Come pulire la muffa in un frigorifero

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Cibi e bevande lasciati troppo tempo in un frigorifero, possono provocare cattivi odori e fastidiose muffe, soprattutto all'interno dei cassetti o sugli scaffali. Quando la muffa comincerà a diffondersi all'interno del frigorifero, non potrete far altro che svuotare completamente l'elettrodomestico e ripulirlo da cima a fondo. In questa guida, vi spiegherò quindi come pulire la muffa in un frigorifero. Avrete bisogno semplicemente di un paio di guanti in plastica, un erogatore spray, della candeggina e del bicarbonato di sodio o dell'aceto. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • candeggina
  • erogatore spray
  • bicarbonato di sodio o aceto
  • panno
36

Per prima cosa, indossate i guanti di plastica per proteggere le mani. Se siete allergici alle muffe, utilizzate anche una mascherina monouso per sicurezza. Staccate la spina del frigorifero, svuotatelo completamente e conservate temporaneamente gli alimenti presenti nel frigorifero in un luogo fresco, poiché la pulizia richiederà almeno un'ora. Dopo aver fatto ciò, gettate via tutti gli alimenti avariati conservati da molto tempo e che emanano un cattivo odore. Regolate il termostato sul valore minimo in modo che non si usuri il motore quando aprite il portello. Cominciate a togliere la muffa visibile con dei tovaglioli di carta.

46

Dopo aver eliminato la muffa visibile, prendete una bacinella e mescolate una parte di candeggina con una parte di acqua tiepida, quindi travasatela in una bottiglietta con erogatore spray. Agitatela bene e spruzzate il composto all'interno del frigorifero, iniziando dalla parte inferiore e procedendo poi con le pareti, il soffitto e le scaffalature. Non eccedete con le dosi e fate attenzione che il liquido non goccioli, per evitare che successivamente si possa condensare. Rimuovete i cassetti e i ripiani e chiudete la porta del frigorifero, lasciandolo a riposo per circa un'ora. Adesso, mettete i ripiani e i cassetti nel lavandino e puliteli con la vostra soluzione di candeggina e acqua, risciacquandoli molto accuratamente.

Continua la lettura
56

Trascorso il tempo necessario, utilizzate un panno inzuppato in una soluzione di acqua tiepida e bicarbonato di sodio (un cucchiaio per litro d'acqua), strizzandolo bene prima di passarlo sulle superfici. In alternativa, potrete utilizzare acqua e aceto (mezzo bicchiere di aceto per un litro d'acqua) oppure gli appositi liquidi per frigoriferi che potrete acquistare in qualsiasi supermercato. Per pulire le guarnizioni, utilizzate alcol o borotalco. Dopo aver risciacquato e asciugati bene cassetti e ripiani, rimetteteli al loro posto e inserite la spina solo quando l'interno del frigorifero sarà ben asciutto. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Questa operazione andrebbe fatta almeno una volta ogni due o tre mesi, affinché il vostro frigorifero si mantenga pulito ed igienizzato a lungo.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come togliere le macchie di muffa da un piumone

La muffa è un elemento che cresce in natura, ma non per questo è destinata a permanere nelle nostre case. La muffa può essere causa di cattivi odori, può attirare ospiti indesiderati (scarafaggi) e può compromettere il corretto funzionamento di alcuni...
Economia Domestica

Come eliminare l'odore di muffa dai mobili

Eliminare l'odore di muffa dai mobili, è un lavoro che richiede tempo e pazienza. Il legno è un materiale poroso e quindi assorbe molto facilmente l'umidità e gli odori, presenti nelle vicinanze. Nel caso in cui i vostri mobili siano stati depositati...
Economia Domestica

Come evitare la formazione di muffa in bagno

Se la vostra stanza da bagno presenta periodicamente antiestetiche tracce di muffa, potete intervenire con metodi adeguati per evitare che possa generarsi di nuovo. Nello specifico si tratta di piccoli ma funzionali accorgimenti, atti ad ottimizzare...
Economia Domestica

Cibi in frigorifero: 10 regole per conservarli

L'organizzazione dei cibi nel frigorifero è un fattore che non va sottovalutato. Con una serie di accorgimenti più o meno piccoli, che dovremo adottare, conserveremo i cibi nel rispetto dell'igiene, nel preservarli come freschezza e nel mantenerli in...
Economia Domestica

10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero

Una volta acquistato un prodotto, è fondamentale il modo in cui esso va conservato. Regole precise e buone norme igieniche rivestono davvero un'importanza notevole. In questa guida vogliamo illustrarvi 10 consigli per conservare gli alimenti nel frigorifero....
Economia Domestica

Come regolare la temperatura del frigorifero

A volte le azioni domestiche più semplici appaiono come degli ostacoli insormontabili. In prevalenza tutte le case dispongono di elettrodomestici, piccoli o grandi. Fra di essi, il frigorifero risponde a delle importanti esigenze quotidiane. La sua funzione...
Economia Domestica

Come organizzare lo spazio nel frigorifero

Organizzare in modo pratico e funzionale lo spazio del frigorifero può essere un valido aiuto, oltre che per la corretta conservazione degli alimenti, anche per un vantaggioso risparmio di tempo sulla preparazione delle varie pietanze. Potrebbe risultare...
Economia Domestica

Come conservare i cibi in frigorifero con i contenitori

Siete stanchi di gettare alimenti andati a male in frigorifero? Sapevate che le modalità di conservazione nei moderni frigoriferi influenzano (e di molto) i tempi di mantenimento?I refrigeratori no-frost (come la quasi totalità dei dispositivi moderni)...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.