Come pulire le macchie di tinta dalla ceramica dei sanitari

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Molte persone utilizzano la tintura per colorare i propri capelli e la maggior parte esegue questa operazione nel lavandino o nella vasca da bagno senza usare alcuna protezione. Di conseguenza, accade spesso che la tintura possa lasciare delle macchie quasi indelebili sulla ceramica. Quindi, per rimuoverle non è sufficiente trattarle con i detergenti comuni, ma è necessario adottare delle tecniche particolari. Vediamo allora come pulire le macchie di tinta dalla ceramica dei sanitari.

26

Occorrente

  • Aceto
  • Sale
  • Limone
  • Bicarbonato di sodio
  • Ammoniaca pura
  • Ovatta
36

Prima di iniziare con la lista dei suggerimenti per rimuovere le macchie di tinta dalla ceramica, ecco un altro piccolo consiglio su cosa non bisogna fare per evitare di danneggiarla ulteriormente. Innanzitutto, non va usato nessun oggetto di metallo per raschiare; infatti, questo può graffiare il sottile strato, specie nei fori o sotto il bordo della tazza se si tratta del water. Inoltre se possibile, vanno evitati agenti chimici che in alcuni casi potrebbero far scolorire la ceramica, in quanto troppo aggressivi.

46

La tintura, essendo composta da un reagente, tende a rendere indelebile il colore e man mano che si essicca, non basta della semplice acqua per rimuoverla. Per risolvere il problema, possiamo utilizzare sia la candeggina che il sale disciolto in aceto bianco, e quest'ultimo svolge una leggera azione abrasiva senza danneggiare la ceramica e nel contempo è anche un ottimo disinfettante. Per ottenere un buon risultato, la candeggina va versata liquida e poi tamponata con dell'ovatta, mentre con il secondo composto, si può utilizzare una spugna leggermente abrasiva. Se l'aceto bianco non funziona bene, è necessario usare un acido più potente ma come già detto non molto aggressivo, per cui l'ideale è l'ammoniaca.

Continua la lettura
56

Infine, se le macchie di tinta, sono piuttosto vecchie e magari ci sono sfuggite nei precedenti interventi di pulizia, per rimuoverle in modo definitivo e senza arrecare danni alla ceramica, va usato un altro composto naturale fatto di aceto, bicarbonato e succo di limone. L'azione combinata di questi tre elementi (dissolvenza, abrasione e pulizia), ci consegna dei sanitari perfettamente liberi da macchie di tintura, puliti, lucidi ed anche ottimamente sanificati.

66

Se le macchie sono particolarmente ostinate, riempire il lavandino con acqua e detersivo biologico e lasciare in ammollo per una notte; dopodiché sciacquare accuratamente con acqua calda. Evitare di versare sostanze chimiche forti sulla ceramica sanitaria, come ad esempio la candeggina, l'ammoniaca, la soda caustica, lo spirito bianco e altre soluzioni sterilizzanti. Non utilizzare oggetti appuntiti, in quanto potrebbero graffiare o danneggiare la superficie.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

10 consigli per eliminare le macchie dai sanitari

Anche se puliamo periodicamente i nostri sanitari capita spesso che restino macchiati. A volte è il calcare, a volte la ruggine, ma il detersivo normale non riesce a pulirli alla perfezione. Nonostante i nostri sforzi, quindi, il bagno pur igienizzato...
Pulizia della Casa

Come Pulire I Sanitari

Il bagno è l'ambiente che deve essere tenuto maggiormente in ordine, soprattutto se la famiglia è numerosa: è necessario pulirlo a fondo e regolarmente, almeno una volta al giorno, al fine di assicurarne una perfetta igiene. Proprio per questo motivo,...
Pulizia della Casa

Come pulire una vasca da bagno in ceramica

Le vasche da bagno che siete generalmente abituati a vedere nelle vostre case sono solitamente dotate di un rivestimento in ceramica su una struttura di sostegno in acciaio o in ghisa. Infatti, la ceramica è un materiale forte e durevole, ma è anche...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in ceramica

Le pentole e le padelle in ceramica sono ormai sempre più diffuse in cucina, dovuto al fatto che il loro rivestimento interno non fa attaccare i cibi e, soprattutto la ceramica è un buon conduttore di calore e, fa sì che il calore si propaghi in maniera...
Pulizia della Casa

Come pulire lo stucco dai pavimenti in ceramica

A seconda del tipo di pavimento, le macchie di stucco possono essere eliminate con metodi diversi per essere rimosse. La prima operazione da fare, è sempre quella di spazzare efficacemente la superficie con una comune scopa. Ecco vari metodi e diversi...
Pulizia della Casa

Come pulire un lavello in ceramica

Questa guida può risultare molto utile a tutti coloro che desiderano sapere come pulire un lavello in ceramica in maniera approfondita e senza rischiare di rovinare la superficie in ceramica, essendo essa particolarmente delicata e suscettibile di...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in ceramica

Molto spesso in casa su possiedono degli oggetti d'arredamento in ceramica. Essi sono senza dubbio estremamente eleganti e raffinati e conferiscono all'ambiente un tocco classico senza però risultare pesanti. Questi oggetti però necessitano di molte...
Pulizia della Casa

Come pulire il pavimento in ceramica

Con l'arrivo della primavera, e delle belle giornate, potremo finalmente pulire in maniera integrale, tutte le stanze della nostra abitazione. Queste giornate, sono le giornate ideali per poter aprire le finestre, fare entrare aria pulita, e far cambiare...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.