Come pulire il lavello in fragranite grigio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

La tecnologia sempre in continua evoluzione, tra le tante cose utili ne ha prodotte alcune per la casa; infatti, ha permesso alle aziende operanti nel settore dei sanitari di realizzare la fragranite di colore grigio, ovvero un mix tra granuli di marmo (granito) e vetroresina. Pur essendo meno esposta alle macchie di calcare, in caso di pulizia per eliminare incrostazioni e lo stesso calcare, bisogna agire con materiali appropriati. Per cui se abbiamo un lavello realizzato con questo materiale, vediamo nel dettaglio come fare per pulire la superficie correttamente.

25

Occorrente

  • Alcool al 30%
  • Candeggina al 30%
  • Succo di limone
  • Aceto bianco
  • Ovatta
  • Spugna abrasiva leggera
  • Olio paglierino
35

La fragranite dunque si compone da piccolissime particelle di granito disponibili in natura di svariati colori, e che vengono utilizzate con una quantità pari all'80% mentre il restante 20% non è altro che vetroresina liquida. Il granito nella struttura evita i graffi, mentre la resina rende il lavello elastico e quindi resistente agli urti.

45

Innanzitutto è importante premettere che per tenere sempre in buono stato un lavello di fragranite, occorre pulirlo ogni giorno, in modo che possa durare in eterno. Una volta che abbiamo terminato di lavare pentole, piatti e posate, la vasca del lavello va riempita con dell’acqua calda, e possibilmente ad una temperatura di circa 70 C°. Subito dopo possiamo aggiungere il classico detersivo per la lavastoviglie, dopodiché lo lasciamo agire per almeno una ventina di minuti. Trascorso tale tempo, basta un risciacquo e una strofinata con una spugnetta abrasiva ma con grana morbida, eliminando in tal modo lo sporco superficiale. Se invece ci sono delle macchie ostili, possiamo utilizzare dei prodotti specifici come ad esempio dell’alcool diluito al 30% in acqua, oppure della candeggina anch'essa con la stessa percentuale. Strofinando sulle macchie con dell’ovatta, la superficie in fragranite ritorna pulita e lucida.

Continua la lettura
55

Di fondamentale importanza per garantire lunga vita al lavello realizzato con questo materiale, è di non utilizzare in alcun modo solventi aggressivi, ma soltanto quelli naturali, come ad esempio il succo di limone oppure l’aceto di vino. Entrambi tra l’altro sono ottimi per rimuovere il calcare, ed ideali da utilizzare anche come disinfettanti. Un modo per massimizzare il risultato, se optiamo per questi due prodotti di facile reperibilità in casa, è di aggiungere del bicarbonato di sodio, per ottenere una sorta di pasta che va poi strofinata con i polpastrelli delle dita, e asportata con un panno o una spugnetta e poi risciacquata. Alla fine con un panno imbevuto leggermente in olio paglierino, possiamo ottenere una patina lucida ed idrorepellente.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il lavello

Il lavello è la vasca di scolo dei rubinetti dell'acqua. L'utilità varia in base al suo posizionamento all'interno della casa. In cucina è utile per la pulizia degli alimenti e delle stoviglie; in lavanderia per mettere in ammollo i panni da bucato....
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in granito

Il lavello della cucina in granito è una caratteristica popolare in molte case in quanto il granito è un materiale che ha molti vantaggi, il che lo rende ideale per un lavello solido. Si tratta, infatti, di uno dei materiali più durevoli che si possono...
Pulizia della Casa

Come pulire il lavello della cucina in grafite

Il lavello rappresenta senza dubbio la parte della cucina verso la quale si concentra la maggior parte delle azioni di una massaia. Ecco perché il frequente utilizzo che spesso se ne fa, può determinare deterioramento dei materiali o formazione di sporcizia....
Pulizia della Casa

Come togliere il calcare dal lavello

Il calcare è il nemico numero uno di noi casalinghe: accade spesso, infatti, che residui di calcare si depositino sulle superfici dove è presente umidità con costante presenza di acqua; tali residui vanno rimossi frequentemente, sopratutto nel lavello...
Arredamento

Come scegliere un lavello ad incasso

La cucina è uno dei locali più frequentati della casa e come tale necessita spesso di lavori di miglioramento, adattamento e riparazione che un buon far da sé non ha difficoltà ad eseguire. I lavelli da cucina, per esempio, sono costituiti da una...
Economia Domestica

Come proteggere il lavello smaltato nero

La cucina è una delle cose più costose, soprattutto se viene creata su misura e installata in base alle vostre esigenze. Ogni cucina è creata da varie componenti e oltre agli elettrodomestici, molto spesso, è necessario anche scegliere la tipologia...
Pulizia della Casa

Consigli per la lucidatura di un lavello d'acciaio

Il lavello in acciaio, col tempo e con l'usura, può perdere la sua lucentezza, andando incontro all'accumulo di calcare, all'ossidazione, alla formazione di macchie e bruciature: si tratta di danni piuttosto comuni, ma assolutamente reversibili. Per...
Pulizia della Casa

Come far risplendere il lavello della cucina

Il lavello della cucina è sempre molto utilizzato, non solo quando abbiamo i piatti da lavare, ma a qualsiasi ora del giorno. Che sia un caffè pomeridiano o un'improvvisa voglia di sandwitch a mezzanotte, l'occasione di lavare qualcosa nel lavello della...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.