Come pulire il lavello

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Il lavello è la vasca di scolo dei rubinetti dell'acqua. L'utilità varia in base al suo posizionamento all'interno della casa. In cucina è utile per la pulizia degli alimenti e delle stoviglie; in lavanderia per mettere in ammollo i panni da bucato. Nei bagni si utilizza per l'igiene personale e se è presente in garage o in giardino si utilizza per le funzioni inerenti a questo luogo. Il lavello può essere in acciaio inox, in fragranite, in ceramica oppure in pietra. Il tutorial dà dei consigli pratici su come pulirlo e igienizzarlo.

24

L'acquaio in cucina richiede maggior attenzione specialmente dopo aver lavato i piatti. Infatti, le tracce di detergenti per stoviglie o i batteri residui possono contaminare il cibo che si a lava successivamente. Anche quando ad occhio nudo sembra pulito e splendente il lavello può celare pericolo di contaminazioni alimentari. È opportuno l'utilizzo di detergenti specifici che riportano sull'etichetta la dicitura "igienizzante". È consigliabile, almeno una volta la settimana, spargere del bicarbonato e strofinare con una spugna pulita leggermente imbevuta d'acqua tiepida. Si può sostituire l'acqua con l'aceto di vino bianco, ma in questo si deve risciacquare con acqua calda. Questa pratica aiuta a tener pulito anche lo scarico ed evita esalazioni di cattivi odori da quest'ultimo.

34

Se si pulisce il lavello della toeletta è opportuno utilizzare la stessa tecnica anche per il piatto doccia, bidet, vasca da bagno e lavanderia. In questo modo si organizza in una volta sola l'igiene di tutto il locale. Qui le insidie igieniche provengono da: residui organici della pelle, saliva, sudore, capelli e peli ed anche dal dentifricio sputato, dai trucchi e dai prodotti che si utilizzano in bagno. Anche per la pulizia di questi ambienti bisogna usare prodotti igienizzanti specifici. Se si vuole trovare un rimedio con il fai-da-te è preferibile l'uso della candeggina. Bisogna riempire un catino con acqua calda ed aggiungere la candeggina. Così facendo si disinfettano le superfici e si previene l'insediamento di muffe, batteri e germi che possono trasmettere malattie della pelle ed allergie. Bisogna far agire la candeggina per circa un'ora e poi risciacquare.

Continua la lettura
44

Se si deve intervenire sull'acquaio del garage sicuramente le macchie di sporco sono più resistenti. In questo caso è consigliabile concentrarsi esclusivamente sulla pulizia dando minor peso all'igiene. Nel senso che questo lavandino non viene mai utilizzato per detergere cibo o per l'igiene personale. Quindi si possono usare anche solventi come l'acquaragia per togliere le grosse macchie di unto, di erba, vernici, ecc. Magari durante questo lavoro si può scegliere di utilizzare un bruschino per spazzolare e poi risciacquare con acqua calda.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come eliminare le macchie dal lavello

In tutte le cucine c'è a disposizione un lavello. Questo è, infatti, un recipiente destinato al carico ed allo scarico dell'acqua e che viene utilizzato nelle più diverse azioni nel quotidiano come: lavare, sciacquare, scolare e molte altre. I lavelli...
Pulizia della Casa

Come Pulire Il Lavello Smaltato

Il lavello è un elemento molto utilizzato. Esso serve per lavare le stoviglie oppure per pulire qualsiasi altra cosa ed è per questo che deve essere sempre igienizzato e privo di sporco. Vediamo insieme come si può pulire un lavello smaltato in maniera...
Pulizia della Casa

Come pulire lavelli e piani di lavoro di cucina

Se intendiamo pulire a fondo i lavelli e soprattutto i piani di lavoro di cucina, è importante farlo in modo adeguato e con prodotti non nocivi, tenendo conto che sono costantemente a contatto con il cibo. L'uso di materiali appropriati e alcune tecniche...
Pulizia della Casa

Come lucidare il lavello della cucina in graniglia

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare...
Pulizia della Casa

Come lucidare il lavello della cucina in fragranite

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare...
Pulizia della Casa

Come lucidare il lavello della cucina in porcellana

Il lavello della cucina viene utilizzato ogni giorno, il che lo rende vulnerabile ad un rapido deterioramento soprattutto a causa dell'uso di detergenti abrasivi e del contatto con le stoviglie. Ci sono, tuttavia, alcune soluzioni che è possibile attuare...
Pulizia della Casa

Consigli per pulire un lavello in travertino

Usata ampiamente in ambito edile per le sue caratteristiche di robustezza e malleabilità, per la costruzione di pavimenti e di rivestimenti per interni ed esterni della casa, il travertino è una roccia di tipo calcareo sedimentare, ha un colore naturale...
Pulizia della Casa

Come pulire la cucina o il lavello in acciaio inox

Una bella cucina è quella nella quale brilla un lavello di qualità. È il caso dei lavelli in acciaio inox che, di solito, rispondono ad una duplice, importante funzione: quella di essere belli sotto il profilo estetico e delle finiture e quello di...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.