Come pulire la fragranite

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

La fragranite è un materiale composito formato da resina e particelle agglomerate di granito. La caratteristica principale di questo materiale è la sua superficie liscia e uniforme che lo rende particolarmente adatto per l'utilizzo nei lavelli da cucina. L'assenza di porosità, infatti, riduce il rischio di depositi di calcare dovuti al continuo passaggio dell'acqua. Utilizzando la fragranite si ha un notevole miglioramento del livello di igiene in cucina in quanto, non soltanto il calcare ma anche i residui di sporco, i batteri e i depositi di cibo si riducono in modo significativo. La fragranite è composta per l'80% di granito, che le conferisce grande solidità e resistenza a gli urti, ai graffi e alle macchie. Per mantenere invariate queste caratteristiche tuttavia, è fondamentale una adeguata pulizia giornaliera. Vediamo allora come pulire la fragranite.

26

Occorrente

  • alcool o candeggina
  • spugnetta poco abrasiva
  • aceto bianco o di mele
  • bicarbonato
  • detersivo per piatti
36

A caldo

La pulizia costante è fondamentale per mantenere le qualità della fragranite durature nel tempo. Bastano un paio di minuti di manutenzione giornaliera per garantire a tale materiale un aspetto inalterato e naturale per anni. Dopo l'utilizzo del lavello o della vasca in fragranite, occludete il tappo di scarico e riempite con acqua calda, ad una temperatura di almeno 70 C°. Versate il detersivo per piatti che usate abitualmente e lasciate agire per 20 minuti circa. Trascorso questo lasso di tempo scaricate l'acqua e risciacquate abbondantemente aiutandovi con una spugnetta medio abrasiva.

46

A freddo

La fragranite è un materiale molto elegante in grado di attirare l'attenzione di chiunque ami vivere la propria cucina. Allo stesso tempo l'idea di una continua manutenzione potrebbe far desistere dalla scelta di questo materiale. In realtà, per i più pigri o per chi conduce una vita molto frenetica, vi è un modo molto semplice e veloce per ovviare a questo problema. Dopo la pulizia quotidiana delle stoviglie nel vostro lavandino, miscelate il sapone per piatti con un po' di bicarbonato. Passate la miscela con attenzione su tutta la superficie aiutandovi una spugnetta medio abrasiva e infine risciacquate abbondantemente. Il lavello così sarà sempre perfetto e apparentemente nuovo, in pochi minuti.

Continua la lettura
56

Antimacchia


La fragranite difficilmente tende alla formazione di macchie in quanto i cristalli di granito e la resina sono materiali impermeabili. Ma se non si esegue l'adeguata pulizia giornaliera è un rischio a cui si può andare incontro. La soluzione a questo problema è semplice. Basterà passare dell'alcool o della candeggina diluita direttamente sulle macchie, aiutandovi con una spugnetta medio abrasiva. In alternativa ai prodotti chimici potete tranquillamente utilizzare l'aceto bianco o l'aceto di mele.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate attenzione nel caso si debbano stasare i tubi utilizzando acidi , che questi non entrano in contatto con la fragranite
  • Non utilizzate spugnette in acciaio

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il lavello

Il lavello è la vasca di scolo dei rubinetti dell'acqua. L'utilità varia in base al suo posizionamento all'interno della casa. In cucina è utile per la pulizia degli alimenti e delle stoviglie; in lavanderia per mettere in ammollo i panni da bucato....
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in granito

Il lavello della cucina in granito è una caratteristica popolare in molte case in quanto il granito è un materiale che ha molti vantaggi, il che lo rende ideale per un lavello solido. Si tratta, infatti, di uno dei materiali più durevoli che si possono...
Pulizia della Casa

Come pulire una vasca in granito

Una vasca in granito, dopo un po’ di giorni perde la sua lucentezza, se non viene correttamente pulita. Lo sporco, le impronte delle dita, alcuni tipi di bagnoschiuma o i residui di goccioline d'acqua potrebbero essere la fonte del problema. Ecco alcuni...
Pulizia della Casa

Come pulire i ripiani in marmo

I marmi e in generale le pietre naturali sono dei materiali duraturi e resistenti che vengono utilizzati in diversi campi. Possiamo trovarli negli arredi della cucina come superficie di lavoro o nel lavello, ma anche come mensole in mobili particolari....
Pulizia della Casa

Come lucidare le piastrelle in granito di marmo

Il marmo è un materiale perfetto per rivestire i pavimenti e creare dei ripiani per i mobili della cucina. Mediante una serie di lavorazioni, la polvere di marmo si impiega per creare la vernice, il dentifricio e anche la carta. Questa roccia è disponibile...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in grafite

Il lavello rappresenta senza dubbio la parte della cucina verso la quale si concentra la maggior parte delle azioni di una massaia. Ecco perché il frequente utilizzo che spesso se ne fa, può determinare deterioramento dei materiali o formazione di sporcizia....
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dal lavello

Il calcare è il nemico numero uno di noi casalinghe: accade spesso, infatti, che residui di calcare si depositino sulle superfici dove è presente umidità con costante presenza di acqua; tali residui vanno rimossi frequentemente, sopratutto nel lavello...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavandino

Il lavello della cucina dovrebbe essere una delle superfici più pulite di una casa, purtroppo però molto spesso, è pieno di germi. Grazie al lavandino è possibile sciacquare la frutta, la verdura, il pesce, la carne, pulire le pentole, i piatti, i...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.