Come pulire e tagliare i porri

tramite: O2O
Difficoltà: media
14

Introduzione

Quando al mercato acquistiamo i porri ed intendiamo utilizzarli per sfruttare il loro sapore di cipolla dolce e delicato, e soprattutto preparare delle gustose ricette, è necessario pulirli e tagliarli accuratamente. A tale proposito, ecco una guida che ci indica proprio come pulire e tagliare i porri.

24

Per preparare delle ricette è utilizzabile solo la parte tenera del porro, per cui bisogna innanzitutto pulirli, poiché hanno tanti strati sottili e delicati dove le particelle di sporco tendono ad annidarsi, e tra queste il terriccio usato per la loro coltivazione. Il modo più semplice per pulirli è di posizionarli in un colino, e poi quest'ultimo immergerlo in una ciotola di acqua fredda, lasciandoli in ammollo per un paio di minuti, giusto il tempo che le particelle di sporco cadano sul fondo del recipiente.

34

Durante la fase di lavaggio, è consigliabile aggiungere anche due o tre cucchiaini di bicarbonato di sodio per sterilizzarli ulteriormente; infatti, l'uso di questo prodotto, svolge in piccolissime dosi l'azione della classica amuchina, utilizzata proprio dalle casalinghe per lavare le verdure. Un coltello da chef ben affilato è dunque l'ideale, e per cominciare bisogna tagliare la parte principale del porro, appena sopra la base e scartarla. A questo punto, è necessario rimuovere la zona più scura e dura, rappresentata da una foglia verde, anch'essa da eliminare. Di commestibile, lasciamo quindi soltanto la parte verde chiaro, che ci appare non appena sezioniamo il porro in quattro, con un semplice taglio longitudinale, ricavandone il classico spicchio simile a quando cuciniamo le cipolle tradizionali.

Continua la lettura
44

Nel caso in cui i porri sono particolarmente sporchi, li possiamo lavare in una soluzione di acqua e bicarbonato. Prendiamo una coppa abbastanza capiente riempiamola di acqua fredda e bicarbonato e uniamo i porri. Lasciamoli in ammollo almeno mezz'ora. Rimuoviamo l'acqua sporca e laviamo la coppa. Riempiamo la coppa solo con acqua fredda. Sciacquiamo i porri sotto l'acqua corrente e lasciamoli in ammollo almeno mezz'ora. Risciacquiamo i porri e priviamoli della parte più dura. Laviamo foglia per foglia e tagliamole in maniera longitudinale. Tagliamo la parte più dura in tocchetti e le foglie a listarelle. Volendo possiamo tagliare le foglie a due a due attorcigliandole su loro stesse. I porri possono essere tagliati anche a dadini oppure a tocchetti, questo dipende dalla ricetta che dobbiamo svolgere. Ricordiamo inoltre, che più spesso sarà il tocchetto di porro e maggiore sarà la cottura.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le superfici in legno

Esistono moltissimi oggetti in legno, utilizzati nella vita di tutti i giorni, sia di grandi dimensioni che di dimensioni più contenute. Il legno è un materiale pregiato, che si presta ad una quantit' infinita di utilizzi, che presenta caratteristiche...
Pulizia della Casa

Come Pulire I Guanti In Pelle

I guanti rappresentano un accessorio non solo molto di moda ma anche estremamente utile nei mesi più freddi per proteggere le proprie mani. Quelli in pelle poi, sono molto utilizzati oggigiorno sia dagli uomini che dalle donne. Tuttavia, essi richiedono...
Pulizia della Casa

Taglieri e gli utensili in legno: come pulirli

Quasi in in tutte le cucine sono presenti utensili realizzati con il legno. Sicuramente più resistenti della plastica al calore e alla lama del coltello, ma con più accortezze da rispettare per pulirli. Mestoli e taglieri in legno rappresentano anche...
Pulizia della Casa

Come eliminare l'opaco dai bicchieri

Come avrete sicuramente notato dal titolo di questa breve guida, ora andremo a occuparci di bicchieri, e lo faremo per comprendere come si possa andare a eliminare l'opaco dagli stessi. Quante di noi possiedono bicchieri di cristallo inutilizzati, messi...
Pulizia della Casa

Come pulire i cristalli Swarovski

Anche se i cristalli Swarovski sono meno costosi rispetto alle pietre preziose, sono considerati il "top-of-the-line" nel regno della bigiotteria. Pertanto, è di fondamentale importanza sapere come pulirli, a prescindere dalla quantità e dalla tipologia...
Pulizia della Casa

Come liberarsi della polvere in maniera efficace

Sia che si debba pulire tutta la casa, sia che si debba pulire solo una stanza, la polvere rappresenta sempre uno dei nemici più difficili di cui liberarsi. Quando si spolverano i mobili o si spazza il pavimento, le piccole particelle volano nell'aria...
Pulizia della Casa

5 modi per pulire i mattoni a vista in soggiorno

Se per arredare il nostro soggiorno abbiamo optato per una serie di materiali naturali, come ad esempio il cotto per i pavimenti e i mattoni a vista per una parete o per il caminetto, è importante sapere che per pulirli ci sono molti metodi da adottare,...
Pulizia della Casa

Come pulire una casa dopo un incendio

L'incendio è uno degli incidenti domestici più comuni che possono avvenire nelle nostre abitazioni. Può scatenarsi anche da un banale inconveniente, da una sigaretta a un corto circuito o una perdita di gas. Oltre a distruggere tutti i vostri averi,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.