Come pulire gli oggetti in rame

tramite: O2O
Difficoltà: facile
14

Introduzione

Gli oggetti in rame hanno un fascino senza tempo, ma per far sì che siano sempre evocativi, hanno bisogno di essere sottoposti a periodica pulizia. La pulizia del rame non serve solo per un fattore estetico, ma evita anche che con il passare del tempo gli oggetti si possano ossidare e rovinare. Una pulizia apportata in maniera corretta, utilizzando i prodotti giusti, donerà al rame una lucentezza e una brillantezza tali da sembrare che l'oggetto sia stato appena acquistato. In questa guida vedremo come pulire gli oggetti in rame.

24

Come pulire gli oggetti in rame con aceto e sale

Il primo metodo per pulire il rame consiste nel lavare e lucidare l'oggetto con una piccola spugna non abrasiva e uno dei diversi prodotti presenti in commercio adatti per questo materiale. Esistono creme in confezioni di vario tipo, sia spray che in barattolo. Se volete risparmiare potrete ricorrere a metodi casalinghi. Uno di questi sfrutta l'uso di sostanze naturali e consiste nel porre in una bacinella dell' aceto insieme a due cucchiaini di sale. Con una spugnetta, passate delicatamente la soluzione ottenuta sul rame, e strofinate un poco fino a quando lo sporco e le macchie non saranno rimosse completamente. Lavate il rame sotto l'acqua del rubinetto, asciugatelo e lucidatelo con uno straccio morbido.

34

Come pulire gli oggetti in rame con acqua calda e aceto

Un altro metodo valido consiste nel mettere sempre del sale e aceto in una pentola di grandi dimensioni e riempirla con acqua. Successivamente ponete all'interno della pentola l'oggetto di rame e portate ad ebollizione. Fate bollire per un poco, fino a quando l'oggetto in rame non risulti completamente pulito. Lasciate raffreddare l'acqua e togliete gli oggetti in rame dal contenitore. Lavateli accuratamente sotto acqua corrente con del detersivo per i piatti. Ora asciugateli con cura con un panno. Se desiderate accelerare l'operazione, potete versare l'acqua ancora bollente all'interno di un colapasta e poi aprire l'acqua fredda per qualche secondo in modo da raffreddare completamente l'oggetto in rame prima di lavarlo.

Continua la lettura
44

Come pulire gli oggetti in rame con limone e sale

L'ultimo metodo, quello più veloce tra i tre proposti, consiste nel tagliare a metà un grosso limone e poi sfregarne la parte interna sulla superficie dell'oggetto in rame. Per facilitare l'operazione potete cospargere le due metà del limone con un po' di sale. Infine, sempre per pulire oggetti in rame potete utilizzare del comune ketchup in quanto acidulo. Strofinate delicatamente il ketchup sull'oggetto in rame formando una sorta di pellicola. Lasciate agire per qualche minuto e poi strofinate ancora utilizzando un panno non abrasivo. Lavate l'oggetto con un po' di sapone ed acqua fredda, asciugatelo e lucidatelo con un panno morbido.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare l'ottone con prodotti naturali

L'ottone è una lega composta prevalentemente da rame e zinco, elementi che gli danno una buona resistenza alla corrosione. Nelle nostre case l'ottone si trova dappertutto: maniglie, serrature, letti, rubinetteria e molto altro. Le persone per pulirlo...
Economia Domestica

Argenteria: trucchi e consigli per averla sempre lucida

Volete mettere in mostra la vostra argenteria per dare un tocco di classe alla vostra casa? O dovete dare una festa? Nessun problema, grazie a questi pochi ma utili consigli non vi dovrete più preoccupare di questo! Vi proporrò alcuni trucchi da tenere...
Pulizia della Casa

Come lavare le pentole di ghisa

La pulizia delle pentole di ghisa è molto semplice e facile da eseguire. E’ importante lavare le padelle con la massima cura e la massima attenzione, in quanto la ghisa, è un metallo che se non viene pulito correttamente, tende ad arrugginirsi. In...
Pulizia della Casa

Come pulire il vetro delle termostufe

Le termostufe sono dotate di un vetro in ceramica che è molto resistente al calore; esse infatti riescono a non rompersi fino ad una temperatura massima di 750°C. La presenza del vetro permette di vedere il fuoco e di creare un ambiente caldo e rilassante...
Pulizia della Casa

Come pulire le finestre di alluminio ossidate

Le ossidazioni sulle finestre in alluminio hanno l'aspetto di macchie polverose, color grigio-bianco, oppure marrone opaco. Le macchie bianche e polverose dovute all'ossidazione sono legate chimicamente all'alluminio e lo proteggono da ulteriori corrosioni....
Pulizia della Casa

Come rimuovere il cibo bruciato su un piano di cottura in vetroceramica

Bella da vedere, sì quando è lucida, nuova e senza graffi! Ma cosa succede alla vetroceramica del vostro piano cottura se non la pulite con un prodotto specifico? Si riga, si opacizza e vi fa perdere tutta la bellezza tipica di queste superfici di nuova...
Pulizia della Casa

Come pulire il piano della cucina in quarzo

Il quarzo è un minerale molto comune, composto dal biossido di silicio (SiO2), di solito è incolore oppure bianco. Un piano cottura in quarzo, presenta una lucentezza vitrea e anche una forte resistenza agli urti. In commercio esistono piani cottura...
Pulizia della Casa

Come pulire un forno in acciaio

L’acciaio è un metallo molto comune, utilizzato per la realizzazioni di vari complementi d’arredo e anche di lavelli, frigoriferi, forni e piani cottura, in quanto non si arrugginisce ed è di facile manutenzione. Un forno in acciaio, presenta una...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.