divani in ecopelle ha avuto un vero e proprio boom negli ultimi anni. Il merito è soprattutto del prezzo di simili divani, che sicuramente non è elevato e consente a chiunque di dotarsi di un bel complemento di arredo, senza dover firmare...
Pulizia della Casa

Come pulire il box doccia

L'ordine e la pulizia della nostra casa vanno messi sempre al primo posto. Gli ambienti che richiedono maggiore attenzione sono la cucina ed il bagno. Pulire la nostra casa a volte diventa un vero e proprio lavoro. Infatti, in alcuni casi, emergono insidie,...
Pulizia della Casa

Come pulire i peluche

Probabilmente non lo sapete, ma una mamma casalinga saprà certamente affermarlo. Fra i lavori di casa più impegnativi e difficoltosi, oltre alla detersione dei pavimenti e delle stanze, c'è l'enorme fatica di lavare i peluche (animali di pezza, stoffa...