Come pulire bene il frullatore a immersione

tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Se abbiamo un frullatore ad immersione e lo utilizziamo spesso, è importante pulirlo accuratamente dopo il suo utilizzo, onde evitare che restino attaccati residui di cibo; infatti, essi potrebbero generare cattivo odore sia nell'ambiente cucina che sulle stesse superfici dell'apparecchio, rendendolo inutilizzabile. In questa breve guida illustrerò dettagliatamente come pulire bene il frullatore a immersione in pochi e semplici passi, perciò suggerisco di continuare a leggere questo articolo per scoprire come fare.

26

Occorrente

  • Bicarbonato di sodio
  • Aceto
  • Detersivo
  • Pennellino
  • Aria compressa spray
36

Smontare e pulire il motore

Un frullatore ad immersione si compone di tre parti essenziali, ovvero: la motrice, la custodia esterna e le lame per le varie operazioni di elaborazione dei cibi. Tutti questi elementi, se di una buona marca, sono smontabili, per cui possiamo pulirli bene, ed ognuno con le accortezze necessarie e con i prodotti adeguati. Dopo l'uso, la prima cosa che dovremo smontare è il motore, che tuttavia non dobbiamo assolutamente lavare con acqua e nemmeno con alcool, bensì con un panno asciutto e un pennellino, oppure utilizzando dell'aria compressa che si usa per eliminare la polvere dai circuiti elettronici (potere reperire delle bombolette d''aria compressa presso qualsiasi negozio specializzato o ferramenta). Il motore inoltre essendo incapsulato, non richiede nessuna lubrificazione.

46

Detergere le parti in plastica

Fatta questa prima operazione, ci possiamo dedicare alla parte in plastica del frullatore ad immersione che, una volta smontata nei vari pezzi di cui si compone, possiamo lavarla con del detersivo in acqua calda, senza usare alcool o altre sostanze solventi, poiché potrebbe opacizzarsi. Un buon prodotto sgrassante ideale anche per sterilizzare l'apparecchio, è sicuramente il bicarbonato di sodio, che con la sua leggera azione abrasiva, riesce a rimuovere residui di cibo solidificati.

Continua la lettura
56

Pulire le lame e gli accessori

A questo punto, per concludere le operazioni di pulizia radicale del frullatore ad immersione, ci dedichiamo alla parte che contiene le lame e tutti gli altri utensili, per cui dopo averli estratti, li possiamo lavare in acqua e detersivo, asciugandoli poi accuratamente, per evitare la formazione del calcare. Se intendiamo, invece, eliminare il cattivo odore rilasciato ad esempio dalle uova, l'ideale è utilizzare l'aceto, oppure il limone e il bicarbonato, quest'ultimo particolarmente indicato poiché considerato un mangiaodori naturale. Infine, il consiglio è di controllare la parte elettrica, e vedere se i fili surriscaldati durante l'uso, hanno subito danni alla guaina di protezione, e nel caso intervenire con una coibentazione a base di nastro isolante, così da non correre il rischio di scosse elettriche durante i successivi usi culinari.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare il legno con le noci

Rovinare una base di legno, non usando la giusta accortezza nella preparazione e nell'uso dei giusti prodotti, è un luogo comune. È necessario prestare particolarmente attenzione all'uso di composti chimici; sul mercato possiamo trovarne di svariati.Una...
Pulizia della Casa

Come pulire una tanzanite

La tanzanite è un minerale molto prezioso e colorato che proviene dalla Tanzania. Inizialmente vi fu una diatriba circa l'assegnazione del nome a questo minerale che avrebbe dovuto essere zoisite blu, il che ricordava il verbo "suicide" in inglese, suicidio....
Pulizia della Casa

Come pulire la pietra turchese

Le pietre preziose sono tra i principali componenti degli accessori che fanno parte del look generale di una persona. Bracciali, collane o anelli: tutti questi oggetti possono essere realizzati con pietre minerali di diverso valore. Tra le pietre minerali...
Pulizia della Casa

Rimedi naturali per pulire il soffione della doccia

Il soffione noto anche come “cornetta” o “telefono”, nel caso di quelli dotati di impugnatura dalla forma che ricorda questi due oggetti, è uno fra gli elementi più soggetti ad usura della doccia. Le incrostazioni di calcare sono sicuramente...
Pulizia della Casa

Come pulire lo scopino del WC

Come pulire lo scopino del bagno è una questione tutt’altro che oziosa, in quanto nel bene e nel male, fa parte di quella piccola sfilza di azioni quotidiane, che per quanto non ci facciano impazzire dalla voglia di farle, si devono pur compiere. Trovare...
Pulizia della Casa

Come pulire l'argenteria

L'argento è un metallo prezioso. Ma, pur presentandosi in leghe più pregiate, spesso si ossida e si annerisce. Eppure gli oggetti in argento, quando sono nuovi, splendono per lucentezza. L'argenteria era infatti il pezzo forte di ogni casa prestigiosa...
Pulizia della Casa

Come Pulire il pozzo del giardino

Se avete un pozzo artesiano in giardino costruito da parecchi anni e vi siete accorti che l'acqua ha un odore strano, oppure quando la estraete non è limpida come lo era un tempo, allora è giunto il momento di svuotarlo completamente e di togliere la...
Pulizia della Casa

Come pulire le padelle in titanio

Materiale affidabile ed innovativo, il titanio è in grado di cuocere perfettamente ogni tipo di pietanza. Rapidità, uniformità di cottura e leggerezza delle pietanze cucinate dentro le padelle in titanio, rappresentano senza dubbio le più significative...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.