Come pulire le incrostazioni del WC

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il bagno, così come la cucina, è la stanza dove deve regnare il massimo dell'igiene. A volte, però, nonostante le continue pulizie giornaliere, non sempre ciò è garantito del tutto, favorendo così la diffusione di germi e batteri che di certo non giovano alla salute. Il wc, poi, per l'utilizzo che se ne fa, è l'elemento che richiede una pulizia più approfondita ma che, allo stesso tempo, tende a sporcarsi in modo più frequente poiché le incrostazioni si annidano nei posti difficilmente raggiungibili. Per questo motivo, è necessario effettuare una pulizia accurata. Vediamo allora, nella seguente guida, come pulire le incrostazioni dal wc.

27

Occorrente

  • Guanti di gomma, acido citrico, sale fine, aceto bianco, bicarbonato, spazzola a setole rigide, candeggina; eventualmente mezzo bichiere di anticalcare.
37

Ovviamente, sarebbe sempre meglio prevenire i depositi di sporco attraverso una regolare e periodica manutenzione e non occorre necessariamente utilizzare costosi prodotti chimici: oltre alle regolari pulizie quotidiane, può essere sufficiente strofinare la ceramica una volta alla settimana con una soluzione composta da una parte di aceto bianco e una di succo di limone, risciacquando poi con un getto di acqua fredda. Spesso, però, per mancanza di tempo o per sbadataggine, può succedere di non dedicare la dovuta attenzione a quelle che dovrebbero invece essere delle semplici abitudini e si permette alla situazione di aggravarsi.

47

Procuratevi una confezione di acido citrico puro: è un elemento piuttosto 'dolce', mentre altre tipologie di liquidi contro le formazioni calcaree sono decisamente più aggressive. Indossate un paio di guanti di gomma e mettetene 200 ml in un litro d'acqua, quindi spruzzatelo sulle parti da trattare, insistendo anche all'interno dei bordi. Mettete del sale fine su una spazzola a setole rigide e spazzolate l'incrostazione cercando di eliminarla o tentando di toglierne la maggior parte. Spruzzate una seconda volta il liquido sulla zona trattata e lasciatelo agire alcune ore, poi tornate a spazzolare la ceramica.

Continua la lettura
57

L'accumulo di calcare dovrebbe essersene andato, quindi non vi rimane che lavare bene il wc con una miscela ottenuta mescolando un cucchiaio di bicarbonato in mezzo litro di aceto bianco. Se invece dovesse essere presente ancora qualche piccola incrostazione, spruzzatela con mezzo bicchiere di prodotto anti-calcare e strofinate bene, poi risciacquate. Infine, non vi resta che mantenere lindo il vostro water-closet pulendolo regolarmente come suggerito nel passo n.1, ed igienizzandolo la sera con un getto di candeggina: avrete sempre sempre una 'tazza' splendente!

67

Guarda il video

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Durante l'utilizzo del'acido citrico, proteggete sempre il sedile di legno con uno straccio.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare in modo ecologico

Da sempre il calcare è il nemico giurato della rubinetteria e, diciamocela tutta, anche delle casalinghe che ci si ritrovano a doverci fare i conti! Il calcare, o carbonato di calcio che dir si voglia, è presente per lo più nell'acqua corrente della...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare in bagno

Il bagno è sicuramente uno degli ambienti della casa che risente maggiormente del calcare. Questo è causato dall'utilizzo dell'acqua corrente che porta con se quantità più o meno consistenti di calcare; se non si interviene subito per rimuoverlo,...
Pulizia della Casa

come eliminare le incrostazioni di calcare con la pietra pomice

Quando senti parlare di pietra pomice cosa ti viene in mente? L'uso per i piedi vero? Cioè rimuovere la pelle secca dai piedi e mantenerla liscia.Stupirò alcuni di voi dicendo che a pietra pomice può essere usata efficacemente anche come rimedio naturale...
Pulizia della Casa

Come eliminare le incrostazioni dalle stoviglie

Dopo aver pranzato o cenato, talvolta le stoviglie sono unte e piene d’incrostazioni difficili da rimuovere. Lavare a fondo padelle e stoviglie è molto importante e spesso impegnativo, talvolta utilizzare il semplice detersivo per piatti e sfregare...
Pulizia della Casa

5 modi per prevenire lo sporco del bagno

Il bagno è l'ambiente della casa che si sporca più facilmente e, paradossalmente, è anche quello che noi vorremmo vedere più pulito. Purtroppo schizzi d'acqua, vapore, calcare, incrostazioni e muffe sono sempre dietro l'angolo e, se si desidera un...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il calcare dalla vasca da bagno

Il calcare è indubbiamente il problema più comune con cui ogni casalinga si trova prima o poi a combattere. Esso si forma sulle superfici che sono maggiormente esposte al passaggio dell'acqua, come ad esempio lavandini, vasche da bagno e sanitari. Molto...
Pulizia della Casa

Come eliminare il calcare con prodotti naturali

L'eccessiva presenza di calcare nell'acqua, chiamato anche Carbonato di Calcio (CaCo3), spesso e volentieri lascia antiestetiche incrostazioni, dai rubinetti ai box doccia, dalla caffettiera alla lavastoviglie.Sarà capitato a chiunque di dover combattere...
Pulizia della Casa

Come eliminare le incrostazioni di sporco dai sanitari

Il bagno è il luogo dove si insediano numerose quantità di germi e batteri ed è per questo motivo che va pulito frequentamente e anche con una certa cura. Oltre a questi bisogna considerare anche le numerosi incrostazioni di calcare che si formano...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.