Come pulire il pianoforte con metodi naturali

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Il pianoforte è probabilmente lo strumento più suonato di tutti, un po' perché è uno strumento stupendo sia a livello di design che di suono prodotto, ma anche e soprattutto perché è uno di quegli strumenti che dà "senso di completezza" anche se suonato da solo e senza accompagnamenti: quelli a corda sono di piuma di mogano lucidati a tampone mentre quelli verticali sono generalmente rifiniti a cera. L'obiettivo di questa guida sarà, pertanto, quello di spiegarvi come pulire il pianoforte con metodi naturali e nel modo più semplice e veloce possibile. Iniziamo!

26

Occorrente

  • Alcool
  • Tela
  • Ovatta
  • Cera d'api
  • Pennello
  • Gommalacca
36

Apprendere le tecniche di pulizia

Iniziamo con la tecnica di pulizia per il pianoforte a corda: per ottenere una pulizia con metodi naturali, trattandosi nello specifico di una lucidatura a base di alcool, bisogna utilizzare lo stesso prodotto evitando l'uso di detergenti o spray vendibili in commercio, che se applicati donano una lucentezza momentanea alterando però le fibre naturale del legno. È molto facile procedere in questo caso: infatti, basterà procurarsi un pezzetto di tela, metterci all'interno un batuffolo di ovatta leggermente imbevuto in alcool e utilizzarlo per pulire e lucidare la superficie del pianoforte. In questo caso conviene preparare due tamponi: il primo per eliminare polvere ed impronte delle dita ed il secondo per conferirgli lucentezza.

46

Prodotti da utilizzare

Quando il pianoforte è stato originariamente trattato con prodotti lucidanti di diversa natura, indipendentemente se a coda o verticale, occorre utilizzare quelli naturali ed appropriati. Se non si tratta di lucidatura a tampone, ma a cera o a legno naturale, per pulirlo si possono usare prodotti di facile reperibilità e nel contempo dal potere nutriente per le fibre del legno: tra questi troviamo la cera d'api e la gommalacca. La prima si applica a pennello, va lasciata essiccare ed asportata con un panno di lana mentre la seconda, particolarmente indicata per superfici semilucide, deve essere sciolta in alcol prima dell'applicazione mediante pennello; in questo modo si otterrà lo stesso effetto lucidante del flatting.

Continua la lettura
56

Capire il valore dello strumento

Come avrete notato dalla guida, non è molto difficile pulire un pianoforte. Sicuramente ci vuole molta attenzione e costanza, ma non dimenticate mai che questi ultimi sono strumenti davvero molto preziosi e sarebbe un vero peccato se fossero trascurati. Se proprio non capite come pulirli, rivolgetevi a persone che sono esperte di pianoforte e che lo hanno già pulito in passato.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • In caso di dubbio rivolgetevi con fiducia a professionisti del settore

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come sfruttare una camera irregolare

Avete a vostra disposizione una camera irregolare e non sapete proprio come sfruttarla nel modo migliore? Allora fermatevi un attimo e leggete con attenzione questa guida, proprio perché nei successivi passi, vi illustrerò come sfruttare una camera...
Arredamento

Come Trasformare Un Soppalco In Un Angolo Relax

La cura della propria abitazione, è un qualcosa di molto importante se vogliamo avere una casa sempre bella ed accogliente. In molte sono anche le operazioni che possiamo svolgere sulla nostra abitazione, ad esempio possiamo fare dei lavori di ristrutturazione,...
Ristrutturazione

Come Rivestire Un Insonorizzante Esterno E Per Soffitti

Qualche volta può succedere di avere dei figli che vogliono intraprendere la strada di musicista. In questo caso essi devono provare in casa strumenti come la chitarra, il violino, il pianoforte oppure la batteria. Quasi sicuramente non a tutte le persone...
Pulizia della Casa

Come lucidare i mobili con la gommalacca

Con il passare del tempo e con l'utilizzo, i mobili presenti all'interno della nostra abitazione potrebbero danneggiarsi per cui per poterli continuare ad utilizzare dovremo necessariamente ripararli. In questi casi, per riparare i nostri elementi di...
Pulizia della Casa

Come lucidare i mobili in legno

Se avete dei mobili antichi o moderni ed intendete lucidarli in modo adeguato, potete utilizzare svariati prodotti ovvero quelli a base di cera specifici per il legno massello opaco, eseguire una lucidatura a tampone con alcool e gommalacca o semplicemente...
Ristrutturazione

Come restaurare una sedia del 700

Il restauro è un'attività che riesce a valorizzare dei beni antichi rendendoli nuovamente utilizzabili e non esclusivamente limitandoli a meri oggetti da collezione. Nella guida che svilupperemo, ci concentreremo nella restaurazione delle sedie e, nello...
Ristrutturazione

Come rinnovare dei vecchi mobili

Se in cantina abbiamo trovato dei vecchi mobili oppure li abbiamo acquistati presso un rigattiere, possiamo rimetterli a nuovo, attenendoci a quelle che sono le caratteristiche strutturali del legno e alle loro finiture. In questa guida, vediamo dunque...
Arredamento

Come abbinare quadri e arredo

Arredare casa è sicuramente una delle fasi più divertenti quando si va ad abitare da soli. Ognuno ha un gusto diverso: c'è chi preferisce uno stile più moderno, chi invece ama lo stile classico, chi ama lo stile provenzale e chi quello completamente...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.