Come proteggere il piano cottura in vetro temperato

tramite: O2O
Difficoltà: media
15

Introduzione

Se per la vostra cucina avete optato per un piano cottura in vetro temperato, è importante sapere che si tratta di una tipologia abbastanza delicata che richiede accortezza durante l'uso, oltre ad una corretta manutenzione con prodotti adeguati per evitare che possa scheggiarsi o graffiarsi. A tale proposito, ecco una guida con alcuni consigli su come proteggere il piano cottura in vetro temperato.

25

Occorrente

  • Mix bicarbonato ed aceto
  • Prodotti non abrasivi
  • Copertura sul piano
  • Sottopentole
35

Usare detergenti specifici

Per la pulizia del piano cottura di vetro temperato conviene usare dei detergenti specifici, poiché con il passar del tempo il calcare tende ad opacizzarlo. Per tenerlo quindi sempre lucido e brillante non bisogna utilizzare prodotti abrasivi, e magari scegliere delle sostanze naturali ugualmente efficaci come ad esempio un mix a base di bicarbonato ed aceto.

45

Creare una copertura sul piano

Proteggere il piano cottura di vetro temperato significa non solo pulirlo con prodotti adeguati, ma anche evitare che possa scheggiarsi quando non è in uso o magari per la caduta accidentale di qualche coperchio di una pentola o di un mestolo. In tal caso conviene sempre dopo l'uso ricoprirlo con una copertura, magari appositamente fatta realizzare su misura da un falegname. L'idea in merito è di creare un cassonetto di legno compensato e poi rivestirlo con delle piastrelle di 10X10 centimetri, che sono particolarmente adatte se ad esempio la cucina è rifinita in muratura. La copertura in oggetto può essere sia da appoggio che fissa, quindi applicata con delle cerniere sulla parete retrostante. Una buona alternativa è di ritagliare un pezzo di gomma su misura del piano cottura, ed usarlo come una sorta di tappetino dopo l'uso. Anche un pannello di polistirolo serve tuttavia ad ottimizzare il risultato.

Continua la lettura
55

Usare delle sottopentole

Un altro problema che può dare un piano cottura di vetro temperato, riguarda l'uso delle pentole; infatti, se molto pesanti o con una base che appare piuttosto deformata, durante la fase di cottura, potrebbero scheggiarlo o incrinarlo. Per evitare ciò, è importante sapere che ci sono delle apposite sottopentole che oltre a fungere da protezione e ad ottimizzare il risultato, sono atermiche quindi non limitano la caloria del fornello durante la cottura dei cibi. Infine se avete l'abitudine di appoggiare delle pentole bollenti su un lato del piano cottura che non è in funzione, allora vi conviene interporre tra le due superfici una griglia di plastica o di legno, in modo che la variazione di temperatura non provochi delle spiacevoli incrinature del piano in vetro temperato.

Potrebbe interessarti anche

Segnala contenuti non appropriati

Tipo di contenuto
Devi scegliere almeno una delle opzioni
Descrivi il problema
Devi inserire una descrizione del problema
Si è verificato un errore nel sistema. Riprova più tardi.
Verifica la tua identità
Devi verificare la tua identità
chiudi
Grazie per averci aiutato a migliorare la qualità dei nostri contenuti

Guide simili

Economia Domestica

Gli svantaggi del piano cottura ad induzione

Ormai sempre più diffuso nelle cucine di nuova generazione, il piano cottura ad induzione rappresenta l'evoluzione moderna dei vecchi fornelli a gas, fedeli alleati in cucina delle nostre nonne e mamme. Risulta molto gradito soprattutto ad un pubblico...
Economia Domestica

Come cucinare con un piano cottura a induzione

L’evoluzione della cucina negli ultimi anni, è passata anche attraverso la cottura dei cibi senza l’utilizzo della fiamma: parliamo della più recente, affascinante ed evoluta cottura attraverso i piani a induzione. Tecnica innovativa, totalmente...
Economia Domestica

Come usare il piano cottura a induzione

Cucinare è uno degli hobby preferiti degli italiani. Per molti è addirittura un'arte, forte delle antichissime radici che rendono la cucina italiana famosa in tutto il mondo. Tra le usanze e le tradizioni non troviamo soltanto centinaia di ricette tipiche....
Economia Domestica

Come scegliere un piano di cottura a induzione

Cucinare bene non è solo una questione di abilità personale: contano anche i supporti tecnici. Si può certamente fare meglio se in cucina si ha a disposizione un piano cottura che permette, per esempio, di regolare in maniera precisa la potenza della...
Economia Domestica

5 vantaggi del piano cottura a induzione

Il piano cottura ad induzione è una tipologia di fornello che per funzionare sfrutta il principio dell'induzione elettromagnetica, per scaldare le pentole impegnate nella cottura delle pietanze. Diversamente dal piano di cottura classico, a gas, il fornello...
Economia Domestica

Cottura a induzione: pro e contro

Molti di voi avranno sicuramente sentito parlare, e magari avuto modo di sperimentare, la cottura a induzione. Di cosa si tratta? È un metodo di cottura su un piano che non dispone dei classici fornelli né delle piastre in ghisa, ma semplicemente di...
Economia Domestica

Come utilizzare i barattoli di latta per la cottura dei cibi

In cucina spesso si produce molta spazzatura, derivante per lo più dai contenitori in cui sono conservati i cibi che acquistiamo al supermercato. Al giorno d'oggi si è molto più attenti al riciclo, ma può anche accadere che i contenitori stessi possano...
Economia Domestica

Come usare una pentola elettrica a cottura lenta

La pentola elettrica a cottura lenta rappresenta uno degli ultimi ritrovati nell'ambito della preparazione dei cibi. Molto diffusa anche in Italia, ha la caratteristica du saper cuocere immediatamente e in pochissimo tempo anche i cibi appena estratti...
I presenti contributi sono stati redatti dagli autori ivi menzionati a solo scopo informativo tramite l’utilizzo della piattaforma www.o2o.it e possono essere modificati dagli stessi in qualsiasi momento. Il sito web, www.o2o.it e Arnoldo Mondadori Editore S.p.A. (già Banzai Media S.r.l. fusa per incorporazione in Arnoldo Mondadori Editore S.p.A.), non garantiscono la veridicità, correttezza e completezza di tali contributi e, pertanto, non si assumono alcuna responsabilità in merito all’utilizzo delle informazioni ivi riportate. Per maggiori informazioni leggi il “Disclaimer »”.