Come pulire il tostapane

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Tra i moltissimi accessori utilizzati quotidianamente in cucina, il tostapane rappresenta uno dei più semplici da usare, risultando in molti casi indispensabile. Qualsiasi sia il suo impiego è necessario procedere ad una sua regolare pulizia per mantenerlo perfettamente in ordine; a tal proposito, nella presente guida verrà indicato come procedere per pulire il tostapane in modo efficace.

26

Lavare il fondo removibile

Per prima cosa è opportuno indicare come pulire un moderno tostapane sia diventata un'operazione piuttosto semplice da portare a termine, soprattutto grazie al fatto che la maggior parte dei modelli sono dotati di un comodo fondo removibile, sul quale finiscono per depositarsi sia le briciole che eventuali residui di cibo. Togliendo tale elemento, risciacquandolo con poca acqua e mettendolo ad asciugare, tornerà perfettamente pulito. È necessario considerare, però, che il tostapane necessita di una pulizia più profonda, da eseguire con una certa regolarità, per evitare che si accumulino numerosi batteri. Qualsiasi pulizia abbia per oggetto il tostapane dovrà essere effettuata solo quando quest'ultimo sarà spento.

36

Lavare le pinze

Prima di iniziare assicurarsi che sia freddo, quindi estrarre le pinze che vengono utilizzate per inserire i toast; tali pinze andranno lavate con del detersivo per i piatti. In alcuni casi i manici possono essere rimossi; questo permette di lavare la parte rimanente in lavastoviglie. Se le pinze sono particolarmente sporche, tanto che neppure lasciarle in ammollo per diverse ore si rivela sufficiente, è possibile ricorrere ad uno spray specifico per la pulizia del forno. Un consiglio è di pulire anche la parte esterna che, oltre a presentare sicuramente della polvere, ospiterà probabilmente qualche ditata. Per farlo sarà sufficiente impiegare un panno umido e poco detersivo (sceglierne uno delicato), evitando prodotti che provocano molta schiuma.

Continua la lettura
46

Asciugare le singole parti con cura

Tutte le parti lavate dovranno essere asciugate con cura, in modo che non possano arrugginirsi. Evitare di lavare la parte interna del tostapane (le fessure che ospitano le pinze); solo nel caso in cui si percepisca un cattivo odore si potrà utilizzare uno straccio inumidito e, successivamente, strizzato alla perfezione, passandolo con delicatezza lungo le pareti. Eseguire questa operazione ponendo il tostapane capovolto, in modo che l'acqua non arrivi a gocciolare sul fondo. Terminata l'operazione fare ricorso a della carta assorbente per asciugare.

56

Guarda il video

66

Consigli

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Segnala il video che ritieni inappropriato
Devi selezionare il video che desideri segnalare
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Uso del tostapane: 5 errori da evitare

Il tostapane è sicuramente un piccolo elettrodomestico di grande utilità; infatti, ci consente di preparare in modo veloce dei gustosi toast a qualsiasi ora del giorno, utilizzando sia il pane in cassetta o quello tradizionale. Tuttavia l'uso seppur...
Arredamento

Come arredare la casa in stile anni '50

Gli anni '50 rappresentano degli anni di svolta, di transizione, tanto in Italia quanto nel resto d'Europa. Ebbene si, perché gli anni '50 sono gli anni del dopoguerra e le nuove mode fanno capolino in ogni ambito della società, dai vestiti alle auto...
Economia Domestica

Come accogliere un ospite inaspettato

Essere ospitali è una dote innata che distingue una persona da un'altra: nel corso della propria esistenza, riceviamo un tipo di educazione atta a rispettare e avere riguardo per i propri simili e a trattarli nella giusta maniera e questo diventa ancora...
Ristrutturazione

Come progettare una cucina efficiente

Progettare una cucina efficiente è un aspetto fondamentale quando si decide di arredare casa. Considerata il focolare della casa, la cucina, più di qualsiasi altra stanza, è la più vissuta ed utilizzata poiché è il luogo dove, non solo si preparare...
Arredamento

Come arredare la casa in stile retrò

Arredare casa, da cima a fondo, non è una cosa semplice da realizzare ma se abbiamo già le idee chiare può essere una cosa piacevole e divertente da fare. Esistono diversi modi e stili di arredamento, ovviamente ciascuno preferirà quello più adatto...
Economia Domestica

5 piccoli incidenti che spezzano la routine mattutina

La mattina è senza dubbio il momento della giornata più delicato. Soprattutto per le persone che hanno degli impegni precisi come, ad esempio, quello di andare a lavorare. I minuti spesso sono davvero, come si suol dire, contati. Così, anche un piccolo...
Ristrutturazione

Come e dove installare le prese elettriche in casa

Per poter usufruire di un ottimo impianto elettrico in casa, che sia di buona qualità e, cosa molto importante, comodo, bisogna fare attenzione ad alcuni dettagli importanti. Come prima cosa bisogna controllare che le prese siano nel punto giusto, in...
Arredamento

Come arredare la taverna in stile anni '50

La taverna è un luogo dove si possono organizzare cene con amici e feste in famiglia, ma è anche un luogo da vivere nella serenità familiare, d'estate come d'inverno. Ma come arredare al meglio questo ambiente? In genere si tende ad ammobiliarlo con...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.