DonnaModerna

Come pulire e conservare le fave

Di: Team O2O
Tramite: O2O 26/07/2022
Difficoltà:media
14

Introduzione

Come pulire e conservare le fave

Le fave sono dei legumi di stagione che si possono trovare dalla primavera all'estate.
Si tratta di una particolare tipologia di legumi contraddistinti da una colorazione verde chiaro, da un baccello verde scuro vellutato e da semi ricoperti di una pellicina liscia e sottile.
Andiamo ora a scoprire qual è il modo migliore per pulire e conservare le fave.

24

Perché consumare le fave

Le fave rappresentano una tipologia di legume assai ricca di sali minerali (come il calcio, il potassio e il ferro) e provvista anche di vitamine del gruppo B.
Sono pertanto ricche di importanti nutrienti che hanno effetti benefici sul cuore e sul sistema nervoso. Inoltre, rispetto agli altri legumi, non presentano eccessive calorie.
Le fave, tuttavia, portano con sé anche alcuni rischi, specialmente sugli individui con carenza dell'enzima G6PD. Una malattia che può insorgere in questa situazione è il favismo, che può comportare anche crisi anemiche piuttosto gravi.

34

Come pulire le fave

La fase della pulizia delle fave rappresenta un procedimento non complicato, ma sicuramente dispendioso in termini di tempo.
Pulire le fave richiede pazienza, poiché è necessario granarle una ad una prima di cominciare a pulirle.
Il primo passaggio consiste nell'aprire il baccello completamente e dividerlo a metà. In seguito, è possibile estrarre
i semi e sistemarli in un contenitore allo scopo di togliere il rigonfiamento che ricopre il seme. A questo punto è possibile fare una valutazione "cromatica": se la fava appare chiara significa che è fresca di giornata, altrimenti un colore più scuro indica che è stata raccolta da qualche giorno (in quest'ultimo caso si dovrebbe togliere la pellicola esterna per fare in modo che risultino più dolci).
Una volta pulite, si può decidere di mangiarle crude oppure cucinarle come si preferisce. Le ricette più utilizzate sono generalmente la pasta con le fave (un piatto tipicamente primaverile) e la zuppa di fave.

Continua la lettura
44

Come conservare le fave

Una volta completata la pulizia, è possibile anche conservare le fave. Occorre però tenere presente che la fava rappresenta per definizione uno dei legumi più delicati. Le fave fresche possono essere conservate nel frigorifero per tre giorni, tenendo una pellicola trasparente come copertura.
Se invece si desidera congelarle, occorre sbollentare le fave per almeno 5 minuti, lasciarle raffreddare e infine raccoglierle in appositi sacchetti gelo.
I tempi di conservazione delle fave secche possono arrivare anche a 6 mesi, purché il barattolo sia accuratamente chiuso e mantenuto in un luogo asciutto e fresco.

Potrebbe interessarti anche

Naviga con la tastiera

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Come conservare i legumi per l'inverno

I legumi sono alimenti vegetali molto nutrienti e ricchi di proteine. Quest'ultime hanno un valore inferiore a quello delle proteine animali, ma per il minor costo, i legumi costituiscono da sempre la fonte principale di questi principi alimentare. In...
Economia Domestica

Come conservare il sedano

Il sedano insieme al prezzemolo, all'alloro e al basilico, fa parte delle piante aromatiche; il suo sapore delicato rende soprattutto i brodi più gustosi. Il sedano viene utilizzato in molte ricette e nella maggior parte dei casi è impiegato anche come...
Economia Domestica

Come Conservare Le Verdure Fresche Nel Freezer

Abbastanza spesso, vi succede di ritrovare in cucina molte verdure fresche e non sapere assolutamente come farle, al punto che la metà diventa cattiva da mangiare e deve essere buttata nel cestino? Non vi preoccupate troppo, perché esiste un metodo semplice...
Economia Domestica

Come conservare correttamente gli alimenti nel freezer

Il freezer è un elettrodomestico che permette di conservare i cibi che si prevede di consumare in tempi medio lunghi. Il congelamento infatti, è un processo grazie al quale è possibile conservare i cibi il congelamento infatti, è un processo grazie al...
Economia Domestica

Come conservare l'ananas

L'ananas è uno dei frutti esotici più conosciuti, dopo le banane. Il suo sapore è molto gradito al palato e, viene anche utilizzato per la preparazione di buoni piatti e per guarnire diversi dolci. L'ananas è ricco di tante sostanze utili per il nostro...
Economia Domestica

Come conservare l’insalata

Spesso, sia per motivi di lavoro che per altro, si cerca di fare la spesa sufficiente per tutta la settimana in una sola volta. Questa è una soluzione senza dubbio molto comoda, ma cosa accade ai cibi che non riescono a mantenersi freschi a lungo? Quelli...
Economia Domestica

Come conservare le posate d'argento

Sicuramente ognuno di voi avrà ereditato qualche oggetto d'argento, ma purtroppo non tutti sanno come mantenere pulito questo materiale e soprattutto come conservarlo per evitare di rovinarlo e di farlo annerire. Le posate d'argento ad esempio, ormai...
Economia Domestica

5 modi per conservare i cibi

Ci sono diversi metodi di conservazione dei principali prodotti alimentari che è possibile attuare a casa e che aiutano a conservare in modo più efficace il cibo a lungo termine. Questi includono l'inscatolamento, il congelamento, l'essiccazione, il sottovuoto...