Come pulire il pavimento in ceramica

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Con l'arrivo della primavera, e delle belle giornate, potremo finalmente pulire in maniera integrale, tutte le stanze della nostra abitazione. Queste giornate, sono le giornate ideali per poter aprire le finestre, fare entrare aria pulita, e far cambiare totalmente l'aria. Sicuramente, una delle prime cose che andremo a lavare, è il nostro pavimento. Questo chiaramente, per tutto l'inverno, sarà stato soggetto a sporcarsi. Difatti, durante il periodo invernale, e con le sue piogge, è facile causare delle macchie di fango sul pavimento. Queste possono rivelarsi facilmente lavabili, in qualsiasi tipologia di pavimento. Ma ce ne una in particolare, che si è facile da lavare, ma bisogna prestarci molta attenzione, poiché potrebbe danneggiarsi. Stiamo parlando del pavimento in ceramica. Ecco che tramite questa guida, vi guideremo, attraverso i seguenti passaggi molto facili ed intuitivi, come pulire il pavimento in ceramica.

25

Occorrente

  • Alcool denaturato
  • Acqua ossigenata
  • Aceto
  • Talco
  • Bicarbonato di sodio
  • Ovatta e pennello
  • Cera d'api neutra
  • Cera liquida per pavimenti
  • Panno di tela e di feltro
35

Un pavimento in ceramica specie se rifinito a mano, va trattato con prodotti blandi ovvero senza alcun agente chimico, per evitare che possa sciogliere la vernice trasparente, applicata per proteggere i colori. Un ottimo intervento di pulizia in questo caso, consiste in un lavaggio preliminare con acqua e alcool denaturato, e con l'ausilio di un panno di tela con cui si effettuano dei movimenti circolari, seguiti da vari risciacqui fin quando il panno non risulta perfettamente pulito.

45

Se il pavimento in ceramica presenta delle macchie ostili come ad esempio smalto delle unghie, colature di vernici a seguito della tinteggiatura della stanza, possiamo intervenire in modo adeguato, concentrandoci principalmente su ogni singola macchia. Quest'ultima va trattata con dell'aceto che applichiamo tamponando con dell'ovatta, dopodichè la cospargiamo di talco e con un altro batuffolo di ovatta, svolgiamo una leggera azione abrasiva in modo da eliminare definitivamente l'inconveniente.

Continua la lettura
55

Per questa operazione, bisogna utilizzare dell'acqua ossigenata che lasciamo emulsionare per circa 5 minuti, dopodichè versiamo del bicarbonato di sodio e non appena notiamo che la schiuma bianca comincia ad assumere il colore dello smalto sottostante, allora possiamo assorbirla con una spugnetta bagnata, fino ad ottenere la superficie in ceramica completamente pulita. Infine, per ridare tono al pavimento, che è diventato opacizzato a causa dei suddetti trattamenti, conviene utilizzare della cera d'api neutra, da applicare direttamente sulle zone interessate.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire l'acciaio ossidato

In tutte le case sono presenti molti oggetti in acciaio. Specialmente in cucina, un materiale come l'acciaio risulta quasi indispensabile. È resistente, durevole e ottimo per la cottura dei cibi. Anche l'acciaio tuttavia con l'uso si annerisce e si macchia....
Ristrutturazione

Come restaurare una sedia del 700

Il restauro è un'attività che riesce a valorizzare dei beni antichi rendendoli nuovamente utilizzabili e non esclusivamente limitandoli a meri oggetti da collezione. Nella guida che svilupperemo, ci concentreremo nella restaurazione delle sedie e, nello...
Pulizia della Casa

Come lucidare il legno con effetto antico con cere colorate

Se gironzolando per i mercatini delle pulci e dell'usato o nel frugare in soffitta e in cantina doveste trovare un mobile antico in legno ed intendete ravvivarlo come colore, lo potete fare in un modo piuttosto economico; inoltre, ci impiegherete davvero...
Pulizia della Casa

Come pulire un materasso in fibra di poliestere

Se avete acquistato un materasso in fibra di poliestere ed intendete pulirlo, è importante sapere che questa tipologia di materiale non gradisce le alte temperature, per cui potete utilizzare soltanto acqua fredda. Inoltre ci sono alcuni detergenti...
Pulizia della Casa

Come lucidare gli oggetti in oro

Senza dubbio, l'oro è un metallo prezioso da sempre amato dalle donne per la bellezza e l'eleganza dei gioielli che si possono realizzare. Comunque c'è da dire che, i nostri gioielli, con il passare degli anni tendono ad assumere un colore rossastro...
Pulizia della Casa

Come togliere gli aloni dalla biancheria appena lavata

Solitamente, quando siamo in procinto di effettuare il bucato, puntualmente capita di ritrovarci con degli aloni al posto delle macchie, per cui siamo costretti a lavare di nuovo il tessuto. In commercio esistono dei prodotti specifici per togliere gli...
Pulizia della Casa

Come sbiancare la tela

La tela è un tessuto utilizzato per moltissime cose, soprattutto per vestiti, tene o altri oggetti di decoro. La tela è un tessuto ricavato dal cotone. Nella sua struttura, si presenta come una retina sottilissima e traspirante, adatta quindi per diverse...
Pulizia della Casa

Come pulire i quadri su tela

I quadri su tela sono delle vere opere d'arte che vanno conservate; a volte bisogna rinnovarli con specifiche tecniche di pulizia. Con il passar del tempo il deterioramento e la polvere che si infiltra nella cornice non chiusa ermeticamente oppure che...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.