Come pulire e lucidare l'argento al meglio

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Ci sono diversi modi per pulire e lucidare l'argento, dipende da quanto tempo si vuole dedicare a questa attività. Ricordo che la patina che annerisce gli oggetti in argento è solfuro d'argento, frutto dell'ossidazione del nobile metallo difficilmente ossidabile ma non inossidabile. Il nostro obbiettivo è eliminare questa patina, al meglio delle nostre possibilità e del nostro tempo. Vedremo vari metodi, alcuni tramandati di generazione in generazione, altri basati su principi scientifici più concreti. Il metodo più veloce è sicuramente quello di usare un prodotto di qualità specifico per la pulizia dell'argento, per un risultato migliore è utile lavare l'oggetto da pulire con acqua calda e sapone prima e dopo l'applicazione di tale prodotto. Se non avete a disposizione tali prodotti specifici passiamo ad esaminare i '' metodi della nonna'' che, uniti ad un po' di chimica ci daranno un ottimo risultato.

25

Occorrente

  • contenitore d'alluminio
  • bicarbonato
  • aceto
  • contenitore
  • sale
  • patate
  • sapone
35

1° metodo ''della nonna'': uno dei metodi più usati oggi è quello di immergere l'oggetto in argento in una miscela composta da quattro litri d'acqua, cinque cucchiai di aceto e tre cucchiai di bicarbonato, lasciarlo per qualche minuto nella soluzione in modo che questa agisca eliminando l'ossido d'argento. Risciacquare con acqua calda e sapone e asciugare con un panno aiuterà l'argento a mantenere la sua lucentezza.

45

2° metodo ''della nonna'': per eliminare le fastidiose macchie scure sui nostri oggetti d'argento prepara una miscela di patate grattugiate (o passate allo schiaccia patate) e acqua tiepida. Con questa pasta strofina gli oggetti per qualche minuto agendo principalmente sulle zone macchiate, dopodiché risciacqua con acqua calda e sapone e asciuga con un panno pulito.

Continua la lettura
55

3° metodo scientifico: questo metodo è basato su un principio simile a quello della pila di volta, per fare questo ci servirà un contenitore di alluminio delle dimensioni adatte a contenere il nostro oggetto da pulire.
Versare dell'acqua calda e un cucchiaio di sale nel contenitore, dopodiché immergere l'oggetto da lucidare in questa soluzione salina facendo in modo che sia a contatto con l'alluminio, dopo qualche minuto la patina di ossido scomparirà rendendo pulito e lucente l'argento.
nel caso il vostro argento sia rigato e macchiato in profondità e si presentassero difficoltà nella sua pulitura sarebbe opportuno rivolgersi ad un'argentiere esperto che sicuramente ci proporrà la soluzione migliore per rendere lucidi i nostri oggetti..

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come lucidare il gres porcellanato effetto legno

Il gres porcellanato effetto legno è un tipo di pavimentazione che dà l'effetto del parquet, ma che ha il pregio di essere molto meno delicato. È un materiale antigraffio, resistente agli urti e agli agenti atmosferici. Per tale ragione può...
Pulizia della Casa

Come lucidare l'argento con il dentifricio

L’argento è un metallo, bianco e lucente, davvero notevole, sia per le sue proprietà di conduttore sia per la sua varietà di applicazioni, che lo rendono utile, come puro o come lega, in molti ambiti, da quello economico a quello medico passando...
Pulizia della Casa

Come lucidare il legno

Il legno è un materiale vegetale proveniente dagli alberi e fin dall'antichità viene impiegato dall'uomo come materiale da costruzione e fortemente diffuso nel settore dell'interior design. Essendo un materiale naturale, è sensibile ad un eventuale...
Pulizia della Casa

Come lucidare i mobili in legno

Se avete dei mobili antichi o moderni ed intendete lucidarli in modo adeguato, potete utilizzare svariati prodotti ovvero quelli a base di cera specifici per il legno massello opaco, eseguire una lucidatura a tampone con alcool e gommalacca o semplicemente...
Pulizia della Casa

Come lucidare l'argenteria in modo naturale

L'argento, come tutti sanno, tende con passar del tempo ad ossidarsi. Infatti, si crea una patina arancione che spegne la brillantezza naturale del metallo pregiato. In commercio esistono diversi prodotti utili per la pulizia dei preziosi oggetti; in...
Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare il parquet

Il parquet è un pavimento elegante che si può posare all'interno di un'abitazione. Il nemico numero uno è l'umidità in quanto può provocare il sollevamento delle tavole. Il parquet è un tipo di pavimento che una volta esposto alla luce e all'aria...
Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare l'ottone con prodotti naturali

L'ottone è una lega composta prevalentemente da rame e zinco, elementi che gli danno una buona resistenza alla corrosione. Nelle nostre case l'ottone si trova dappertutto: maniglie, serrature, letti, rubinetteria e molto altro. Le persone per pulirlo...
Pulizia della Casa

Come si lucida l'argento

L'etimologia stessa del termine argento proviene dal greco αργός "splendente, candido", esso è infatti un metallo con una lucentezza bianca che viene accentuata proprio dalla lucidatura. Con il tempo e a seconda delle condizioni climatiche a cui...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.