Come pulire il peltro

tramite: O2O
Difficoltà: media
17

Introduzione

Il peltro è una lega di metallo, formata principalmente da stagno e da piccole quantità di rame, di antimonio, bismuto e piombo.
Il rame e l'antimonio agiscono come catalizzatori.
Per la sua particolare formazione va trattato e pulito in maniere specifiche.
È un materiale lucido e resistente con cui vengono realizzati numerosi oggetti decorativi, inoltre non si ossida e presenta un colore argentato.
Nei passi della guida troverete le giuste informazioni su come pulire il peltro, evitando soprattutto la formazione di macchie e graffi sulla superficie.

27

Occorrente

  • Sapone di Marsiglia
  • Aceto di vino bianco
  • Sale fino
  • Cera liquida
  • Olio
  • Petrolio
  • Segatura
  • panno di lino
  • spugna morbida
  • spazzolino da denti
37

Il peltro è un metallo resistente all'acqua, difficilmente si corrode, ma può essere danneggiato irreparabilmente da alcune sostanze acide.
Per evitare fenomeni di usura, è necessario tenere lontano da fonti di calore ed evitare un contatto diretto con liquidi acidi (succo di agrumi, coca - cola, ecc.).
Per un'adeguata pulizia, si consiglia di non sfregare la superficie con pagliette di metallo o materiali abrasivi.
Spolverate il peltro periodicamente: aiuterà ad evitare la formazione di macchie.
Si consiglia un lavaggio approfondito una volta al mese.

47

Sulla superficie, con il tempo, si forma una patina grassa e opaca.
Per rimuoverla basterà utilizzare semplicemente acqua e sapone neutro di Marsiglia.
="pas">Per cesellature e lavorazioni particolari è indicata una miscela composta da segatura di legno, acqua e sapone.
Sfregate a fondo aiutandovi con uno spazzolino e rifinite con una spugna morbida.
Risciacquate e asciugate con un panno in maniera accurata evitando così che si formino aloni.
Per la ruggine potrete impiegare qualche goccia di olio e petrolio; frizionate con un panno nei punti cruciali.

Continua la lettura
57

La lucidatura finale deve essere realizzata con della cera liquida da applicare su tutta la superficie strofinando energicamente.
Il peltro lucido, deve essere pulito con una miscela omogenea di farina, aceto e sale fino.
Applicatela sull'oggetto lasciandola asciugare.
Rimuovete il composto e sciacquate con acqua e sapone e asciugate con un panno di lino.
Per far splendere ancora di più i vostri oggetti in casa potrete usare anche del comune dentifricio pastoso bianco.
In alternativa, per eseguire la lucidatura, utilizzate delle foglie di cavolo: sfregatele direttamente sulla superficie metallica aggiungendo aceto di vino bianco.

67

La pulizia di un metallo non è un lavoro facile che si ottiene in maniera veloce ed immediata.
Richiede tempo e fatica, soprattutto se non si usa il metodo corretto.
Se possedete qualche oggetto in peltro e volete pulirlo come si deve, i suggerimenti di questa guida faranno al caso vostro.

77

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Non mettere sostanze acide sugli oggetti in peltro e non usare spugnette abrasive per la pulizia

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere gli accessori per le tende

Leggendo questo utorial si possono avere alcuni utili consigli e delle corrette indicazioni su come scegliere gli accessori per le tende. Le possibilità sono tantissime; bisogna comunque optare per elementi che si abbinano all'arredamento della casa....
Arredamento

Come arredare il soggiorno in stile tirolese

Lo stile tirolese è una tendenza indicata soprattutto per una casa di montagna. Proprio a tal riguardo, è considerata una via di mezzo tra la classica forma d'arredo rustica e l'eleganza moderna. Questo stile di arredamento viene utilizzato principalmente...
Pulizia della Casa

Consigli per la lucidatura di un lavello in acciaio

Come vedremo nel corso di questo tutorial, con una serie di consigli apparentemente banali, è possibile mantenere un lavello in acciaio lucido e nuovo nel tempo, senza investire particolari cifre economiche. Se dunque siete interessati a scoprire dei...
Pulizia della Casa

Consigli per la lucidatura di un lavello d'acciaio

Il lavello in acciaio, col tempo e con l'usura, può perdere la sua lucentezza, andando incontro all'accumulo di calcare, all'ossidazione, alla formazione di macchie e bruciature: si tratta di danni piuttosto comuni, ma assolutamente reversibili. Per...
Pulizia della Casa

Come lucidare i mobili in legno

Se avete dei mobili antichi o moderni ed intendete lucidarli in modo adeguato, potete utilizzare svariati prodotti ovvero quelli a base di cera specifici per il legno massello opaco, eseguire una lucidatura a tampone con alcool e gommalacca o semplicemente...
Pulizia della Casa

Come lucidare gli oggetti in fimo

Il fimo consente di realizzare tanti oggetti, dagli anellini ai gioielli, dai soprammobili tipo statuine o ceneriere a tutto ciò che richiede inventiva e creatività. In commercio i panetti di fimo sono disponibili di diversi colori e la loro caratteristica...
Pulizia della Casa

Come lucidare i mobili con la gommalacca

Con il passare del tempo e con l'utilizzo, i mobili presenti all'interno della nostra abitazione potrebbero danneggiarsi per cui per poterli continuare ad utilizzare dovremo necessariamente ripararli. In questi casi, per riparare i nostri elementi di...
Pulizia della Casa

Come lucidare un orologio in acciaio

L'acciaio è un materiale che generalmente viene utilizzato per la realizzazione di orologi. Ultimamente però questo materiale si usa anche per creare bijoux e monili in quanto è resistente e duraturo. L'acciaio necessita anche di una pulizia abbastanza...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.