Come pulire e lucidare l'argento al meglio

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Ci sono diversi modi per pulire e lucidare l'argento, dipende da quanto tempo si vuole dedicare a questa attività. Ricordo che la patina che annerisce gli oggetti in argento è solfuro d'argento, frutto dell'ossidazione del nobile metallo difficilmente ossidabile ma non inossidabile. Il nostro obbiettivo è eliminare questa patina, al meglio delle nostre possibilità e del nostro tempo. Vedremo vari metodi, alcuni tramandati di generazione in generazione, altri basati su principi scientifici più concreti. Il metodo più veloce è sicuramente quello di usare un prodotto di qualità specifico per la pulizia dell'argento, per un risultato migliore è utile lavare l'oggetto da pulire con acqua calda e sapone prima e dopo l'applicazione di tale prodotto. Se non avete a disposizione tali prodotti specifici passiamo ad esaminare i '' metodi della nonna'' che, uniti ad un po' di chimica ci daranno un ottimo risultato.

26

Occorrente

  • contenitore d'alluminio
  • bicarbonato
  • aceto
  • contenitore
  • sale
  • patate
  • sapone
36

1° metodo ''della nonna'': uno dei metodi più usati oggi è quello di immergere l'oggetto in argento in una miscela composta da quattro litri d'acqua, cinque cucchiai di aceto e tre cucchiai di bicarbonato, lasciarlo per qualche minuto nella soluzione in modo che questa agisca eliminando l'ossido d'argento. Risciacquare con acqua calda e sapone e asciugare con un panno aiuterà l'argento a mantenere la sua lucentezza.

46

2° metodo ''della nonna'': per eliminare le fastidiose macchie scure sui nostri oggetti d'argento prepara una miscela di patate grattugiate (o passate allo schiaccia patate) e acqua tiepida. Con questa pasta strofina gli oggetti per qualche minuto agendo principalmente sulle zone macchiate, dopodiché risciacqua con acqua calda e sapone e asciuga con un panno pulito.

Continua la lettura
56

3° metodo scientifico: questo metodo è basato su un principio simile a quello della pila di volta, per fare questo ci servirà un contenitore di alluminio delle dimensioni adatte a contenere il nostro oggetto da pulire.
Versare dell'acqua calda e un cucchiaio di sale nel contenitore, dopodiché immergere l'oggetto da lucidare in questa soluzione salina facendo in modo che sia a contatto con l'alluminio, dopo qualche minuto la patina di ossido scomparirà rendendo pulito e lucente l'argento.
nel caso il vostro argento sia rigato e macchiato in profondità e si presentassero difficoltà nella sua pulitura sarebbe opportuno rivolgersi ad un'argentiere esperto che sicuramente ci proporrà la soluzione migliore per rendere lucidi i nostri oggetti..

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lucidare i gioielli d'argento: rimedi casalinghi

L'argento è uno dei cosiddetti metalli nobili: è resistente e duttile, dura nel tempo e riflette la luce meglio di tanti altri materiali. Inoltre, rispetto al suo raffinato collega, ossia l'oro, è decisamente più conveniente. Con il passare del tempo,...
Pulizia della Casa

Come lucidare l'argento con prodotti naturali

L'argenteria è qualcosa di davvero bello e straordinario, con la sua brillantezza unica e particolare. Peccato che con il tempo l'argento tenda ad ossidarsi, quindi a diventare più scuro. Perdendo la sua brillantezza l'argento perde gran parte del suo...
Pulizia della Casa

Come lucidare l'argento con il dentifricio

L’argento è un metallo, bianco e lucente, davvero notevole, sia per le sue proprietà di conduttore sia per la sua varietà di applicazioni, che lo rendono utile, come puro o come lega, in molti ambiti, da quello economico a quello medico passando...
Pulizia della Casa

Come pulire un vassoio d'argento

L'argenteria, per chi l'apprezza, non solo rappresenta un'ottima idea regalo in occasione di matrimoni o altre ricorrenze solenni, ma è anche utilizzata come bomboniera per madrine e padrini di battesimo o cresima. Tuttavia, uno degli oggetti d'argento...
Pulizia della Casa

Rimedi naturali per pulire l'argento ossidato

L'argento è uno dei cosiddetti metalli nobili, ed è molto usato allo stato puro o miscelato con il rame per la creazione di oggetti e manufatti di gioielleria. Tuttavia presenta un solo inconveniente legato alla facilità di ossidazione a cui è soggetto,...
Pulizia della Casa

Come pulire l'argento

Gli oggetti in argento sono estremamente raffinati ed arredano qualsiasi casa in maniera molto elegante. Tuttavia, essi col passare del tempo tendono ad annerirsi e a perdere la loro lucentezza originale. Esistono però diversi metodi davvero pratici...
Pulizia della Casa

Come pulire la bigiotteria d'argento e renderla come nuova

Il trascorrere del tempo può "spegnere" la lucentezza della nostra bigiotteria in argento, rendendola opaca e spenta. Per riscoprire tutta la brillantezza dei nostri gioielli, possiamo però ricorrere a dei semplici metodi homemade. Andiamo allora a...
Pulizia della Casa

I migliori metodi per pulire l'argento in modo naturale

L'argento è un metallo molto duttile leggermente più duro dell'oro. Viene utilizzato in gioielleria per la creazione di bijoux ma anche per la produzione di posate ed altri articoli da tavola e d'arredo. Stiamo parlando certamente di un metallo molto...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.