Come pulire la tastiera del basso elettrico

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Ebbene si, anche gli strumenti ogni tanto presentano segni di trascuratezza e abuso di vario genere da parte dei proprietari insensibili. La tastiera del basso elettrico si presenta si presenta in condizioni veramente pietose, se ci troviamo in presenza di incrostazioni millenarie ci aspetta un bel lavoro. Anche in questi casi ci prepariamo il necessario, che prevede oltre alle solite pezze di cotone, l'ausilio di prodotti idonei, tra i quali la solita nafta o il "Lemon oil", in grado di sconfiggere lo sporco più tenace o usarlo quando il legno si presenta un po secco. Basta passare questo prodotto sulla tastiera e strofinare con un panno. La ravviva e asporta piccoli sedimenti. Nei casi più drammatici ci andremo più pesanti, come? Se seguirete attentamente questa guida vi darò degli ulteriori consigli su come pulire la tastiera del basso elettrico.

25

Occorrente

  • Tovaglioli di carta
  • Una scheda telefonica
35

Allora usate il vostro panno per applicare a seconda delle preferenze la nafta o il Dunlop “fretboard deep conditioner” che spruzzerete direttamente sulla tastiera, lo stenderete in modo uniforme e lo lascerete agire alcuni secondi, dopodichè con il panno asportate l’eccesso ed il grosso dello sporco. Se rimangono ancora residui tenaci allora è il caso di aiutarvi con qualche attrezzino come ad esempio una vecchia scheda tipo carta di credito più rigida di una scheda telefonica, che taglierete leggermente sul lato più corto per ottenere due begli angoli vivi.

45

A questo punto la userete a mò di spatola “grattando” più o meno energicamente sullo sporco depositato tra un tasto e l’altro tenendo la scheda con due mani ai due lati esterni, quindi con un movimento avanti-dietro raschiate i residui. Procedete con questa operazione partendo dal primo tasto (o meglio spazio tra capotasto e primo tasto in questo caso) e scendendo fino all’ultimo, dopodichè con uno degli spigolini vivi della scheda ripulite con una passata dallo sporco accumulato ai due lati di ogni tasto, proprio dove questo tocca la tastiera.

Continua la lettura
55

A lavoro ultimato con un panno date una bella passata prima a secco per levare tutti i rimasugli e poi una ravvivata con Lemon oil o un goccino di olio paglierino (reperibile facilmente in ferramenta) fino ad asciugare tutto ben bene, magari dopo una prima passata aspettate un attimo che il legno assorba il suo necessario e poi levate l’eccesso di prodotto passato con il panno, che logicamente ogni tanto cambierete per non ripassare lo sporco tolto prima. Questo tipo di trattamento alla tastiera va fatto esclusivamente su tastiere in legno non verniciato come ebano o palissandro, su tastiere in acero, che vengono verniciate, userete principalmente un comune polish detergente (liquido) da body.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i fermenti lattici vivi

I batteri dell'acido lattico appartengono alla categoria dei probiotici, ovvero di quei microrganismi vivi che, quando somministrati in quantità adeguate, forniscono notevoli benefici alla salute umana. Utilizzati fin dall'antichità come metodo di conservazione...
Pulizia della Casa

Come Ravvivare I Colori Della Moquette Di Casa

Anche se la moquette è un accessorio domestico che ultimamente è passato un po' di moda, il suo fascino resta comunque invariato. Un punto a suo favore è quello di riuscire mantenere il calore all'interno delle abitazioni, di contro favorisce il deposito...
Arredamento

5 idee per arredare il tuo soggiorno in stile greco

Rinnovare il look di casa o arredare di tutto punto un ambiente è una cosa che si dovrebbe fare almeno una volta nella vita. È simbolo di rinnovamento e di cambiamento ed a volte, coincide con periodi particolari della nostra vita. Se stai pensando...
Economia Domestica

Come scegliere la legna per il termocamino

Oggi l'uso in ambito domestico di un termocamino è sempre più frequente, dati i numerosi vantaggi che quest'ultimo comporta. Il termocamino, è in grado di diffondere un calore omogeneo e di asciugare l'umidità in eccesso. Se avete poco tempo a disposizione,...
Pulizia della Casa

5 consigli per ravvivare i tappeti

I tappeti rappresentano senza dubbio uno degli elementi di arredo più preziosi per una casa, tra i pochi, forse, a valorizzare davvero un ambiente, rendendolo elegante e raffinato. Ma per assolvere a questa loro importante funzione, devono sempre essere...
Economia Domestica

5 modi per riutilizzare le decorazioni e i fiori di una cerimonia

Per colpa del loro contenuto di pesticidi pesanti, alla maggior parte dei fiori delle cerimonie succede questo. Non si possono conservare in modo sicuro. Quindi che cosa dovrebbe farci una sposa? Un'opzione è quella di produrre fioriture stagionali organiche...
Arredamento

5 idee creative per realizzare una cornice da foto

Se si desidera immortalare con una foto un momento particolarmente significativo della propria vita, occorre arricchire questa immagine nel modo più bello e raffinato possibile. Ecco perché una buona idea potrebbe essere quella di realizzare delle simpatiche...
Economia Domestica

Come conservare i tartufi di mare

Il tartufo di mare è un mollusco bivalve presente lungo le cose italiane, che si caratterizza per avere una conchiglia di colore marrone, beige o giallo, molto spessa e resistente, con delle evidenti scanalature lungo la sua superficie. L'ideale è sempre...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.