Come pulire il paiolo per la cottura della polenta

Di:
tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

La preparazione di alcuni piatti tradizionali non può prescindere da alcuni, insostituibili attrezzi. Tutti noi conosciamo la polenta, una delizia tipica del nord Italia ma amata ovunque. Originariamente, la polenta era un pasto contadino, povero, ma nutriente e facile da preparare. Storicamente si prepara con l'uso di un particolare utensile: il paiolo di rame. Pentole, tegami e padelle di rame sono l'ideale per le cotture uniformi. E con la polenta non è diverso. Per un piatto dalla consistenza morbida e uniforme, il paiolo è irrinunciabile. Tuttavia durante la cottura si forma sul fondo uno strato di crosta più soda. Questa tende ad attaccarsi, e pulire il paiolo diventa una seccatura. Esistono però dei metodi molto pratici per risolvere il problema. Scopriamo come fare.

25

Occorrente

  • Paiolo
  • Acqua fredda
  • Aceto e sale grosso q.b.
35

Scegliere tra più metodi

Dopo la cottura in paiolo, la polenta si riversa su un piano in legno. La parte più esterna della polenta tende ad attaccarsi al fondo del paiolo. Esistono diversi metodi per pulirlo, ma alcuni sono più veloci ed efficaci di altri. Molti adottano il metodo dell'ammollo. L'azione prolungata dell'acqua ammorbidisce la polenta residua. A quel punto staccarla dal paiolo diventa semplice. Tuttavia ci vuole un po' di lavoro manuale per staccare ogni pezzetto. E nell'operazione potremmo graffiare il paiolo o rovinarlo. Possiamo procedere con un metodo molto più immediato e semplice di questo.

45

Pretrattare il paiolo

Innanzitutto possiamo prevenire un eccessivo deposito di polenta. Prima dell'uso, infatti, dovremmo sempre pulire il paiolo con sale grosso e aceto. Questo pretrattamento riduce l'accumulo di residui durante la cottura. Ma, in ogni caso, un po' di polenta resterà sempre sul fondo. Che fare? Dopo la cottura della polenta, verseremo la stessa su un piano in legno. Immediatamente dopo, con il paiolo ancora caldo, apriamo il rubinetto dell'acqua fredda. Rovesciamo il paiolo ed esponiamolo al getto di acqua fredda per alcuni minuti. Attendiamo che il paiolo sia del tutto freddo prima di chiudere il rubinetto.

Continua la lettura
55

Creare uno shock termico

Questo gesto creerà uno shock termico nel paiolo. Il brusco passaggio da rovente a freddo farà sì che la crosta di fondo si stacchi agevolmente. Dopo la rimozione della polenta bruciata, possiamo lavare il paiolo e pulirlo ancora con aceto e sale grosso. In questo modo sarà pronto all'uso per la prossima polenta. Questo metodo richiede un tempo nettamente inferiore all'ammollo. Inoltre permette di rimuovere ogni residuo senza "grattarlo via" dal paiolo stesso.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura

La pulizia del piano cottura è una delle operazioni forse più antipatiche legate alla cucina. Se non ci ricordiamo di pulire il piano cottura subito dopo aver cucinato, la sporcizia si consolida. Spesso, quando prepariamo la pasta, l'acqua in ebollizione...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura e i fornelli

La cucina, è uno degli ambienti di una abitazione che necessita maggiore attenzione, cura, manutenzione e soprattutto di igiene per essere sempre funzionale. La pulizia del piano cottura e dei fornelli, rappresenta un aspetto essenziale al fine di mantenere...
Pulizia della Casa

Come pulire un piano cottura con metodi naturali

I piano cottura sono disponibili in commercio in vari stili (classici, moderni, contemporanei, ecc.) e in diverse dimensioni (grandi, medi o piccoli); possono essere inoltre, separati dalla cucina, murati oppure ad incasso. I fornelli possono essere ad...
Pulizia della Casa

Come pulire un piano cottura ad induzione

I piani cottura sono disponibili in commercio in vari stili (classici, moderni, contemporanei, ecc.) e in diverse dimensioni (grandi, medi o piccoli); possono essere inoltre, separati dalla cucina, murati oppure ad incasso. I fornelli possono essere ad...
Pulizia della Casa

Come pulire un piano cottura in vetro temperato

In questa guida vi spiegherò brevemente come pulire un piano cottura in vetro temperato. Dovete sapere che il vetro temperato è un materiale nato negli ultimi decenni del ventunesimo secolo. Questo vetro temperato consiste in una sorta di vetro più...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura a induzione

Il piano di cottura in vetro ceramica o a induzione, è caratterizzato da una superficie completamente piatta, lucida, liscia e priva dei comunissimi fornelli. Teoricamente, i piani di cottura a induzione sono più facili da pulire rispetto a quelli standard...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano cottura in vetro nero

Il vetro temperato nero può considerarsi come un materiale piuttosto sicuro poiché a seguito di una eventuale rottura, esso tenderà a frammentarsi in piccoli pezzi. Quindi la pericolosità è davvero ridotta rispetto ad un vetro normale. Questa tipologia...
Pulizia della Casa

Come rimuovere il cibo bruciato su un piano di cottura in vetroceramica

Bella da vedere, sì quando è lucida, nuova e senza graffi! Ma cosa succede alla vetroceramica del vostro piano cottura se non la pulite con un prodotto specifico? Si riga, si opacizza e vi fa perdere tutta la bellezza tipica di queste superfici di nuova...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.