Come pulire al meglio le pentole di rame

Tramite: O2O
Difficoltà: media
16

Introduzione

Anche se la presenza di pentole in rame all'interno delle abitazioni è sempre più rara, alcuni continuano ad usarle per la loro buona conducibilità termica; il calore infatti si diffonde in maniera uniforme per tutta la pentola. Molti inoltre pensano che pulire delle pentole in rame sia faticoso e che siano necessari lunghi tempi. In realtà bastano meno di cinque minuti per pulirle al meglio e farle tornare come nuove. Non sono richieste né particolari abilità né prodotti specifici. La procedura che viene spiegata nella guida che segue è applicabile sia all'interno che all'esterno della pentola e su qualsiasi tipo di pentole in rame. Vediamo insieme nel dettaglio come fare.

26

Occorrente

  • Aceto
  • Sale Grosso
  • Mestolo
  • Spugna
36

Immergete una spugna

Come prima cosa prendete una spugna e immergetela all'interno di una soluzione composta da aceto e sale. Strofinate quindi energicamente la pentola. È importante non utilizzare mai spugne in metallo o abrasive, in quanto rovinano il rame, optate invece per delle spugne morbide. A questo punto la pentola dovrebbe essere già abbastanza pulita, ma per averla ancora più splendente sciacquatela e asciugatela. Una volta fatto questo, immergete nuovamente la spugna e strofinate sulla pentola. Se la pentola anche dopo la seconda passata non dovesse essere completamente pulita, è certamente possibile provare con altre passate, fino a quando non otterrete il risultato desiderato.

46

Asciugate la pentola

Il risciacquo finale, che può essere effettuato solamente con acqua oppure con acqua ed un normale detersivo per piatti, è importante in quanto rimuove il sapore e l'odore dell'aceto dalla pentola. Successivamente procedete asciugando profondamente la pentola. Il risultato dovrebbe essere perfetto e dovrete avere una pentola splendente quasi come appena comprata. Recatevi ora vicino al lavandino in modo da poter dare una sciacquata veloce alla vostra pentola.

Continua la lettura
56

Sciogliete il sale

Questa operazione servirà per rimuovere tutto lo sporco che non ha ancora completamente aderito alla pentola e che quindi non necessita della soluzione di aceto e sale da voi preparata per essere rimosso. Mettete dunque dell'aceto (non è importante se rosso o bianco) all'interno di un contenitore ed aggiungete una manciata di sale grosso. Con un mestolo cominciate a mescolare in modo da far sciogliere il sale. Non è fondamentale che il sale si sciolga completamente, in quanto granelli di sale non completamente sciolti vi aiuteranno a grattare meglio la superficie e quindi pulirla più profondamente. Buon lavoro.

66

Consigli

Non dimenticare mai:
  • Risciacquare bene la pentola dopo la puliziaÈ importante non utilizzare mai spugne in metallo o abrasive, in quanto rovinano il rame, optate invece per delle spugne morbide.
Alcuni link che potrebbero esserti utili:

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Pulizia della Casa

Come pulire le pantole di rame

Chi ha la passione per la cucina conosce le qualità delle pentole in rame. Esse sono più "calde" dell'acciaio, cioè hanno una capacità termica molto più elevata e sono un ottimo conduttore. Nelle pentole di rame il calore si diffonde uniformemente...
Pulizia della Casa

Come Pulire Le Casseruole E Le Pentole

Pentole e casseruole sono indispensabili in cucina. Per far durare e tenere in buono stato le pentole e le casseruole occorre molta dedizione. In questa guida vedremo come pulire le casseruole e le pentole. Citeremo tutti i prodotti da utilizzare. Forniremo...
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole in acciaio

Pulire le pentole in acciaio è una della maggiori difficoltà che si riscontra in cucina, sia per l'eccesso di incrostazioni che spesso rimangono sul fondo, sia per le macchie che restano su tutta la superficie, essendo l'acciaio un materiale ottimo...
Pulizia della Casa

Come pulire diverse superfici in rame

Il rame è sicuramente uno dei metalli più noti già dall'antichità e che, ancora oggi, trova largo impiego nella fabbricazione di oggetti come monete, tubature di gas ed acqua, e per la realizzazione di padelle e pentole, così come mille altre applicazioni....
Pulizia della Casa

Come pulire le pentole antiaderenti

In cucina si utilizzano molteplici accessori per cucinare. Gli accessori più utilizzati oltre che piatti, bicchieri e posate, sono le pentole. Questo perché è l'accessorio che serve per cucinare le pietanze. Quando dobbiamo pulire le pentole antiaderenti,...
Pulizia della Casa

Come pulire e lucidare il rame

Gli oggetti in rame sono molto belli da vedere, le pentole e gli attrezzi per la cucina hanno inoltre la particolarità di esaltare il sapore del cibo. Ricordiamo la veneta polenta, che si cucina con la farina di mais, acqua e sale, ma rigorosamente in...
Pulizia della Casa

Come pulire una pentola di rame stagnato

Una volta il rame si usava spesso come materiale per produrre i recipienti da cottura. A tutt'oggi comunque questo metallo è sempre consigliabile per cibi che richiedono lunghe cotture. Oppure per delle preparazioni di pasticceria particolari. Di certo...
Pulizia della Casa

Come pulire gli oggetti in rame con il dentifricio

Il dentifricio, è una pasta creata per la pulizia e lo sbiancamento dei denti. In commercio esistono varie tipologie di dentifrici ma, molti non li usano semplicemente per lavarsi i denti, ma li dirottano per altri usi come per esempio pulire scarpe...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.