Come pulire i pluviali in PVC

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

I pluviali sono degli elementi indispensabili sia da un punto di vista prettamente estetico che pratico. Infatti questi aiutano a fare in modo che la pioggia non si depositi sul tetto e proteggono la casa dal sole. Ma i pluviali necessitano comunque di manutenzione, anche perché un accumulo di sporco, foglie e altri materiali può rovinarli in modo serio. Anche perché il materiale accumulato non lascia passare l'acqua, rendendo quindi inutile la funzione dei pluviali. Ma la pulizia di questi elementi non è univoca: dipende infatti dal materiale di cui sono fatti i pluviali. Questa guida si propone appunto di spiegarvi come pulire i pluviali in pvc.

26

Occorrente

  • Trabattello; scopa; abbondante acqua; filo di ferro.
36

La prima cosa da fare è quella di pensare alla sicurezza. Infatti spesso quando si fanno questi lavori pericolosi, non si tiene conto del fatto che una caduta dalla scala può essere davvero pericolosa. Dovete fare attenzione al fatto che i pluviali in pvc non sono molto resistenti, quindi non pensate di potevi appoggiare la scala. Utilizzate quindi un trabattello molto alto, in modo da potervi muovere con comodità ed in sicurezza. Seconda cosa, scegliete il periodo adatto. È inutile pulire i pluviali se è cattivo tempo, quindi aspettate che arrivi la bella stagione. Un caso di emergenza potrebbe nascere in autunno, dato che le foglie che volano possono accumularsi sui pluviali. In questo caso cercate comunque di aspettare una giornata di sole.

46

Cominciate la pulizia dei pluviali partendo dalla zona più vicina a voi. In questo modo potrete sfruttare la gronda per far scendere l'acqua che utilizzerete per il lavaggio finale. Con una forbice poi, tagliate tutti i rami degli eventuali alberi che poggiano sui pluviali. A questo punto, una volta eliminati i rami, pulite le tegole. Questo lavoro è molto laborioso, in quanto dovete andare ad intervenire su una tegola per volta, in modo che non si intasino. Purtroppo questo lavoro va fatto con molta cura, in quanto il pvc è molto delicato e può rompersi con molta facilità.

Continua la lettura
56

Se dopo tutto questo lavoro i pluviali risultano ancora intasati, utilizzate un filo di ferro per rimuovere tutti i residui. A questo punto, con una scopa, eliminate tutte le foglie che si sono accumulate. Potete poi passare a lavare il tutto. Utilizzate un tubo con un getto d'acqua molto forte, andando a sgrassare per bene tutta la superficie. Volendo potete anche utilizzare un'idropulitrice, prestando però molta attenzione, perché potreste rompere il pvc. A questo punto non vi resta altro che dare un'ultima controllata; la pulizia dei pluviali è un'occasione per ispezionare il tetto e verificare se ci sono delle crepe o delle possibili infiltrazioni.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Fate questo lavoro durante l'estate
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Esterni

Come pulire i pluviali di rame

I pluviali sono quei tubi esterni in rame, acciaio, alluminio zincato o PVC, che percorrono l'altezza di un fabbricato ed hanno come scopo principale quello di raccogliere le acque meteoriche. Essi sono fissati perpendicolarmente alle grondaie, una sorta...
Esterni

Come scollegare i pluviali a gomito

I pluviali sono utilizzati, unitamente alle grondaie, per la racconta dell'acqua piovana. Sono importanti per far sì che l'acqua decadente dai tetti scenda al suolo attraverso una guida. Solitamente sono in pvc ma talvolta si trovano dei pluviali anche...
Esterni

Come collegare i pluviali a gomito

I tubi pluviali insieme alle grondaie sono utilizzati per la raccolta delle acque e per convogliarle negli scarichi della fognatura bianca o altro pozzo di raccolta. I più diffusi sono in rame o in PVC ma si possono trovare anche in alluminio, e acciaio...
Esterni

Come rimuovere il ghiaccio dai pluviali

Durante la stagione fredda le forti nevicate e i venti gelidi sono all'ordine del giorno. Ciò è vero in particolare per le regioni più a nord. Per affrontare l'inverno è molto importante che la nostra casa abbia il giusto "equipaggiamento". Garantire...
Esterni

Come montare le piastrelle in pvc ad incastro

Se per la vostra casa avete deciso di sostituire il vecchio parquet in legno e montare un pavimento con delle piastrelle in pvc ad incastro, è importante sapere che il lavoro è piuttosto semplice, e richiede soltanto pochi attrezzi ed un minimo di praticità...
Esterni

Come sostituire una grondaia in pvc

Se abbiamo problemi di tenuta stagna sul nostro tetto di casa, e magari scopriamo che il difetto riscontrato è dovuto ad un deterioramento della vecchia grondaia in PVC, possiamo sostituire quest'ultima con lo stesso materiale ed usando alcuni attrezzi....
Esterni

Come installare un pavimento in pvc da esterno

Le piastrelle in pvc vengono usate per realizzare qualsiasi tipo di rivestimento, data la loro facile applicazione e altrettanta versatilità. Esse vengono sempre più richieste, soprattutto dagli amanti del "fai da te" che ne apprezzano la facilità...
Esterni

Come smontare le piastrelle in pvc ad incastro

Lunga durata, facilità di pulizia, gradevole aspetto estetico. Sono effettivamente tanti i pregi che può vantare un pavimento in PVC, materiale che viene spesso utilizzato in sostituzione del parquet, delle mattonelle o del marmo per rivestire il pavimento...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.