Come pulire e smacchiare gli ombrelli

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Con l'arrivo dell'inverno si riprendono dal caro, vecchio armadio i vestiti pesanti, le coperte, le trapunte, gli stivali e un oggetto che molto spesso passa inosservato in casa fino al giorno della pioggia: l'ombrello. Un buon ombrello costa parecchio, ma ne vale la pena perché questi possono durare anni e anni se vengono trattati in maniera corretta. A tal proposito, nella seguente guida, vi illustrerò molto dettagliatamente come pulire e smacchiare gli ombrelli. Vediamo quindi come procedere.

26

Occorrente

  • sapone detergente
  • acqua
  • qualche goccia di ammoniaca
  • carta assorbente
  • detersivo per i piatti
  • spugna
  • candeggina
36

Dopo un certo periodo di tempo, quasi sicuramente, tendono a formarsi delle macchie di colore grigio o marrone nelle pieghe dell'ombrello, visibili sia quando quest'ultimo è chiuso, sia quando è aperto. La maggior parte di queste macchie sono dovute alla ruggine che molto spesso si forma sulle bacchette metalliche interne. Altro piccolo particolare da non sottovalutare è il cinturino che si utilizza per tenere chiuso l'ombrello, il cui sporco è da attribuire al sudore delle mani. Proprio per questo motivo, il cinturino non è difficile da smacchiare: basta trattarlo con un po' di sapone detergente che si usa per lavare i piatti e risciacquarlo con l'acqua.

46

In seguito, per rimuovere le macchie di ruggine sulla tela, invece, non dovrete far altro che riempire la vasca da bagno con 20 centimetri d'acqua tiepida e versare qualche goccia di ammoniaca. Successivamente, immergete l'ombrello nella vasca e lasciatelo riposare per circa 5-10 minuti. Fatto ciò, svuotate la vasca e risciacquate l'ombrello con il braccio della doccia, prima con l'acqua calda e poi con l'acqua fredda, quindi asciugate l'ombrello con della carta assorbente, concentrandovi maggiormente sulle aste metalliche, per poi lasciarlo aperto nella vasca fino a quando non si asciugherà completamente. Se si tratta di colori vivaci, evitare di utilizzare l'ammoniaca.

Continua la lettura
56

L'alternativa all'ammoniaca è una miscela d'acqua calda e detersivo per piatti, il quale è sempre un buon metodo, soprattutto quando non si sa quale prodotto usare per pulire qualsiasi cosa. Strofinate quindi le zone colorate con una spugna, quindi risciacquate con acqua tiepida e lasciate asciugare. Se invece l'ombrello è di colore bianco, è consigliabile utilizzare la candeggina se le macchie fanno fatica ad andare via dal tessuto. In conclusione, seguendo queste utili e semplici mosse, riuscirete in pochissimo tempo a pulire e a conservare nella maniera corretta i vostri ombrelli. Buon lavoro!

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Per evitare la formazione delle macchie, è essenziale mantenere l'ombrello sempre asciutto, in quanto l'umidità può danneggiare il tessuto e corrodere le aste metalliche, così come il dispositivo di apertura e chiusura.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire e smacchiare i cappelli

I cappelli rappresentano uno degli accessori che non possono mancare nel nostro guardaroba, soprattutto femminile, ma che possono essere un vanto anche per i bambini e molti uomini. Alcuni modelli possono mettere in risalto i tratti del viso, altri daranno...
Pulizia della Casa

Come pulire e smacchiare il marmo

Il marmo è una pietra decorativa ed è abbastanza diffuso in natura. Esso si può utilizzare per la realizzazione di tavoli e di piani di lavoro. Il marmo va soggetto a sporcarsi ed a graffiarsi per cui richiede paricolare attenzione quando viene utilizzato....
Pulizia della Casa

Come smacchiare vari oggetti

Oggetti di ogni sorta, origine e provenienza pretendono di essere puliti e rimessi a nuovo. Ma sono così tanti e i materiali sono così diversi. Per non parlare poi della forma, vero cruccio delle casalinghe di tutto il mondo. Com'è possibile smacchiare...
Pulizia della Casa

Come Smacchiare A Secco

Smacchiare un capo è un'operazione comune, ma non del tutto semplice. Spesso infatti, presi magari dalla foga di ripulire un capo d'abbigliamento amato, o un arredo, si effettuano operazioni controproducenti, capaci anche di rovinare irrimediabilmente...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i capi di seta

La seta è una delle fibre tessili maggiormente impiegate nella realizzazione di capi pregiati. Oggigiorno, molti tessuti vengono composti da una mescolanza di seta vergine con altri materiali, organici od artificiali. Smacchiare questa tipologia di filati...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i tessuti

Il bucato è un'incombenza diffusa e anche la persona più attenta sulla faccia della terra ha dovuto affrontare il dilemma delle macchie: come smacchiare i nostri tessuti sporchi di olio, caffè o cioccolato?Niente paura: bastano piccoli accorgimenti,...
Pulizia della Casa

Come smacchiare i pavimenti di piastrelle o cotto

Ogni tipologia di pavimentazione presente all'interno delle nostre abitazioni ha un bisogno costante di essere pulita in maniera specifica, oltre ad avere la necessità di una manutenzione efficiente per fare in modo che essa venga salvaguardata nel corso...
Pulizia della Casa

Come smacchiare la caffettiera

La caffettiera è un oggetto caro a tanti amanti del caffè, che nonostante le tante macchine inventate di recente e ormai in commercio, continuano ad essere legati al classico gorgoglio del liquido della caffettiera e al suo sapore intenso. Spesso, però,...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.