Come pulire e colorare il rame

tramite: O2O
Difficoltà: facile
15

Introduzione

Avete delle pentole, degli utensili o degli oggetti antichi in rame rovinati e non sapete come pulirli o da colorarli? Se la risposta è sì, allora non dovete far altro che leggere questa guida, che vi spiegherà come intervenire su questo tipo di prodotti per farli tornare come nuovi, insegnandovi come pulire e colorare il rame. Proseguite con la lettura.

25

Occorrente

  • Sale fino
  • Aceto
  • Spugna morbida
  • Acqua
  • benzina
  • bicarbonato di sodio
  • paglietta d'acciaio
  • limone
35

Prima di colorare il rame dovete pulirlo adeguatamente. Mescolate in parti uguali benzina e bicarbonato di sodio e strofinate tutto il rame, con della paglietta di acciaio fine. Non strofinate con un movimento in diagonale o in cerchio, ma in linea retta, per non rendere evidenti piccole abrasioni. Lavate in acqua corrente e asciugate. Buoni risultati si ottengono anche con aceto mescolato con farina di mais o con un po' di succo di limone.

45

A questo punto non vi resta che colorare l'oggetto. Prendete un contenitore a seconda della grandezza dell'oggetto da colorare e riempitelo di 100cc d'acqua. Dopodiché aggiungete 10g di rame nitrato, argento nitrato in cristalli (aggiungiamone 5 cristalli), acido nitrico (mettete 5 gocce). Appena il composto sarà pronto, immergete l'oggetto per 3 minuti e poi asciugatelo per bene. Passate il colore che preferite con uno spray o con colori acrilici ad acqua, che sono privi di solventi tossici. L'oggetto adesso è pronto. Se usate colori che contengono solventi tossici, ricordatevi di farlo all'aperto oppure in ambienti ventilati.

Continua la lettura
55

In alternativa potete pulire il rame con una miscela composta da siero di latte e un po' di sale, o ancora una miscela di aceto e sale (mezza tazza di aceto e 3 cucchiai di sale). Potete anche preparare una miscela di farina di granoturco, sale fino e aceto. Il procedimento è sempre lo stesso: strofinate molto bene, poi lavate con acqua fredda e asciugate con un panno morbido. Per le pentole in rame, che utilizzate per cucinare, mescolate 3 cucchiai da tè di sale con 6 di aceto, pulite come al solito con un panno morbido. Sciacquate in acqua calda e asciugate bene. Per quanto riguarda gli utensili, tagliate un limone a metà, immergete la parte esposta nel sale e strofinate bene su tutto l'utensile da pulire. Lavate e sciacquate come al solito. Per pulire il rame cesellato, sfregate con mezzo limone o con mezza cipolla cruda, risciacquate con acqua calda e lucidate con un panno di lana caldo. Le nostre nonne rendevano brillanti i paioli della polenta soltanto con la cenere e con un po' di olio di gomito. Se avete un caminetto, provate: non cambierete più sistema.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire il rame con prodotti naturali

Il rame insieme all'argento e all'oro, fanno parte della cosiddetta categoria dei "metalli nobili", visto che interagiscono benissimo tra loro, per creare diverse carature, come nel caso dell'oro puro che grazie appunto al rame, da 24 carati scende...
Pulizia della Casa

Come pulire al meglio le pentole di rame

Anche se la presenza di pentole in rame all'interno delle abitazioni è sempre più rara, alcuni continuano ad usarle per la loro buona conducibilità termica; il calore infatti si diffonde in maniera uniforme per tutta la pentola. Molti inoltre pensano...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in rame con il dentifricio

Il dentifricio, è una pasta creata per la pulizia e lo sbiancamento dei denti. In commercio esistono varie tipologie di dentifrici ma, molti non li usano semplicemente per lavarsi i denti, ma li dirottano per altri usi come per esempio pulire scarpe...
Pulizia della Casa

Come pulire le pantole di rame

Chi ha la passione per la cucina conosce le qualità delle pentole in rame. Esse sono più "calde" dell'acciaio, cioè hanno una capacità termica molto più elevata e sono un ottimo conduttore. Nelle pentole di rame il calore si diffonde uniformemente...
Pulizia della Casa

Come pulire una pentola di rame stagnato

Una volta il rame si usava spesso come materiale per produrre i recipienti da cottura. A tutt'oggi comunque questo metallo è sempre consigliabile per cibi che richiedono lunghe cotture. Oppure per delle preparazioni di pasticceria particolari. Di certo...
Pulizia della Casa

Come pulire diverse superfici in rame

Il rame è sicuramente uno dei metalli più noti già dall'antichità e che, ancora oggi, trova largo impiego nella fabbricazione di oggetti come monete, tubature di gas ed acqua, e per la realizzazione di padelle e pentole, così come mille altre applicazioni....
Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare il rame

Gli oggetti in rame sono molto belli da vedere, le pentole e gli attrezzi per la cucina hanno inoltre la particolarità di esaltare il sapore del cibo. Ricordiamo la veneta polenta, che si cucina con la farina di mais, acqua e sale, ma rigorosamente in...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in cromo ed in rame

Il cromo e il rame sono due meravigliosi materiali che rendono gli oggetti presenti nella vostra abitazione molto lucidi e brillanti oppure abbastanza opachi e romantici.Nella seguente interessante e informativa guida che vi enuncerò in modo dettagliato...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.