Come pulire e profumare una teiera

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se come gli inglesi o i giapponesi adoriamo consumare del tè a determinati orari della giornata o servirlo quando ci sono degli ospiti, è molto importante curarne l'aspetto esterno e interno di una teiera, indipendentemente se è di porcellana, di argento o di Sheffield. In questa guida a tale proposito ci sono alcuni consigli, su come ottenere entrambe le condizioni, utilizzando materiali adeguati per pulire e profumare una teiera.

25

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Succo di limone
  • Ovatta
  • Perossido di idrogeno
  • Basilico o rosmarino
  • Talco
  • Stecche di cannella e vaniglia
  • Bustine di té aromatizzato
35

La parte interna invece, non va assolutamente lavata con nessun detergente, e neppure con i suddetti prodotti naturali, poiché potrebbero alterare il gusto del tè. In alternativa, il miglior rimedio è di inserire delle stecche di cannella o di vaniglia, oppure lasciare l’acqua in cui abbiamo imbevuto il sacchettino di tè, che asciugandosi produce una sostanza molto disinfettante come il tannino, creando praticamente una pellicola protettiva e nel contempo rende la teiera di porcellana profumata. Se poi la teiera è di metallo come il pregiato argento o lo Sheffield, allora essendo soggetti ad ossidazione, la pulizia va fatta con prodotti che non devono comunque contenere agenti chimici, per cui l'ideale è preparare in casa una crema abrasiva, mescolando del talco con acqua e perossido di idrogeno, che possiamo poi applicare sulla superficie, lasciarla in posa per una decina di minuti e poi ripulirla con dell’ovatta, facendola ritornare lucida e nuova.

45

Per quanto riguarda la pulizia esterna di una teiera se è di porcellana, bisogna innanzitutto evitare di utilizzare prodotti composti da agenti chimici e corrosivi, poiché oltre a danneggiare eventuali decorazioni di smalto presenti sulla struttura, potrebbero restare impregnate all'interno del materiale che essendo poroso, con il passar del tempo causerebbe delle incrinature, che con il tè bollente potrebbero anche spaccarsi. L'ideale in questo caso, è utilizzare il bicarbonato di sodio e il limone, entrambi adatti per un’ottima igienizzazione e pulizia esterna della porcellana, visto che il primo svolge una leggera azione abrasiva, mentre il secondo distrugge batteri ed elimina il calcare che tende a formarsi, quando il vapore generato dall'acqua calda fuoriesce dal beccuccio.

Continua la lettura
55

Il metallo se rimane bagnato all'interno, potrebbe tuttavia causare dell’ossido o muffa, per cui bisogna asciugarlo sempre bene, e il miglior sistema è di utilizzare uno straccetto pulito e poi un phon. Per tenere invece sempre profumato l’interno di questa tipologia di teiera, possiamo inserire anche del tè setacciato e aromatizzato, scegliendo in erboristeria quelli più profumati, ed oltre alla vaniglia e alla cannella, è particolarmente consigliato quello alla menta, poiché tiene lontano gli insetti e i batteri.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Arredamento

Come scegliere un servizio da tè vintage

Il servizio da tè vintage è un accessorio di pregio per la nostra casa, da usare nelle occasioni importanti o anche solo da tenere in esposizione come oggetto da collezione. Vediamo come scegliere e riconoscere un set di tazze retrò di qualità secondo...
Arredamento

Come arredare una sala da tè

Ogni casa dovrebbe possedere una zona relax, che si tratti di un soggiorno o di un'originale sala da tè. Arredare quest'ultimo ambiente, richiede pochi e semplici accorgimenti. Dovrai, tuttavia, individuare lo spazio più adeguato da dedicare al progetto....
Arredamento

7 idee di arredamento in stile africano

Chi sfogliando le riviste di arredamento e design o cliccandovi i siti specializzati non ha mai covato il desiderio di arredare la propria casa seguendo magari uno stile eccentrico, o magari classico o perché no etnico? Tutto questo è possibile, anche...
Arredamento

Come decorare la casa con le ortensie

Le ortensie sono piante molto ornamentali ed il fiore reciso resiste per lungo tempo; la sua grandezza e i suoi colori si prestano molto bene per decorare tutta la casa, donando agli ambienti aria di primavera e creando atmosfere romantiche. Queste piante...
Economia Domestica

Come scegliere il servizio da tè

Non c'è nulla che non possa essere risolto con una tazza di tè. E un buon tè sembra essere ancora più buono se viene servito con teiera e tazzine coordinate. I servizi da tè, infatti, sono una di quelle cose che non possono mancare in cucina oltre...
Economia Domestica

Come utilizzare un bollitore elettrico

Il bollitore elettrico è un contenitore generalmente in plastica o acciaio, con all'interno una resistenza che riscalda l'acqua portandola ad ebollizione. È costituito da una brocca con coperchio incernierato che si appoggia su una base che gli dà...
Arredamento

Come riconoscere l'argenteria d'antiquariato

Come è possibile riconoscere l'argenteria che è d'antiquariato? Per capire qual è l'argento antico, gli appassionati ed i collezionisti ricercano ed esaminano le origine dei pezzi dell'argenteria, in modo da determinare lo stile, la data, ed il paese...
Arredamento

Come decorare la tavola a tema

Decorare la tavola a tema può essere un buon modo per dare importanza a un'occasione speciale, liberare la propria creatività rendendo una colazione giocosa o romantica o, perché no, semplicemente dare un tocco personale a un angolo della casa caro...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.