Come pulire lavelli e piani di lavoro di cucina

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Se intendiamo pulire a fondo i lavelli e soprattutto i piani di lavoro di cucina, è importante farlo in modo adeguato e con prodotti non nocivi, tenendo conto che sono costantemente a contatto con il cibo. L'uso di materiali appropriati e alcune tecniche di pulizia, sono dunque necessarie per massimizzare il risultato. In riferimento a ciò, ecco una guida dettagliata che ci illustra come procedere per effettuare questa operazione.

25

Occorrente

  • Acqua calda
  • Candeggina
  • Guanti di gomma
  • Aceto bianco
  • Limone
  • Bicarbonato di sodio
35

Per iniziare diciamo subito che è importante tenere in cucina tutto l'occorrente per le pulizie da svolgere, specie mentre usiamo il piano cottura, il lavello e tutto il resto. Il consiglio in merito è di comprare anche delle pagliette d'acciaio, quelle di spugna abrasiva, un panno, una spazzola e liquido per i piatti. Per la pulizia delle stoviglie, possiamo dunque usare la spazzola invece della spugna, in quanto maggiormente in grado di pulire a fondo gli angoli del lavello e del piano di lavoro. Inoltre, un buon sgrassatore per il forno e i fornelli faciliterà il compito.

45

Le superfici laminate del lavello e della cucina vanno adeguatamente pulite con un panno umido, del bicarbonato di sodio e con del detergente cremoso. Da evitare sono invece gli abrasivi potenti e i prodotti che contengono candeggina, poiché possono risultare nocivi alla salute se non perfettamente risciacquati. Pulire più volte all'anno gli sportelli, e lavare l'interno del mobile sottostante il lavello e la cucina è un'altra ottima abitudine, e nello specifico conviene usare acqua con detersivo, e poi risciacquare abbondantemente il tutto. I lavelli in ceramica sono sicuramente più facili da pulire rispetto a quelli in acciaio, e periodicamente è possibile disinfettarli con della candeggina. Riempiendo infatti il lavello con acqua calda e con una piccola quantità di questo prodotto, si ottiene il top dal punto di vista dell'igiene, ma nel contempo come peraltro già accennato nei passi precedenti, è importante far seguire l'operazione da un accurato risciacquo per evitare intossicazioni.

Continua la lettura
55

In tutti i casi per avere sempre un bianco splendente in cucina, possiamo infine mettere alcuni tovaglioli di carta sul fondo del lavello, facendo in modo che si imbevano di candeggina. Lasciando agire quest'ultima per circa 20 minuti, alla fine otteniamo la vasca del lavello perfettamente pulita, senza l'antiestetico calcare e soprattutto priva di cattivi odori, specie se in precedenza abbiamo lavato del pesce.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere un lavello in ceramica per la cucina

Scegliere un lavello in ceramica per la cucina comporta spesso una scelta di igiene, oltre che di estetica. Questo materiale è infatti noto per la facilità con cui si mantiene pulito ed igienizzato. Le richieste del mercato ricadono principalmente sulle...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in grafite

Il lavello rappresenta senza dubbio la parte della cucina verso la quale si concentra la maggior parte delle azioni di una massaia. Ecco perché il frequente utilizzo che spesso se ne fa, può determinare deterioramento dei materiali o formazione di sporcizia....
Arredamento

Lavello in cemento: pro e contro

Sono sicuramente diverse le ragioni per cui si potrebbe utilizzare un lavandino in cemento, e ci sono alcuni aspetti che devono essere presi in considerazione per fare in modo che un lavandino di questo tipo sia adatto alle proprie esigenze. Bisogna sempre...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
Economia Domestica

Come proteggere il lavello smaltato nero

La cucina è una delle cose più costose, soprattutto se viene creata su misura e installata in base alle vostre esigenze. Ogni cucina è creata da varie componenti e oltre agli elettrodomestici, molto spesso, è necessario anche scegliere la tipologia...
Pulizia della Casa

Come pulire la cucina o il lavello in acciaio inox

Una bella cucina è quella nella quale brilla un lavello di qualità. È il caso dei lavelli in acciaio inox che, di solito, rispondono ad una duplice, importante funzione: quella di essere belli sotto il profilo estetico e delle finiture e quello di...
Pulizia della Casa

Come far risplendere il lavello della cucina

Il lavello della cucina è sempre molto utilizzato, non solo quando abbiamo i piatti da lavare, ma a qualsiasi ora del giorno. Che sia un caffè pomeridiano o un'improvvisa voglia di sandwitch a mezzanotte, l'occasione di lavare qualcosa nel lavello della...
Arredamento

Come scegliere il giusto lavello

Acquistare un lavello della cucina che possa associare, in maniera ottimale, una buona funzionalità ad un lato estetico particolarmente attraente, non è particolarmente semplice. Con questa semplice guida, in definitiva, riuscirete ad orientarvi tra...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.